Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copy of SOCIOLOGIA DELLA DESVIANZA

No description
by

Rocío Almazán

on 24 January 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copy of SOCIOLOGIA DELLA DESVIANZA

La possibilità di formulare teorie sociologiche che spieghino la criminalità di un gruppo
Un tasso di reato alto è dovuto alla
disorganizzazione sociale
L'organizzazione sociale differenziale
L'associazione differenziale
Il Paradigma Sociale
Merton: Teoria della Tensione
Tutto comportamento desviante è prodotto delle struttura social e culturale
Cohen: Teoria della subcultura:


Teoria della differenziata opportunità e bande delinquenti
Insieme a Cohen: Devianza come soluzione a problemi de adattamento determinati dalle "TENSIONI E FRUSTRAZIONI PROFONDE" in cui, vivono giovani della classe sociale inferior per conseguire gli scopi dalla cultura dominante.
POLITICHE
Teorie struttural-funcionalista
Società come totalità di strutture sociale e culturale.
Società e Cultura: Interdipendenti
Mantengono e riproducono il sistema sociale
Sistema normativo condiviso
Ruoli acquisiti attraverso la socializzazione primaria e secondaria
Anomia (Merton): Disociazione fre le mete e le norme culturale e le capacità strutturate socialmente dei membri di un gruppo di agire in modo conforme ad esse.

Mete i mezzi sono definiti per la società
Mezzi "accepttabili" (norme istituzionalizzate)
contro Mezzi "illegittimi"
Mezzi disegualmente distribuiti tra le posizione
socio-strutturale.
Devianza come sintomo di questa disociazione
Demoralizzazione come perdita dalla legge del suo potere di regolare
L'assenza di norme è componente dell'anomia


SOCIOLOGIA DELLA DESVIANZA

L'apprendimento del comportamento deviante
Teoria della reazione sociale
e dell'etichettamento
Le teorie
Le politiche
La teoria
Come giustifica il controllo sociale (la reazione sociale) l'Stato?
Politiche
Modelo penale "assistenziale", Welfare State
Realtà
TEORIE e POLITICHE di CONTROLLO
Come se costruisce socialmente la devianza?
Riduce i comportamenti
criminali:
CONTRIBUISCE A
PROTEGGERE LA SOCIETÀ
deterrenza (speciale/generale)
rieduca, incapacita e segrega
Rafforza la coesione sociale,
favorisce sentimenti colletivi...
...contro la trasgressione
della norma sul piano normativo,
si cerca il bene comune
"Il controllo sociale è indispensabile per prevenire,contrastare e ridurre i comportamenti devianti nell'ambito di ogni società"
Secondo i teorici della reazione sociale...
"Il controllo sociale è causa della devianza e del crimine"
Secondo Becker... "è il prodotto del processo interattivo tra coloro che creano e fanno le norme e coloro che le infrangono e che vengono etichettati e trattati come devianti"
Formazione
delle norme
Applicazione delle norme
Conseguenze dell'etichettamento
Teorie del consenso (funzionalismo)
Teorie del conflitto (marxismo)
...diritti come mezzo per mantenere i privilegi, no garantisce l'integrazione
Imprenditori
morali
...equilibrio e condivisione
3 Assiomi culturali americani:


