Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Umanesimo

No description
by

Jacopo Fogolari

on 12 October 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Umanesimo

Umanesimo
&
Rinascimento

Intellettuali
&
Pubblico
Umanesimo
Rinascimento
Sopravvive la figura dell'intellettuale comunale che partecipa alla vita politica del Comune.
Domina però la figura dell'intellettuale cortigiano.
La subordinazione al potere differenziano l'intellettuale cortigiano da quello cittadino.
Mobilità nel territorio ,fonte di circolazione di idee.
La cultura umanistica è strettamente elitaria e di conseguenza anche il pubblico, distacco tra la cultura 'alta' e popolare.
Centri di produzione e diffusione
Umanesimo
Rinascimento
Created by "I Lanzichenecchi"
I lanzichenecchi furono un gruppo mercenario che combattè per il sacro romano impero tra il XV e XVII secolo. Nel 1527 furono impiegati durante il sacco di Roma. Abbiamo scelto proprio questo nome poichè bisogna ricordarsi che al periodo di rinascita culturale, artistica e intelletuale si sovrappose anche un periodo di instabilità di governo e di guerre che sconvolse profondamente la penisola italiana.
Mecenatismo:
Economia
Politica
Società
Politica
Umanesimo:
gli stati italiani espandono i confini;
1454 pace di Lodi, inizia periodo di pace, stabilità e ripresa economica;

Rinascimento:
nel 1494 viene meno la pace di Lodi;
l'Italia subisce l'invasione degli stati europei;
1559 pace di Cateau-Cambrésis;
Nord europa si diffonde la riforma protestante;

Economia
Umanesimo:
ripresa economica;
abbandono dell'attività mercantile per l'attività agricola;
i profitti vengono spesso spesi in generi di lusso e nel mecenatismo;

Rinascimento:
periodo di recessione;
L'asse economico si sposta dal Mediterraneo all'Atlantico;
nel Nord Europa si sviluppa il capitalismo ;


Società
Umanesimo:
unione tra borghesia e aristocrazia
ideali sono la fusione dei valori mercantili a quelli cortesi
divario tra classi sociali

Rinascimento:
La povertà economica colpisce ceti più bassi
rifeudalizzazione dei rapporti sociali.
Prevale il letterato cortigiano, vive alle dipendenze del principe perdendo indipendeza, ma ottiene prestigio.
Non sentendosi più soddisfatto l'intellettuale cerca nuova identità nelle accademie.
­La ricerca di una collocazione stabile porta nolti intellettuali alla carriera ecclesiastica.
Nuova collocazione diviene anche l'editoria
introduzione della stampa porta diffusione di testi.
Umanesimo
Corte: centro di elaborazione e consumo della cultura, si isola dalla realtà ma rimane un ambiente vivo e ricco di stimoli.

Accademia: istituzione nuova del '400, luogo di scambio di idee e di conversazione. Grande ammirazione per le scuole filosofiche antiche.

Bottega: gli artisti acquistano prestigio e sono ammessi a corte. Nasce la bottega dello stampatore, luogo di incontro, e iniziano a formarsi le biblioteche pubbliche che fanno circolare i libri. Si potenzia con la stampa.

Università: continuano a formare per le professioni, ma si ritrovano spesso in contrasto con i nuovi indirizzi della cultura umanistica, conservando un indirizzo aristotelico.
Rinascimento
Accademia: ottiene la protezione di signori risultando sempre più sottoposte, si occupa della codificazione alla conservazione della cultura.

La stampa: vi è un'affermazione della stampa, fornisce la rapida circolazione della cultura, il pubblico diviene interlocutore diretto nei confronti dello scrittore.
La questione linguistica
I primi umanisti scrivono le loro opere esclusivamente in latino, ridando vita ai vecchi classici. Verso la metà del secolo il volgare comincia a riprendere piede come lingua di cultura, in primo luogo a Firenze, riacquistando dignità letteraria grande libertà e varietà linguistica.

Si svolgono discussioni linguistiche. Si sceglie il latino come esigenza letteraria di unità culturale. Si ritorna al volgare solo se ne si riconosce la pari dignità nei confronti del latino.

La scelta puristica di Pietro Bembo, considerata arbitraria, immutabile e distaccata dalla realtà, propone come modello la poesia di Petrarca e la prosa di Boccaccio, ribadendo l’aspirazione a un’unità letteraria. In Italia rimane grande varietà di forme dialettali.
Veronese, Bembo, Mantegna, Bellini, Capraccio
Corte degli Sforza.
da Vinci, Bramante
Corte dei Gonzaga.
Poliziano, Mantegna, de Feltre
Corte prima dei Marchesi e poi degli Este
Veronese, Copernico

Raffaello, Michelangelo
Corte aragonese.
Beccadelli, Valla, Pontano, Sannanzaro
Corte de'Medici.
Donatello, Brunelleschi, Berni
Tendenza a favorire le arti e le lettere, accordando un generoso sostegno a chi le coltiva. Oggi il termine è riferito anche all'attività di appoggio finanziario
Le idee e le visioni del mondo
Le idee dell'età umanistica sono molto simili a quelle dell'età rinascimentale, con solo piccole differenze.
Visione antropocentrica
UOMO AL CENTRO
DOMINA SE STESSO
SICURO DEI PROPRI MEZZI
PIENO DI FORZE
ESALTA LA SUA DIGNITA'
RISCOPERTA CLASSICI LATINI E GRECI
IMITAZIONE
NASCE IL FILOLOGO
STUDIO DEL LATINO E DEL GRECO
LA LETTERATURA ASSUME CENTRALITA'
Edonismo:
Concezione filosofica secondo la quale il piacere è il bene sommo dell'uomo e nella vita si deve cercare il suo conseguimento.
Umanesimo e Rinascimento in breve
Durante il Qattrocento a cominciare dall'Italia avviene una svolta della civiltà e l'inizio di una nuova era, designata come Rinascimento. Si è soliti riconoscere due fasi di questa era: quella umanistica e quella rinascimentale. La prima coincide con il XV secolo circa, mentre la seconda occupa i primi decenni del XVI secolo. Le due fasi seppur appartenenti ad un unico periodo presentano comunque una fisionomia specifica propria.
ANGELIN LEONARDO
COMICI LAURA
DELLE VEDOVE GIULIA
FOGOLARI JACOPO
MADRASSI VALENTINA
Full transcript