Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Malattie Sessualmente Trasmissibili

Gruppo di lavoro per il corso Psicologia della Sessualità, DPSS, PD
by

Giorgia R. Gammino

on 6 May 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Malattie Sessualmente Trasmissibili

Malattie Sessualmente Trasmissibili
Che malattia è?
a)Sifilide d)AIDS

b)Clamidia c)Vaginite

Attraverso quali contatti è trasmissibile la sifilide?
a)Orali


b)Attraverso sedili WC,
uso vasche idromassaggio,
condivisione di posate o
indumenti
L’OMS ha stimato che il 75% della popolazione mondiale ne entra in contatto almeno una volta durante la vita. Di che malattia si tratta?
a)Papilloma c)Candida

b)Herpes d)Clamidia
Che malattia è?
a)Epatite c)Herpes

b)Gonorrea d)Sifilide

Clamidia
La clamidia è un’ infezione causata da un batterio gram-negativo, la Chlamydia trachomatis L'infezione rientra nelle malattie
sessualmente trasmissibili più frequenti. E' più diffusa nella popolazione giovanile fra i 15 e i 25 anni, con una percentuale del
7,7% rispetto al 5,5% della popolazione generale.



Come si trasmette?
Si trasmette con rapporti sessuali non protetti di qualsiasi tipo (orale, anale, vaginale), praticando sesso orale non protetto sia attivo che passivo, con il semplice contatto fra i genitali, tramite la masturbazione reciproca, utilizzando strumenti a uso genitale contaminati, con scambio e utilizzo di giocattoli sessuali contaminati, tramite passaggio del batterio dalla madre infetta al bambino durante il parto.
Quali sono i sintomi?
Sia nell’uomo che nella donna spesso è ASINTOMATICA.
Nell’uomo può portare a bruciore sulla punta e lungo il pene, perdite di consistenza fluida e dolore al retto ( se trasmessa durante rapporto anale). Nella donna può causare perdite vaginali anomale, fastidiosa sensazione di irritazione, dolori al basso ventre e alla schiena, nausea, febbre, perdite sanguinolente anche fuori dal normale ciclo mestruale, dolore al retto (se trasmessa durante rapporto anale).
Cosa é?
Cura e Prevenzione
Viene curata con antibiotici. Una volta guariti, non si diventa immuni a successive infezioni.
Se non viene curata, possono insorgere conseguenze anche a lungo termine fino a portare, nella donna, a: infiammazioni pelviche, danno permanente alle tube, all’utero e ai tessuti circostanti con conseguente dolore cronico, infertilità e possibilità di gravidanze extrauterine.
Negli uomini la sterilità è meno probabile, ma l’infezione può colpire i testicoli causando dolore e febbre. Raramente possono verificarsi: artrite, lesioni epidermiche, infiammazione agli occhi e all’uretra.

Si previene con l’utilizzo corretto del profilattico durante il rapporto sessuale, (orale, anale, vaginale) applicandolo fin dall'inizio e anche sugli oggetti utilizzati per la pratica sessuale

c)Rapporti sessuali vaginali e anali

d)Rapporti sessuali vaginali, anali e orali

e)Tutte le precedenti
Sifilide
La Sifilide è un BATTERIO in grado di passare attraverso le mucose intatte o la cute danneggiata.