SELETTIVA
POTERE DI ETICHETTAMENTO
Perseguimento delle mete ambiciose

Insucccesso come tapa intermedia che prelude la metta finale

Vero insuccesso: renunciare a perseguire la mete ambiziose
GRUPPI più stigmatizzati (ESPOSTI),
con meno potere sociale: (diversità genere, razza, età, classe sociale)
già stigmatizzate (ex detenuti)
NATURA SELETTIVA
STATISTICHE UFFICIALI
Sutherland: Teoria dell'associazione differenziale
Lemert (1951), devianza primaria e secondaria, come la persona etichettata riorganizza la propia identità.
Primaria, temporale e socialmente accettata,
"normalizzata"
Il conflitto normativo
Matza e Sykes: Teoria della neutralizzazione
Secondaria, processo, "quando il comportamento deviante diventa un
mezzo di difesa, attaco o adattamento nei confronti dei problemi"
MODELLO DIACRONICO: LA CARRIERA DEVIANTE (BECKER, 1987)
1) comettere un atto che viola le norme sociale (consapevole/inconsapevole)
2) Lo sviluppo di motivazione
Segretamente deviante
Falsamente accusato
Conforme
Deviante puro
Percezione
Agite
3) L'etichettamento: - persona screditabile -> screditata
- status deviante egemone (reinterpretazione retrospettiva)
- profezia che si autoadempie
- il ruolo del trattamento (Goffman, 1968) analisi istituzione (impediscono scambi esterni, tolgono ruoli sociale abituali, limitano le opportunità di vita)

4) L'affiliazione ad una cultura deviante
I Tipi di Adattamento Individuale:

Come comportamento di ruolo in situazione specifiche.
Merton giunge cinque tipi di adattamento.
Modi di adattamento Mete culturali Mezzi istituzionalizzati


Conformità + +
Innovazione + -
Ritualismo - +
Rinuncia - -
Ribellione -/+ -/+
Il corridoio della devianza
Assuncioni principale
ESPERIMENTO SCHWARTZ E SKOLNICK (1962)
Lo stigma del carcere:
"Le opportunità convinzionali di vita delle persone etichettate si riducono poiché la stigmatizzazione innesca processi di
esclusione sociale
"
Essere umani socializzati a perseguire mete culturali
Equilibrio stabile-Condotta conforme al ruolo
Società anomica-Condotta non conforme al ruolo
Comportamento deviante è ua risposta normale
frustrazione di status e subculture delinquenti
Convivere con i devianti, è possibile
DEPENALIZZAZIONE
DIVERSION
Subcultura: insieme di norme e di valori differenziati della cultura dominante adottato da gruppi di ragazzi.

Caratteristiche delle comportamenti criminali giovanile: (gratuità, malignitá e distruttività)
Non sono ispirati dalla ricerca dell'utile
Criminalità come ottenimento del riconoscimento
Prende e capovolge le norme della cultura circostante
DEISTITUZIONALIZZAZIONE
organizzazione sociale differeziale
Il crimine è un fenomeno connotato politicamente
I gruppi che addottano stili di vita regolati da valori difformi dalla legge hanno maggiori probabilità di avere comportamenti devianti
I tassi di reati sono più alti nella società di subculture delinquenti
Una teoria generale del crimine

Si apprende il comportamento criminale attraverso lo stesso modo che si apprende il comportamento convenzionale


Un correlazione statistica non è un rapporto causale


Spiegare il meccanismo attraverso cui tali fattori producono criminalità
Secondo Cohen: "Merton non è in grado di spiegare il carattere espressivo, non utilitarisco, dei comportamento devianti messi in atto dai membri delle gangs giovanili."
reati senza vittima
, quello che viola interessi e valori non condivisi
Politiche anni '70 e '80
, prostituzione, aborto, divorzio, piccole quantità di droga
http://news.you-ng.it/2013/06/28/perche-e-giusto-depenalizzare-la-prostituzione/
Allontanare le persone del sistema penale, per evitare il processo di stigmatizzazione:
Messo alla prova (sist. penale minoreli)
Alternative alla detenzione:
liberazione condizionale,, l'affidamento in prova al Servizio sociale, dentezione domiciliare, semilibertà...
Effetti:
RIEDUCARE
L'allargamento delle rete del controllo sociale. AGGIUNGE
Carattere selettivo delle misure. RIPRODUCE DESIGUAGLIANZE
Le istituzioni totali...
...mortificano il sé
...spogliano i ruoli delle persone,
perdono il capitale sociale
Practiche di lavoro sociale...
Luoghi "aperti" di trattamento...
...vivere nel proprio ambiente sociale e familiare
...è favorito lo scambio sociale
con il mondo esterno
Spiegazioni
dinamica ed evolutiva
L'analisi sulla situazione
L'importanzia della persona
La spiegazione situazionale non puo non tenere conto della storia dell'autore del reato
Le definizioni favoravili della violazione della legge superano le definizione sfavoravili
Il proceso di apprendimento
L'interazione sociale
Non è per imitazioni ne atraverso di comunicazione impersonali
Il contenuto che si apprende
La tecnica

