Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

sicurezza sul lavoro

No description
by

chiara marzaroli

on 2 December 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of sicurezza sul lavoro

Normative tecniche
D.P.R. 547/1955
Norme per la prevenzione degli infortini sul lavoro

D.P.R. 303/1956
Norme per l'igiene del lavoro

D.P.R. 164/1955
Norme per le prevenzione degli infortuni nelle costruzioni
Dalla Costituzione al Codice Civile
sicurezza sul lavoro

COSTITUZIONE ITALIANA

art. 32 La repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettivita', e garantisce cure gratuite agli indigenti

art. 41 L'iniziativa economica privata e' libera. Non puo' svolgersi in contrasto l'utilita' sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla liberta', alla dignita' umana

CODICE CIVILE

art. 2087 Tutela delle condizioni di lavoro
L'imprenditore e' tenuto ad adottare nell'esercizio dell'impresa le misure che, secondo la particolarita' del lavoro, l'esperienza e la tecnica, sono necessarie a tutelare l'integrita' fisica e la personalita' morale dei prestatori di lavoro.
DEFINIZIONI
INCIDENTE
PERICOLO
Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni
Attuazione di Direttive Europee
riassetto della normativa in materia
rispetto delle normative comunitarie
garantire l'uniformità della tutela dei lavoratori su tutto il territorio nazionale
con particolare riguardo per differenza di genere età, lavoratori immigrati
Principi Europei
costituzione europea










Salute
stato di completo benessere fisico, mentale e sociale non consistente solo in un assenza di malattia o di infermita'
probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione
abrogati
garantire che la concorrenza non sia falsata nel mercato interno
rafforzamento della coesione economica e sociale
patologia specifica la cui causa, che agisce sempre in modo graduale e progressivo, è direttamente ed immediatamente identificabile in un fattore di rischio
PERICOLO
Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea
Diritto dei lavoratori all'informazione e alla consultazione
Condizioni di lavoro giuste ed eque
Protezione della salute
D.L.gs 81/2008
D.L.gs 277/1991
in materia di protezione dei lavoratori dai rischi derivati da agenti chimici, fisici, e biologici

D.L.gs 626/1994
miglioramento della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro
Infortunio Thyssen
06/12/2007
RISCHIO
evento non voluto, potenzialmente in grado di provocare danni a cose o persone
evento che ha prodotto danni solo materiali
INFORTUNIO sul lavoro
evento lesivo che si verifica in modo improvviso ed imprevisto per causa violenta in occasione di lavoro
MALATTIA PROFESSIONALE
DANNO
una qualunque alterazione, transitoria o permanente, dell'organismo, di una sua parte o di una sua funzione
criterio di gravità rilevanza clinica
criterio di causalità nesso causa-effetto
criterio cronologico breve distanza di tempo
ESPOSIZIONE
RISCHIO
DANNO
PREVENZIONE
il complesso delle disposizioni o misure necessarie anche secondo la particolarità del lavoro, l'esperienza e la tecnica, per evitare o diminuire i rischi professionali
PREVENZIONE PRIMARIA
PREVENZIONE SECONDARIA
PREVENZIONE TERZIARIA
eliminazione /contenimento dei fattori di rischio per malattia o infortuni
diagnosi precoce del danno alla salute, prima che si manifestino i sintomi e il danno diventi irreversibile
misure per impedire che un danno, già presente, possa aggravarsi
Vivete la vita con un sorriso.
Grazie.............
interventi di prevenzione primaria
Interventi alla sorgente
Eliminazione della sostanza nociva
Modifica processo produttivo
Modifica impianto
Modifica organizzazione del lavoro
Manutenzione
Pulizia
Controllo ritmi produttivi
Interventi sull'uomo
Dispositivi di protezione individuale
Chiusura in cabina
Modifica organizzazione del lavoro
riduzione dei tempi di esposizione
informazione
formazione
interventi di prevenzione secondaria
Sorveglianza sanitaria per gli esposti a farrori di rischio professionale
Fattori di rischio Fisico
Fattori di rischio chimico
fattori di rischio biologico
fattori di rischio da organizzazione del lavoro
fattori di rischio infortunistico
Rumore
illuminazione
Microclima
Radiazioni ionizzanti
Radiazioni non ionizzanti
Calore
Vibrazioni
virus
Stress lavoro correlato
Mobbing
Movimenti ripetuti
Movimentazione dei carichi
Turnazione
rischi meccanici
GAS
Vapori
Aerosol
polveri
fibre
nebbie
fumi
rischi elettrici
schiacciamento
urto
taglio
cesoiamento
proiezione
batteri
parassiti
miceti
D.Lgs 81/2008
13 TITOLI
51 Allegati
rimandi a decreti successivi
principi comuni
cantieri
rischi specifici
formazione
valutazione rischi semplificata
luoghi di lavoro
segnaletica
valori limite di esposizione
interventi sulla propagazione
Aspirazione localizzata
ventilazione generale
modifica organizzazione del lavoro
spazio
lay-out
accertamenti sanitari preventivi
accertamenti sanitari periodici
come affrontare i Rischi
Individuazione del pericolo
Valutazione del rischio
Scelta delle soluzioni
Attuazione delle soluzioni
Valutazione dei risultati
gestione del rischio
valutazione del rischi
valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori presenti nell'ambito dell'organizzazione di cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza
Prevenzione e protezione
La misura di Prevenzione tende ad abbattere la probabilità che si verifichi il danno, mentre la misura di Protezione tende a ridurre la gravità del danno stesso (entrambe concorrono a diminuire il rischio)
antincendio
divieto di fumo
estintori
nomina addetto antincendio
uscite di sicurezza
prova d'evacuazione
materiale infiammabile in appositi depositi
impianto elettrico a norma
La matrice del rischio (esempio)
4 elevata
3 medio-alta
2 medio-bassa
1 bassissima
4 ingente
3 notevole
2 modesta
1 trascurabile
valori di rischio e misure da intraprendere
2
2
4
1
3
4
8
6
4
8
6
9
12
12
16
3
tenere in considerazione anche ...
individuazione delle misure di prevenzione e protezione
soluzioni note e semplici
soluzioni organizzative poco impegnative
soluzioni collettive
soluzioni condivise
soluzioni alla fonte
pavimento scivoloso superfici antisdrucciolo scarpe idonee
fumi di saldatura cappe di aspirazione mascherine
proiezione trucioli schermi protettivi formazione
mov. carichi carrelli formazione
microclima locali di riposo organizz. lavoro
caduta dall'alto parapetti cintura di sicurez.
rumore separazione lavoraz. tappi auricolari
rumore attrezzi idonei formazione
rumore manutenzione istruz. operativa

abrogati
Full transcript