Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Bruno Munari

No description
by

colette paolì

on 7 September 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Bruno Munari

Il Posacenere cubico
L'orologio "Tempo libero"
L’orologio “Tempo libero” che fu prodotto a partire dal 1994 (ma che viene prodotto tuttora) da Swatch. Munari fu chiamato a produrre questo orologio da Alessandro Mendini, allora direttore artistico di Swatch. Lui pensò a dodici piccoli dischi con i numeri delle ore che, posti trai due vetri sul quadrante, possono muoversi liberamente ad ogni movimento del polso. Munari, con la sua proverbiale ironia, si prese gioco del concetto di tempo frenetico e inesorabile dei giorni nostri, e di chi lo considera solo “denaro”. I dodici dischi indisciplinati ci fanno riflettere che forse non è importante sapere esattamente che ora sia, bensì di riuscire a sforzarci di fare del nostro un Tempo Libero, e non una Schiavitù. € 300,00.
L'abitacolo
"..Eppure la gente quando si trova di fronte a certe espressioni di semplicità o di essenzialità dice inevitabilmente: ‟Questo lo so fare anch’io", dando così poco valore alle cose semplici perché a quel punto diventano ovvie.
In realtà quando la gente dice quella frase intende dire che lo può rifare, altrimenti lo avrebbe già fatto prima..
..La semplificazione è il segno dell’intelligenza".

Bruno Munari
Lampada Falkland
"Un giorno sono andato in una fabbrica di calze per vedere se mi potevano fare una lampada.....

-Noi non facciamo lampade, signore.
-Vedrete che le farete.

.....E così fu".

Bruno Munari
Bruno Munari
Biografia
Munari Bruno (Milano 1907-98) pittore e designer italiano. Esordì partecipando, dal 1927, alle mostre futuriste della Gall. Pesaro di Milano. Nel 1933 espose per la prima volta le "macchine inutili": strutture da appendere, mobili nello spazio e quindi in continua trasformazione, formate da elementi geometrici. Esponente di rilievo del MAC della sua fondazione (1948), condusse un'incessante ricerca sperimentale, volta a indagare le forme della visione e le possibilità percettive. A queste esperienze affiancò un intenso lavoro di progettazione e di opere d'arte programmate, moltiplicabili e componibili.
Il posacenere cubico inizialmente era realizzato in ottone e veniva fatto completamente a mano. [4x4x4]
Si tratta di un oggetto estremamente semplice: un modulo costituito da un cubo polimerico aperto su un lato e da una striscia piegata.
L'oggetto risulta estremamente funzionale: contiene la cenere e i mozziconi, li nasconde alla vista e ne evita l'accidentale versamento.
Negli anni '60 cambiarono i suoi materiali: Alluminio anodizzato e melammina.
Oggi chiamato CUBO, è ancora prodotto e venduto dalla Danese. €50.
Bruno Munari presentava il suo “Abitacolo” nel lontano 1971 come un nuovo spazio per i ragazzi, prodotto da Robots, raggiunse l’intento di permettere ai più giovani di lasciare tutto in uno stato di ‘ordinato disordine’ per sentirsi protetti dai giochi, dai libri, dagli oggetti familiari durante il sonno.
Premiato nel 1979 con il prestigioso Compasso d’Oro, è stato poi incluso nella collezione del Moma.
Quelli di Kids Love Design, infatti, hanno deciso di mettere a disposizione “Abitacolo”, distribuendo su scala internazionale il prodotto che è ancora saldamente di proprietà della Robots. Permette di far crescere i propri figli all’interno di una delle strutture che hanno rivoluzionato il concetto di camera per bambini. Un oggetto intramontabile proprio in virtù delle infinite possibilità di personalizzazione. €1515.00.
Chi è Bruno Munari?
La scimmietta Zizì
La simpatica scimmietta zizì è costituita da uno scheletro a "fili attorcigliati" in fil di ferro cotto e il corpo di poliuretano espanso. Per quanto riguarda l'imballo si è mantenuto il disegno originale con il motivo a rete su un involucro trasparente; l'apertura vuol sottolineare l'importanza data da Munari al sacchetto come elemento del progetto.
Chi lo apre libera la scimmietta dalla gabbia in cui era costretta: un gesto che è l'avvio di una stretta e lunga amicizia con Zizì.
Diffusore in maglia
elastica tubolare bianca,
struttura in alluminio naturale.
La forma della lampada ‘Falkland’ nasce
dalla tensione di un tubo di filanca e dal peso
di alcuni anelli metallici: è una forma spontanea, generata unicamente dalla tensione delle forze
interne che la compongono.
Sette anelli di metallo di diametri diversi, un tubo di filanca bianco, una sola lampadina e un riflettore in alluminio che riprende la forma delle curve del tessuto.
Semplicità, efficienza, minimo
ingombro di stoccaggio e massima resa formale.
Alta più di un metro e sessanta, si compatta nella confezione in pochi centimetri di spazio, la luce
filtra dal tubo, utilizzando la texture del
tessuto per creare un caratteristico
effetto di luminosità morbida
e diffusa.
€271,22.
1958 .

Scultura da viaggio ottenuta da un unico foglio di alluminio, la scultura viene ottenuta piegando in un colpo solo il foglio, i tagli e le liee da piegare sono tracciate mediante un bagno grazie all'azione corrosiva di un acido.
Le "Sculture da viaggio"
"Certamente i collezionisti che vogliono spendere bene il loro denaro le vogliono di bronzo, magari il calco di una patata, ma di bronzo.
Io non penso ai collezionisti quando faccio le mie ricerche... ed è perciò che alcune sculture sono presentate addirittura in cartoncino, alcune sono realizzate in metallo o legno, una è di carta velina, leggerissima come un aquilone per i viaggi in aereo..."

Bruno Munari
Full transcript