Le razionalizzazioni, fornire reali ragioni per agire
La frequenza
La durata
La priorità
L'intensità emozionale
La criminalità dei colletti bianchi
La subcultura della delinquenza
La volontà del deviante
La prevenzione
La rieducazione
Isolari gli individui dai modelli normativi devianti
Intervenire sul contesto sociale e culturale
Il caso del tossicodipendente
La subculture come reazione a problemi di adattamento
Cohen fornisce un postulato psicogenetico: Gli esseri umano si trovano un porblema, mettono in atto strategie per affrontarlo
Ogni individuo ambisce a raggiungire posicione sociale di risguardo

Subculture delinquente: soluzione collettiva ai problemi di adattamento dalla inegualità dalla opportunità

Secondo Cohen: Origine dell'incapacità di raggiungere una posizione sociale di riguardo.
Status dipende dai criteri di considerazione sociale

Nuovi criteri di considerazione sociale rappresenterebbero nuovi valori sottoculturali

Problemi di adatamento dei "ragazzi della classe operaia"
Origine della desvianza strutturale: Dovuto a maggiore tensione
Fonte di tensione: Cohen (Raggiungimento di status)/ Merton (Successo Economico)
Conflitto: Valori Classe Media (Individualisti) verso Classe Operaia (Sociali)
Condizione per avanzare di status: Conformarsi alle norme della classe media.
Raggazzi classe operaia maggiore probleme di adattamento. Tres soluzioni: Ragazzo di college
Ragazzo di strada
Ragazzo delinquente

Subculture delinquente e la frustrazione di status
Giovani classe operaia svantaggiati per acquisire status superiore verso classe media
Provoca "Disagio psicologico" que spinge a elaborare proprie norme di condotta collettiva
Sottocultura come mode di affrontare i problemi di adattamento (collocazione sociale)
Subcultura è l'antitesi reale alla cultura dominante (valori della classe media)
Spiegazione: Meccanismo psicodinamico della formazione reattiva
Ostilità irrazionale verso società rispettabile
(Interno) Vs. (Esterno)
Essempio: Robare gesto di disprezzo per un modo di vivere ed elevazione un modo sociale oposto


Realtà
Reati commessi da persone rispettabili, di alta condizione sociale
Comportamenti premeditati
Tipico uomo pecuniario
Non esistono gruppo immuni dalla devianza


La probabilità che un ragazzo diventi un criminale dipenderà dal tipo de RETTE con i membri della subcultura delinquente

Quanto più assuma la norme di condotta subculturale, più si allontanerà sella società convenzionale
Cohen fa riferimento alle teoria della trasmissione culturale e dell'associazione differenziale affermando que:
Critica alle teorie delle subculture delinquenti
I membri delle subculture delinquenti hanno contatti con membri della società convenzionalle
Subcultura della delinquenza - Subcultura delinquente
Critica alle teorie delle subculture delinquenti
I membri delle subculture delinquenti hanno contatti con membri della società convenzionalle
Subcultura della delinquenza - Subcultura delinquente
L'analisi della subcultura della delinquenza può trovarsi nella
integrazione
nella società più ampia
I meccanismi di tale integrazione:
La neutralizazione delle norme che si intendono violare mantenendo l'adesione al sistema normatico della società
(definizione favorevoli, Sutherland)

La convergenza tra i valori della subcultura della delinquenza e della cultura dominante
Cloward e Ohlin:
Tecniche di neutralizazione:
Negazione della responsabilità

