Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

COMUNICAZIONE

No description
by

Eva Kumria

on 18 November 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of COMUNICAZIONE

COMUNICAZIONE
:

- La comunicazione prevede il fatto stesso del
"condividere" (dal latino: [communicare], mettere in comune).


Esiste quando i suoi componenti si percepiscono e sono percepiti come suoi membri, quindi si sentono e sono visti come parte dell'insieme.
GRUPPI
TIPI DI GRUPPI
ristretti ed estesi
spontanei e istituzionali
primari e secondari
formali e informali
ristretti
composti di un numero limitato di persone

esempio:
fmilia, amici -->> interagiscono tra di loro frequentemente
estesi
composti di molti membri: si tratta dicollettività organizzate

esempio
:
partiti politici;
imprese;
aziende;
sindaci;

spontanei
gruppi che si formano liberamente

esempio
:
gruppi di amici;
comitive in gita;
ragazzi ce si incontrano per andare in discoteca;
istituzionali
costituiti di organizzazioni

esmpio
:
classe di una scuola;
membri del parlamento;
Nazionale di calcio;
primari
sono ristretti e spontanei,
si creano relazioni regolari e dirette, fondate su rapporti intimi e una comunicazione "faccia a faccia"
obbiettivi:

il soddisfacimento dei bisogni biologici e psicologici di ogni singolo componente.
secondari
estesi e interagiscono su basi temporanee
-Si prefiggono un obiettivo specifico. --Non sono fondati si legami affettivi.
possono essere:
secondari e istituzionali:
aziende, sindaci che organizzano, distribuiscono e coordinano il lavoro
secondari spontanei:
decidono di fondarsi per organizzare qualcosa
formali
quelli secondari istituzionali, regolate da norme esplicite, scritte e non prodotte dal gruppo.
informali
quelli primari e secondari spontanei.
Le norme sono implicite, non scritte e si creano, evolvono e si modificano con la libera interpretazione tra i componenti.
TECNICHE DELLE COMUNICAZIONI
Eva K.
FINE.
Full transcript