Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Le Donne (The Women)

"Le donne che hanno cambiato il mondo,non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza.." cit. Rita Levi Montalcini
by

Alessia Bleve

on 30 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Le Donne (The Women)

"E' della natura femminile
illuminare il mondo..."

Maria Montessori
.
Maria Montessori
Antonia Pozzi
Maria Cumani
Camille Claudel
Isadora Dunkan
Marie Curie
Sibilla Aleramo
Anna Kuliscioff
Rita Levi Montalcini
Simone De Beauvoir
Le Donne che hanno
illuminato il 900'

Joan Baez
Marguerite Yocenaur
.
Rita Levi Montalcini
La storia di ogni tempo, e di oggi in particolare,
insegna che...le donne verranno dimenticate
se si dimenticano di pensare a loro stesse.
Louise Otto-Petein
Montessori e Mussolini
Viene fondata la A.M.I (Associazione Montessori Internazionale).
Prime incompressioni con il partito fascista che cerca di strumentalizzare le sue scuole per la sua propaganda.
1929
1934
la Montessori è emerginata dalla cultura fascista.
Dimissione dall'A.M.I
La Montessori costretta e minacciata dal partita fascista abbandona l'Italia
1933
Ritorno in Europa della Montessori per continuare la sua opera pedagogica.
1946
Maria Montessori (1870-1952) è stata una pedagogista, scienziata, medico e filosofa e femminista.
Si iscrisse alla facoltà di Medicina di Roma, diventando così la prima donna Medico in Italia. Si interessò successimante al recupero dei bambini.
Fin dalla presa del potere il fascismo si era prodigato per escludere le donne dal mondo del lavoro, per limitare l'istruzione, per sbarrare loro l'accesso al voto. Per far diventare l'Italia una grande potenza erano necessari figli, molti figli.
"LA DONNA DEVE UBBIDIRE..NEL NOSTRO STATO ESSA NON DEVE CONTARE" cit. Mussolini
"Questo libro nasce dal desiderio di rinverdire la memoria collettiva in un momento in cui sembra particolarmente opaca e stanca. Molte volte ci siamo sentite dire che il passato è ormai finito, morto e quindi a che vale ricordare? Ci siamo sentite dire che era una barba ... [...] Soltanto quando da parte di persone non di fede fascista è stato detto pubblicamente che il fascismo in fondo è da rivalutare perchè <<ha fatto molte cose buone per le donne>>, soltanto allora qualcosa si è rivoltato nelle nostre coscienze: possibile che ciò che appariva così chiaro, così preciso e riconoscibile venisse intorbidato da uno sguardo nostalgico e cieco? Possibile che si voglia riesumare un passato di mortificazione femminile da cui siamo usciti con tanta fatica e dolore??..."

cit. PICCOLE ITALIANE
"Uno scienziato nel suo laboratorio non è soltanto un tecnico, è anche un fanciullo posto di fronte a fenomeni naturali che lo impressionano come un racconto di fate."
cit. Marie Curie
Marie Curie
Marie Sklodowka conosciuta anche come Marie Curie (1867-1934) è stata una chimica e fisica polacca.
Nel 1903 fu insignita del premio Nobel per la fisica (assieme al marito Pierre Curie) e, nel 1911, del premio Nobel per la chimica:
"per la scoperta degli elementi radio e polonio, per l’isolamento del radio e lo studio della natura di questo elemento"
Intuendo che la radiazione era una proprietà atomica dell'elemento uranio, ma che potevano esistere altri elementi con caratteristiche simili, la Curie inventatò il termine "radioattivo" per designare elementi instabili, il cui nucleo decadeva con emissione di radiazione.
Nuclei instabili: perché?
In natura esistono:
circa 270 nuclei stabili
circa 1000 nuclei instabili
In laboratorio si sono
prodotti artificialmente
1500 nuclei instabili
In natura non tutti i nuclei sono stabili. Un nucleo non stabile è destinato a decadere in un altro nucleo con minore massa mediante l’emissione di energia. La radioattività o decadimento radioattivo, dunque, è un insieme di processi tramite i quali dei nuclei atomici instabili emettono particelle subatomiche per raggiungere uno stato più stabile.