Negazione del danno

Negazione della vittima

Condanna di chi condanna

Richiamo a letaltà più alte
Cloward e Ohlin: Giovanni dalla classe sociale inferiore, hanno a disposizione una struttura illegittima delle opportunità per realizzare le loro aspirazione.
"ACCESSO DIFFERENZIATO ALLE OPORTUNITÀ ILLEGITTIME"
SUBCULTURE CRIMINALI
Nasce degli sglums integrati per:
criminali di differenti livelli di età
soggetti criminali e soggetti non-criminale
Stabilità della struttura illegale:
Organizzazione criminale stratificata per etá
Limita il comportamento spressivo
Favoresce comportamenti criminali strumentali
SUBCULTURE CONFLITTUALE
Nasce degli slums organizzati socialmente instabili e precarie (fattore ecologici)
Comunità non organizzata:
Non fornisce l'accesso ai mezzi legittime per perseguire il successo economico
Non può stabilire nemmeno una struttura illegale delle opportunità
Fouri dei canali tanto legittimi quanto criminali
Unico strumento per raggiugere status: "VIOLENZA"
Comportamento delle bande delinquente da Cohen

SUBCULTURE ASTENSIONISTE
Il neutralizare legame morale - Trovare in una condizione di
deriva

La
volontà
non è libero arbitrio (circostanze, contesto, storia...)
Infragere la norma


Non infragere la norma
Attivare
La preparazione:
La disperazione:
Apprendere che il comportamento è facile
Apprendere tecniche per neutralizare le norme
Apprendere le abilità
Caratterizzata per il consumo di droghe "ricerca del piacere proibito"
Evasione dalla socità per alcuni tipi di astensionisti
Consumatore di droghe deve asociarsi ad altri per:
Assicurarsi il rifornimento di droghe
Imparare ad usare la sostanza
Doppio fallimento: nell'uso di mezzi legittimi ed illegittimi
Sorge da:
l'innibizione dalle proibizione interiorizzate
Presenza limitata di ostacoli socialmente strutturati
Fine de la sua attività: ottenere il dinaro per acquisire droghe

Lo stato de animo fatalista neutralizza il legame
Promuovere un senso di disperazione che spinta a commettere la trasgressione
DETROIT
SUBCULTURA DELINQUENTE
Sorge per affrontare una situazione di tensione strutturale, non per una socializzacione inadeguata.
Facilitata per : Reazione scludeni degli adulti e delle istituzioni della cominità
Reforzamiento della condutta per la banda dei pari
Reazione sociale que percepiscono gli atti del giovane e il giovanni stesso come malvagi

Caratteristiche: Contenuto varia dependendo della cultura dove emergono
Variabilità dipendendo di: Integrazione fra trasgressori di differente età
Interazione tra criminali e non-criminali




Base teorica
Merton: La devianza e la conformità sono originate delle stesse condizione sociale

Cohen: La soluzione collectiva si sviluppa quando persone con lo stesso problema, iteragiscono fra loro

Cloward e Ohlin: Adattamenti collettivi tendono a emergere quando il fallimento nel perseguimento degli scopi convenzionali viene attribuito all'ordenamento sociale anzichè a diffetti o incapacità personali
Fasi
Formazione d'una subcultura delinquenti:
1ºLiberarsi dal pensiero della legittimità dalla organizzazione dei mezzi
2º Unione ad altri nella ricerca di una soluzione dei loro problemi adatt.
3º Creare mezzi per controllare le emozione di colpa e timore
STRUTTURALI
Redistribucione delle risorsi
Intervinendo sulla struttura della oportunità sociali
Rioranizzazione della comunità degli slums

CULTURALI

MODIFICANDO VALORI SOCIALI
Intervinendo nel processo di socializzacione
Dissociare tra valori finali/strumentali
Controllo sull processo di socializzazione

LA METTA PRESCRITTA
Abbandonare gli sistemi di: Competizione
Driscriminazzione
Funcionalismo: Processo di riforma condiviso
Conflitto: Imporre sistema dalle classe inferiore

