Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

IL TURISMO ENOGASTRONOMICO

No description
by

Anna Gravante

on 28 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL TURISMO ENOGASTRONOMICO

IL TURISMO ENOGASTRONOMICO
IN
IT
AL
IA

ITALIA: LEADER MONDIALE NEL SETTORE ENOGASTRONOMICO
La consapevolezza della forza dell'enogastronomia italiana è chiara da tempo. L'Italia è conosciuta da oltre il 10% della popolazione mondiale per il cibo e dal 4% per il vino.
Una "reson why" in grado di attirare il turista o di alimentare il commercio con un passaparola che non è fatto di vocaboli ma di sapori, fragranze, piaceri ed emozioni.
Il turismo enogastronomico ha permesso di coniugare l'esperienza straordinaria del fare turismo a un desiderio di ritorno alla disciplina della terra (e ai suoi prodotti locali, tipici, autentici). Si uniscono così la dimensione dello svago con la ricerca di una radice antica e vera, la spensieratezza, la profondità.
IDENTIKIT DEL TURISTA ENOGASTRONOMICO
Maschio, adulto, diplomato ma spesso anche laureato, sposato e padre che lavora da indipendente, con una prevalenza netta degli uomini sulle donne. Il turista enogastronomico ha un'età compresa tra i 30 e i 50 anni e spesso vive tale esperienza in coppia (49,8% degli italiani; 35,1% degli stranieri).
Il diploma è il titolo di studio più diffuso tra i nostri connazionali, mentre la laurea lo è tra gli stranieri.

Sotto un profilo evolutivo, il turista enogastronomico è oggi un consumatore più evoluto ed attento.
MANGIARE E BERE:
UN "MUST" INDEROGABILE
La qualità del mangiare e del bere è un fattore che può condizionare la valutazione di una vacanza. Un elemento che per certi versi viene dato per scontato, un "MUST" al quale non si può derogare, anche in questo caso più per gli stranieri che per gli italiani.
..E...
I turisti scelgono il Belpaese perchè ha il maggior numero di prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp) riconosciuti in Europa, ben 4698 prodotti alimentari tipici ottenuti secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni ma anche il maggior numero di aziende agricole che coltivano biologico (50.000).
E' un'offerta che cresce e che conferma i primati dell'agricoltura italiana tutta bologica che HA SCELTO DI NON COLTIVARE OGM.
Un'Italia unita dai sapori....
La qualità del cibo è diffusa lungo tutto il territorio.
La Toscana, con i suoi 436 prodotti tipici, è la regione che si colloca al primo posto, seguono la Campania (387), il Lazio (384) e il Veneto (371).
Campania
La

Campania

è una terra d'elezione per il turismo enogastronomico: la sua cucina, infatti, si caratterizza per piatti ed ingredienti simboli del

made in Itay: pizza, mozzarella, pasta, pomodoro e basilico!
La cucina napoletana ha, spesso, all'estero, rappresentato l'intera gastronomia italiana. E' per i napoletani che si coniò il termine
"mangiamaccheroni"
con i quali si identificavano tutti gli emigrati italiani in giro per il mondo.

