Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Tecnologia, il legno

Legno, I media
by

F P

on 11 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Tecnologia, il legno

IL LEGNO
da cosa è formato il legno?
le componenti biologiche principali dei tessuti del legno sono la
cellulosa (60%)
, di cui sono fatti i tessuti cellulari e la
lignina (30%)
una specie di colla naturale che tiene unite le fibre e conferisce robustezza,
acqua

(10%)
e sali minerali, oli essenziali, sostanze gommose..
le sue proprietà
come è fatto dentro
lavorazione primaria
dalla materia prima al semilavorato
Taglio
dal semilavorato al prodotto finito
meccaniche
resistenza a flessione
durezza
(resistenza ad essere penetrato)
resilienza
(r. ad urti senza subire rottura o fessurazioni)
elasticità
tecnologiche
fendibilità
proprietà di spaccarsi aprendosi regolarmente lungo il senso delle fibre.
curvabilità

attitudine al taglio
attitudine alla pulitura
fisiche
densità
kg/mc
igroscopicità:
capacità di assorbire acqua
ritiro
: tendenza a ridurre il volume per perdità di umidità
resistenza al fuoco
conducibilità
(termica, elettrica) il legno è un ottimo isolante e coibente
Stagionatura
Abbattimento
Trasporto
la legna una volta preparata può essere trasformata in pali, travi,listelli, tavoloni etc... per l'edilizia passando dalle segherie oppure essere trasformate in compensati passando dalle industrie deil compensato ed in seguito in mobilio.
lavorazione secondaria dal semilavorato al prodotto finito
legno compensato
1 e 2
Il compensato
: i pannelli di compensato si ottengono incollando fra loro un numero dispari di fogli di legno, in modo che i vari strati abbiano le fibre alternativamente perpendicolari tra loro: questo conferisce ai pannelli un notevole aumento della resistenza. Si definiscono compensati veri e propri quelli composti da soli 3 strati con uno spessore tra i 3 e i 6 mm; i pannelli che hanno più di tre strati, con spessore superiore a 8 mm prendono il nome di
multistrato
.
I paniforti
: i paniforti sono ottenuti da listelli a sezione quadrata o rettangolare incollati l’uno accanto all’altro e racchiusi tra due piallacci con le fibre disposte in senso ortogonale a quelle dei listelli. I due strati esterni sono in genere di legno pregiato per esigenze estetiche. I paniforti risultano molto resistenti e sono usati per la costruzione di mobili.
3
Il tamburato
: i tamburati sono pannelli di legno formati da un’anima di listelli incrociati tra loro o disposti a nido d’ape, rivestiti da due strati esterni di compensato. Sono più leggeri dei paniforti e possono avere uno spessore maggiore. Hanno gli stessi impieghi dei paniforti.
4
I pannelli truciolati
: i pannelli truciolati hanno basso costo, in quanto per la loro produzione si usano gli scarti delle operazioni primarie: rami, radici e trucioli di segatura ridotti in minuscole schegge, incollati tra loro e pressati ad alta temperatura. I pannelli così ottenuti vengono per lo più rivestiti di piallacci pregiati o di laminato plastico.
5 e 6
Prof.ssa Federica Pilotti
come è fatto - lavorazione del legno
come è fatto
produzione del compensato
Full transcript