La Sifilide si può presentare in quattro diverse fasi: primaria, secondaria, latente e terziaria. Inoltre può presentarsi anche come malattia congenita.
Cos'é?
Come si trasmette?
È trasmissibile attraverso contatti orali e attraverso rapporti sessuali vaginali e anali.
NON può essere trasmessa attraverso sedili WC, tramite le attività quotidiane, con l'uso di vasche idromassaggio, né con la condivisione di posate o indumenti…
Quali sono i sintomi?
I principali sintomi cambiano da fase a fase e sono:
PRIMARIA: ulcera e ingrossamento dei linfonodi.
SECONDARIA: eruzioni o lesioni nella pelle o nelle mucose o nei linfonodi. Altre possono essere febbre, mal di gola, malessere generale, astenia, perdita di capelli e mal di testa. Rare: epatite, disfunzioni renali, artrite, periostite, neurite ottica, uveite e cheratite interstiziale.
LATENTE: si ha la prova sierologica dell'infezione, ma non sono presenti i sintomi della malattia.
TERZIARIA: può essere divisa in tre forme diverse: la sifilide gommosa, la neurosifilide
tardiva, e la sifilide cardiovascolare.
Le persone affette da sifilide terziaria non sono contagiose.
Cura e Prevenzione
La Sifilide viene curata con la penicillina e la possibilità di infezione può essere ridotta evitando comportamenti sessuali rischiosi.
Papilloma virus umano
Il papilloma virus umano o HPV  è un virus comune Si stima che il 75% della popolazione entri in contatto con il virus almeno una volta durante la sua vita.
Non sono presenti in liquidi biologici. Se ne stimano circa 100 tipi differenziati in base al genoma
Cos'è?
Come si trasmette?
Gli HPV si contraggono tramite contatto diretto (sessuale, orale e cutaneo) o in luoghi poco puliti.

Quali sono i sintomi?
L'infezione da HPV è asintomatica nella maggior parte dei casi. In alcuni casi, si può invece manifestare con condilomi acuminati in sede genitale o peggio produrre lesioni pre-invasive ed invasive, cioè il cancro al collo dell’utero. Il tumore della cervice uterina è stata la prima neoplasia ad essere riconosciuta dall’OMS come totalmente riconducibile ad una infezione: essa è infatti causata nel 95% dei casi da una infezione genitale da papillomavirus umano.
L'uso del profilattico non pare avere azione protettiva completa in quanto l'infezione è spesso diffusa anche alla cute della vulva e del perineo. Per la rimozione dei condilomi acuminati della vulva, pene o perineo si può ricorrere al laser, all'elettrocoaugulazione, all’acrioterapia o ad applicazioni di podofillina.
A livello preventivo son già presenti sul mercato il Cervarix e il Gardasil, vaccini distribuiti gratuitamente alle ragazze di età inferiore ai 12 anni, ha un'efficacia pressoché totale nell'impedire l'infezione di HPV 16 e 18. Esso è inefficace solo nel curare le eventuali infezioni già in atto .E’ opportuno ricordare che il vaccino affianca ma non sostituisce, lo screening periodico, attualmente raccomandato per le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni.
Cura e Prevenzione
Herpes
L’herpes genitale è un’infezione causata da due possibili ceppi virali.

Cos'è?
Come si trasmette?
La trasmissione dell'herpes genitale può avvenire in caso di rapporti sessuali non protetti, per contatto con le mucose infette
Quali sono i sintomi?
Nella maggior parte dei casi è asintomatica, ma può manifestare lesioni lievi quali ulcere e papule. E possono presentarsi a livello dei genitali, ripetutamente con un andamento ciclico: cioè compaiono, dopo 10-15 giorni scompaiono, per poi manifestarsi di nuovo.
Cura e Prevenzione
La terapia antivirale sistemica si è rivelata efficace nella maggioranza dei pazienti sintomatici, tuttavia questa terapia non eradica totalmente la presenza del virus latente.
I farmaci raccomandati per il trattamento sono quelli contenenti i seguenti principi attivi: aciclovir; valaciclovir
famciclovir.
L’unica prevenzione efficace è la protezione durante i rapporti sessuali.
Nelle donne in gravidanza con infezione in atto e in presenza di lesioni ai genitali è raccomandato l’utilizzo del taglio cesareo  per il parto, per prevenire l’infezione neonatale.