La teoria dell'associazione differenziale
La devianza non è espressione di un disordine, quindi l'intervenzione non deve essere individualistico
Deve intervenire sull dimensioni (frequenza, durata, priorià, intensità)
Due questioni a tenere in conto:
1.- Non si concentra sulle caratteristiche delle persone che si associano
2.- Non ci sono gruppi sociali immuni dalla devianza
Criminalità dei colletti bianchi

Devianza giovanile
introdurre a livello aziendale un codice etico

ongi ambito giovanile devono promuovere comportamenti conformi
La teoria della neutralizzazione
Intervenire sui meccanismi di razzionalizzazione per prevenire la neutralizazione delle norme

Promuovere processi di comunicazione e veicolire messaggi che redano inefficacci tali tecniche
Rendere inefficace la neutralizazione
Caso
Teoria delle tensione
Teoria delle subcultura
Mario:
tossicodependenti
Adattamento deviante alla tensione
Interventi strutturale: Ridistribuzione della oportunità istituzionalizzate
Culturale: Evitare promoveré aspirazione che enfatizzo il perseguimento del successo personale a qualsiasi costo
Individuale:Programmi per ridurre l’abbandono scolastico, Percorso educativo individualizzato

Non può essere spiegato
Luca: Criminale di colletto bianco
Teoria dell'associazione differenziale:

Il tassi di criminalità dipende della organizazione sociale
"Le relazioni sociali di una persona sono determinate dal contesto generale dell'organizzazione sociale"
Mohammed: autore del reato predatorio
Adattamento dell’innovacione , Anomia
Strutturale: Afrontare cause che producono l’anomia
Pressione sulle corporate crimes
Culturale: Processo educativo per interiorizzare i valori istituzionali
Individuale:Percorso rieducativo

Adattamento innovatore
Strutturale: Ridistribuire le opportunità istituzionalizzata
Favorire l’integrazione sociale degli inmigrati
Culturale: Promovere aspirazioni che enfatizzo il perseguimento del successo personale a “qualsiasi costo”
Individuale: Individuando percorso d i auto per regolarizzare la sua posizione
Percorso educativo di auto per interiorizzare la nuova cultural e la sua situazione

Non può essere spiegata , subcultura organizativa
Conformato la sua condotta alla norma della subcultura
Interventi: Condena ai dirigente per provare la subcultura deviante

Può essere considerata come reazione collettiva a problemi strutturali di adattamento
Simile alle delle teoria della tensione
Lavoro Sociale
Rivolto anche ai membri del suo gruppo

Programmi di comunità per promuovere modelli normativi favorevoli alla legge
Teoria della neutralizzazione:

Intervenire a livelo sociale e culturale
Modificare modelli di pensiero che sostengono "l'irresponsabilità personale" e "la condizione della deriva"
Livello legislativo oppure attraverso politiche culturali ed educative
Due processi generali
Due tipi di intervento
L'alineazione
dai gruppi che sostengono valori che conducono alla criminlità
L'assimilazione
ai gruppi che sostengono valori che conducono ad un comportamento rispettoso
Rappresentanti instituzionali contattano con i gruppi
nel suo ambiente
I soggetti devianti vengono
inseriti all'interno di specifiche strutture
Stherland
Non è eficaze se non può modificare la natura delle relazioni sociali
Il caso di Mario
Associazione diferenziale
Neutralizzazione
Prevenzione primaria
programmi di comunità che promuovano forme di organizzazione sociale
Tratamento individuale (astinenza)
programmi di tipo
drug free
solamente sarano efficaci si Mario può entrare en contatto con persone astinenti
Riduzione dei danni
affiliare con gruppi che consumano droghe ma dovrebbe avere lo scopo di promuovere modeli di consumi meno dannosi
Prevenzione primaria
convincere i consumatori ma non informare semplicemente, rendere inefficaci tecniche di neutralizzazione
T
ratamento individuale
rendere inefficaci le tecniche di neutralizzazione del consumatori
Riduzione dei danni
queste rappresentazioni servono a neutralizzare, ma devono modificare la struttura motivazionale.
Grazie
mille
Full transcript