Tale epiteto non è oggi più sinonimo di marginalità, bensì simbolo di appartenenza ad una cultura gastronomica fra le più apprezzate!!
Ciclo di vita del turismo in Italia
Il turismo enogastronomico è collocato nella fase di "
sviluppo
" del ciclo di vita del turismo in Italia. Questa mercato merita una particolare attenzione per i forti tassi di crescita a livello sia nazionale che internazionale. L'Italia detiene un forte vantaggio competitivo tale da assicurarle una prevedibile posizione di leadership per un significativo periodo di tempo. In questo contesto, la
CAMPANIA
possiede una quantità di risorse e una fama associata ad alcuni prodotti di grandissima diffusione non ancora sufficientemente valorizzate e tale da incidere molto su questa posizione di crescita del Belpaese.
Punti di Forza
Disponibilità di risorse enogastronomiche di richiamo internazionale e di numerosi prodotti tipici di cui sta rapidamente crescendo la notorietà.
SWOT
Turismo enogastronomico campano
Punti di Debolezza
Inadeguato livello di diversificazione dell'offerta con scarsa presenza di strutture ricettive di tipo alternativo, quali, agriturismi, bed&breakfast, borghi-albergo.
Opportunità
Minacce
Crescente importanza delle motivazioni enogastronomiche come elemento determinante della domanda turistica.
Riduzione della durata media dei soggiorni turistici; necessità di rispondere a richieste personalizzate; maggiore attenzione alla corrispondenza caratteristiche servizio-costo del servizio; l'incremento delle decisoni last minute accrescono la necessità di flessibilità del sistema.
Turismo enogastronomico
Il turismo enogastronomico ha come obiettivo la valorizzazione dei prodotti e dei territori agricoli attraverso la visita ad aziende, la degustazione di produzioni tipiche e di piatti locali, consentendo ai visitatori di riscoprire quel legame naturale che lega un alimento al suo territorio di origine.
Cosa spinge un turista all'esperienza enogastronomica?
Cosa spinge un turista all'esperienza enogastronomica?
Motivazioni fisiche:
Il piacere che discende dal buon mangiare e dal buon bere.

Motivazioni culturali:
La curiosità di entrare in contatto con nuove culture, realtà e luoghi per accrescere il proprio bagaglio culturale.

Motivazioni interpersonali:
Facilitare il processo di conoscenza con altre persone e di rafforzare legami esistenti.

Motivazioni di status:
La possibilità di mangiare certi cibi o di scegliere certi luoghi è sempre stata un fattore di distinzione di classe.
Il turismo enogastronomico ha permesso di coniugare l'esperienza straordinaria del fare turismo ad un desiderio di ritorno alla disciplina della terra e ai suoi prodotti locali, tipici, autentici. Si uniscono così la disciplina dello svago con la ricerca di una radice antica e vera, la spensieratezza e la profondità.
Fonte:Osservatorio Nazionale Turismo
L'importanza dell'enogastronomia nella scelta di altre valutazioni di vacanza
Fonte: Osservatorio Nazionale Turismo
Fonte: Osservatorio Nazionale Turismo
Italiani e stranieri a confronto
Fonte: Osservatorio Nazionale Turismo
Il cibo e la buona cucina sono per il 61% degli italiani il simbolo del made in Italy, battendo la cultura e l'arte fermi al 24%, la moda con l'8%, la tecnologia al 3% e lo sport al 2%.
Il 45% degli stranieri sono particolarmente attratti dalle specialità alimentari made in Italy, il restante 55% sono attratti, invece, da altri settori (arte e cultura, moda, tecnologia..).
Strumenti di ricerca per mete enogastronomiche
Gli stranieri più degli italiani danno molta importanza all'enogastronomia nelle loro scelte turistiche.
Eventi in Campania
La Campania ha registrato negli ultimi anni un bilancio decisamente positivo grazie a numerosi eventi quali visite in vigna, degustazioni in cantina e pranzi all'aperto. Nell'ultima 22esima edizione di "Cantine Aperte" (Maggio 2014), molte aziende campane hanno aperto le loro cantine ad appassionati, esperti e curiosi consentendo loro di vivere per un giorno la vita in vigna, l'esperienza dell'enologo e degustare prodotti e vini tipici del territorio.
Expo 2015: un germoglio per il Padiglione Italia
Un
germoglio tricolore
, "l'idea del vivaio" quindi dei "giovani del futuro", è il logo del Padiglione Italia a Expo 2015. Rappresenta tutta l'Italia nelle sue tante articolazioni, le sue moltissime diversità ma in una maniera da cui emerge l'unità.
Grazie alla stretta connessione con il tema dell'evento "
Nutrire il Pianeta. Energia per la vita
", il nostro paese avrà l'opportunità di rilanciare la nostra immagine, presentandosi a livello internazionale, come terra del benessere, d'arte, di storia e di cultura, facendo leva su quelle eccellenze artistiche,
CULINARIE
, storiche e tecnologiche che la distinguono e che verranno valorizzate all'interno dell'esposizione stessa.
GRAZIE
Anna Gravante A07001247
Teresa Merola A07000705

Corso: Turismo e Beni Culturali A.A. 2013/2014
Full transcript