Vaginosi Batterica (o vaginite non specifica, vaginite da anaerobi o secrezione vaginale)
Cos'è?
Non una vera e propria infezione, ma una condizione di squilibrio di germi che abitano normalmente la vagina. Batterio più comune: Gardenella vaginalis.
Come si trasmette?
É associata a fattori di rischio per le MTS, (molteplici partner o recenti rapporti con un nuovo partner)

ma non è stato identificato chiaramente, come causa nessun singolo patogeno a trasmissione sessuale.
Quali sono i sintomi?
Perdite di colore giallo-grigiastro dal caratteristico sgradevole “odore di pesce”, molto intenso dopo il coito, e spesso in vicinanza al periodo mestruale; irritazione, prurito e infiammazione della vagina e della vulva, talvolta con dolore durante i rapporti. Spesso recidiva e difficile da debellare definitivamente.
Cura e Prevenzione
Spesso prescritti antibiotici ma meglio Ri-normalizzare il ph (4) ed il livello estrogenico e attuare comportamenti preventivi.
Quale è la vera causa della candida?
Candida
Un fungo (vaginite micotica o da lieviti) Tipo più diffuso Albicans; poi Krusei, Tropicalis, Glabrata
Cos'è?
Come si trasmette?
Contagio attraverso rapporti sessuali anche orali.
Quali sono i sintomi?
Prurito e bruciore enormi e arrossamento; perdite bianche consistenza dello yogurt coagulato; anche sintomi della cistite per arrossamento della mucosa. Recidivante e cronicizzante. Vestebolite vulbare (neuropatia)
Cura e Prevenzione
Antibiotici e antimicotici. Completare le terapie; Dieta e bere tanta acqua; Associare antibiotici con fermenti lattici; Non lavarsi più di 3 volte al giorno; mutante bianche di cotone; abbigliamento.
Di cosa si tratta?
a)Vaginosi c)Sporcizia
b)Herpes d)Gonorrea
Gonorrea
E’ un’infezione batterica
Cos'è?
Come si trasmette?
La Gonorrea può essere trasmessa durante contatti/rapporti sessuali per via vaginale, orale e anale con uno o più partner infetti.
L’eiaculazione non è necessaria perché avvenga il contagio, esso può derivare anche con il semplice contatto con la cute infettata.
Quali sono i sintomi?
Donna > perdite vaginali anomale, bruciore, dolore o difficoltà ad urinare e perdite ematiche tra una mestruazione e l’altra.
Uomo >Arrossamenti uretra, bruciore, dolore e difficoltà ad urinare, fuoriuscita di pus dell’estremità del pene, prurito, dolore durante l’eiaculazione e gonfiore testicolare.
Cura e Prevenzione
Se non viene curata può causare danni permanenti.
Il trattamento della malattia si ha attraverso la somministrazione di antibiotici
L’uso del profilattico può diminuire notevolmente la diffusione della malattia ma non riduce il contagio in toto.
a)Contatto con qualunque tipo di secrezione infetta
(sangue,muco ecc..)

b)bacio

c)Per via sessuale

d) Tutte le precedenti
Epatite
Le epatiti virali sono processi infettivi a danno del fegato. Possono essere di 5 tipi: A,B,C,D,E.
I tipi trasmissibili per via sessuale
sono B C D.
Cos'è?
Epatite B
SINTOMI: disturbi addominali, nausea, vomito e a volte con ittero accompagnato da febbre Lieve.
SORGENTE DI INFEZIONE: sangue, saliva, bile, secreto nasale, latte materno, sperma, muco vaginale ecc.
PREVENZIONE: esiste un vaccino che si è dimostrato sicuro e fornisce immunità di lunga durata. È prevenibile utilizzando metodologie di profilassi.
Epatite C
Spesso asintomatica e anitterica (in oltre i 2/3 dei casi). I SINTOMI, quando presenti, sono caratterizzati da dolori muscolari, nausea, vomito, febbre, dolori addominali e ittero. Raro decorso fatale.
La TRASMISSIONE avviene principalmente per via parenterale apparente e non apparente. Sono Sono stati documentati anche casi di contagio per via sessuale, ma questa via sembra essere molto meno efficiente che per l’Hbv.
Epatite D
Virus Satellite: per infettare le cellule epatiche richiede in particolare l’ausilio del virus dell’epatite B, quindi l’infezione si manifesta solo nei ss che la hanno.
Si TRASMETTE come l'epatite B, ma la prima è più severa.
Per quanto riguarda le misure PREVENTIVE, vale la profilassi per l’Hbv: il vaccino contro l’epatite B è in grado di proteggere anche contro l’epatite D. Sono efficaci misure di profilassi.
HIV e AIDS:
a) Sono due modi diversi di chiamare
la stessa malattia