Un parametro importante per la caratterizzazione di un nucleo radioattivo è il tempo di dimezzamento T½ , ossia il tempo impiegato dal numero di nuclei per ridursi a metà
Rita Levi Montalcini (1909-2012) è stata scienziata italiana più famosa. Era la diva della scienza. Una piccola, grande donna che affascinava per l’eleganza sempre impeccabile e incantava per l’intelligenza, la tenacia, lo slancio verso il futuro, a dispetto dell’età. “ Il corpo faccia quello che vuole, io non sono il corpo, io sono la mente”. Premio Nobel (nel 1986, per la medicina), nonché Nobel più longevo della storia, ha consacrato la vita alla ricerca, battendosi fin da giovanissima e sfidando persino la vecchiaia con spirito indomito.
All'inizio del Novecento si scoprì che l'esposizione a piccole dosi di radioattività si poteva usare per curare il cancro, oppure che i raggi gamma potevano sterilizzare delle apparecchiature mediche,
perché uccidono facilmente i batteri. Questa loro capacità battericida
li rende utili anche nella
sterilizzazione
delle
confezioni alimentari.
Impianti biotecnologici
Nelle industrie biotecnologiche,
la sterilizzazione è un step
molto importante. La sterilizzazione ad irraggiamento viene
utilizzata soprattutto nell'industria alimentare per conservare i cibi.
Nilde (Leonilde) Iotti
Nilde Iotti, all'anagrafe Leonilde Jotti (1920-1999), è stata una politica italiana, prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera dei deputati. Occupil posto più alto di Montecitorio per tre legislature, dal 1979 al 1992, conseguendo un primato finora incontrastato nell'Italia repubblicana.
I raggi gamma sono una forma di radiazione elettromagnetica, appartenente allo spettro elettromagnetico, prodotta dal cosiddetto decadimento gamma.
Analisi Chimica
In conclusione...
D
o
nne
dignità
forza
lavoro
libertà
diritti
indipendenza
emancipazione
istruzione
maternità
sport
lotta
L
i
bertà

&
Si possono avere
vari tipi di
decadimento
radioattivo
Decadimento Alpha
Decadimento Gamma
In questo decadimento il nucleo emette una particella alpha, ovvero un gruppo di due neutroni e due protoni. Si tratta di una particella molto stabile.
Il decadimento gamma è un fenomeno in cui il nucleo passa da uno stato di energia di alto livello a uno più basso. Quando un elettrone salta da un livello energetico all’altro rilascia una luce di fluorescenza della potenza di pochi eV. Quando il cambio riguarda particelle del nucleo vengono rilasciate energie di keV e quindi vengono emessi raggi gamma.
Uses
of
Radiation
Medical uses
Industrial uses
Le equazioni differenziali
&
Il decadimento radioattivo
Il tempo di dimezzamento indica il tempo che la sostanza impiega per dimezzare la quantità dei suoi nuclei instabili.
Laurea in lettere
Nel 1943 iscrizione PCI
e partecipazione alla resistenza.
Adesione Gruppi di Difesa
della Donna antifascista.
Presidente dell'Unione
Donne Italiane.
Relazione con
Palmiro Togliatti
L'età della giovinezza
.
Sibilla Aleramo
Sibilla Aleramo pseudonimo di Rita Faccio (1867-1960) è stata una scrittrice italiana, e attivista per l'emancipazione della donna.
La prima parte:
Fallimento
matrimonio
genitori;
Matrimonio
combinato nascita
del figlio Walter;
Due tentati
suicidi;
Collaborazioni con riviste
femministe (Vita Moderna)
La seconda parte:
Direzione rivista
"ITALIAFEMMINILE"
Separazione dal marito e abbandono del figlio;
1906 pubblicazione del
romanzo "UNA DONNA"
Relazione con
G.Cena
La terza parte:
Inizio piccole
occasionali relazioni;
Compromesso con il fascismo;
Dal 1919 al 1921
pubblicazione di
diverse opere;
Definita "LAVATOIO
SESSUALE DELLA
CULTURA ITALIANA"
cit. Pezzolini
La quarta parte:
Iscrizione
al PCI
Periodo lunga
malattia, morte nel 1960
Relazione con Franco Mattacotta.
Una
Donna
La protagonista è una giovane donna che dopo una fanciulezza libera, dominata dalla figura del padre; conosce una progressiva chiusura a causa di alcuni traumi.
Dopo la nascita del figlio inizia un'attività intellettuale come saggista che la lega ad ambienti intelletuali femministi che la
spingono ad evadere dalla sua
famiglia. Raggiunge il successo a
Milano, ma è costretta ad abbandonare
il figlio.
"Per il babbo avevo un'adorazione illimitata; era lui il meraviglioso esemplare per la mia piccola individualità: lui che mi rappresentava la bellezza della mia vita."
"Ed è per questo che scrissi; le mie parole lo raggiungeranno."
KILL THE CANCEROUS TISSUE
REDUCE THE
SIZE OF
THE TUMOR
REDUCE
PAIN
CONSERVE
FOOD
STERILIZE MEDICAL
EQUIPMENT O INDUSTRY
REACTORS.
Chiusura
dell'A.M.I.
1939
Full transcript