b) Sono due malattie diverse

c) Uno è un virus e l'altra è una malattia

d) Una è una malattia e l'altro un virus

Che cos'è l’ HIV? È un virus. Sindrome da Immunodeficienza Acquisita

Che cos’è L’AIDS? È un’infezione virale, che può essere letale per l’uomo, diffusa in tutto il mondo, causata dal virus HIV
Come si trasmette?
Il virus può trasmettersi attraverso il sangue (dove l'HIV è presente sia in forma libera, che associato a cellule), lo sperma, le secrezioni genitali femminili e il latte materno. Fortunatamente il virus è molto labile di fronte ai comuni disinfettanti (per es. acqua ossigenata) e può sopravvivere solo per brevissimo tempo al di fuori del sangue.
Le modalità:
◦Sessuale (rapporti non protetti, rapporti multipartner, rapporti promiscui, rapporti occasionali). Rappresenta la principale via di trasmissione. Circa l’80% delle infezioni da HIV sono trasmesse sessualmente.
◦Parenterale (scambi di siringhe infette)
◦Perinatale (da madre a figlio durante la gravidanza, il parto o l’allattamento).
Quali sono i sintomi?
L’infezione da HIV può manifestarsi in modo eterogeneo, molto diverso da soggetto a soggetto. In genere si distinguono 3 stadi principali: l’infezione primaria acuta, la fase asintomatica e la fase sintomatica (AIDS conclamata).La diagnosi di sindrome da HIV viene effettuata mediante: Accurata anamnesi, Visita medica con attento esame della cute, della cavità orale, del fondo dell'occhio
Prevenzione e cura
Utilizzo di test di screening per i donatori di sangue e per l'individuazione delle persone infette. Il profilattico non offre alcuna protezione per i virus eventualmente presenti nel sangue di microlesioni o piccole ferite. La terapia antiretrovirale è la terapia combinata (polichemioterapia) che utilizza un'associazione di diversi farmaci per attaccare il virus su diversi fronti al fine di limitarne il più possibile la moltiplicazione la chemioprofilassi e la terapia delle infezioni opportunistiche. Inoltre terapia
dei tumori correlati all'infezione da HIV.
Sitografia
http://www.epicentro.iss.it/problemi/clamidia/clamidia.asp

http://www.salute.gov.it/portale/salute/p1_5.jsp?lingua=italiano&id=116&area=Malattie_sessualmente_trasmissibili

http://www.epicentro.iss.it/problemi/epatite/epatite.asp

http://www.ondaosservatorio.it/#

http://www.sceglitu.it/sesso-e-salute/principali-mst/

http://www.farmacoecura.it

http://www.theramex.it

www.alessandragraziottin.it

http://www.who.int/bulletin/volumes/86/10/07-046128/en/
Silvia Pellegrin
Giorgia R. Gammino
Marta Conte
Lucia Solferino
Raffaele Simone
Chiara Cerrone
Enrico Cesari
Elisabetta Gogna
Tania Vega
Giorgia Zuccalà
Le mie parti intime, nonostante una regolare igiene, emanano un odore agre simile al pesce: che faccio?
a) mi lavo spesso e con molto sapone

b) inserisco in vagina
d
elle tav
olette specifiche alla vitamina
c

c) uso salvaslip profumati

d) applico una crema antimicotica

a)Rapporti sessuali

b)Squilibrio del PH vaginale

c)Scarsa igiene personale o
del partner

d)Anello vaginale
Cosa sono?
Si trasmettono per contagio durante le attività sessuali.

Regola generale:

USA I PROFILATTICI (maschili o femminili) SEMPRE E FIN
DALL' INIZIO!

QUANTO NE SAI?
Facciamo un
gioco!
Full transcript