Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Amore e Psiche

No description
by

Annalisa Traversi

on 8 May 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Amore e Psiche

PLATONE
L'interpretazione della novella di Amore e Psiche si basa sul concetto di
emanazione
:
Psiche, ossia l 'anima razionale deriva da un principio eterno ed universale l'Uno (il mondo degli dei)
l'anima è il principale fattore che partecipa all'essenza dell'Uno
l'eccessivo interesse di Psiche per le cose mortali e materiali la porta a dover compiere delle prove (come nella novella)
essendo l'anima, però, parte dell'Uno essa supera le prove e diviene libera
MARSILIO FICINO
All'interno della letteratura rinascimentale Ficino si interessò in modo particolare all'opera di Apuleio "Le Metamorfosi".
Per Ficino l'anima (Psiche) è intesa come
elemento
medio di
congiunzione
tra il mondo sovralunare: Dio (Giove) e angelo (Cupido), e quello sublunare materiale (le due sorelle). Da questo ragionamento nasce l'interepretazione che Cupido, in cerca della bellezza, alla visione di essa (psiche) la eleva all'assoluto e le concede le ali per poter scappare da Venere (la libido)e ritornare al proprio mondo celeste.
ARISTOTELE
L'influenza del pensiero aristotelico della fiaba di Amore e Psiche è presente:
Vladimir Propp
Bruno Bettelheim

Psicoanalista austriaco, studiò grazie all'aiuto dell'antropologia culturale i significati più profondi e reconditi delle fiabe.
Per Bettelheim la fiaba più diffusa nella tradizione occidentale è quella dello
sposo-animale
, un cui un'eroina dovrà, per salvare la situazione (ad esempio: salavre la sua famiglia), sposare quest'uomo dalle sembranze animalesche.
Amore e Psiche
INTERPRETAZIONI
DEL MITO:

Filosofiche
Psicoanalitiche
Le Metamorfosi (Asino d'oro)
Apuleio
Le Metamorfosi costituiscono l'opera maggiore realizzata da Apuleio.
Genere
: romanzo
Suddiviso in
: XI libri
Registro stilistico/linguistico
: realistico, per rendere più reale il racconto adatta il linguaggio in relazione al personaggio che prende parola
Trama
: il romanzo narra le avvanture di un giovane, Lucio, che viene ospitato in Tessaglia da una signora, una maga devota alla dea Iside e al dio Osiride. Incuriosito dai riti magici, Lucio volle provrare un incantesimo per trasformarsi in gufo, ma non essendo partico sbagliò e si trasformò in asino. Succesivamente, dopo essere stato più e più volte venduto e aver vissuto diverse avventure, gli apparve in sogno la dea Iside che gli svelò il modo per tornare uomo. Lucio ascoltò il consiglio di Iside, ritornò ad essere uomo, e decise in seguito di divenire sacerdote di Osiride.
Il mito di
Amore

e Psiche
Autore
:Antonio Canova
Data
: 1788-1793
Materiale
: marmo bianco
Altezza
: 155 cm
Ubicazione
: Louvre, Parigi
Al centro del romanzo (da IV 28 a VI 24) Apuleio inserisce la fabula di Amore e Psiche.
La novella narra la storia di una fanciulla, la più giovane e bella delle figlie di un re. La sua bellezza era tale da essere venerata e desiderata come fosse una dea, tantochè Venere divenne furiosa considerando la bellezza della fanciulla come un affronto personale. Così, invio sulla Terra il figlio Amore per punirla, ma egli si innamorò di lei. La portò a palazzo,e giacque con lei ogni notte senza svelare la sua identità. Incuriosita, Psiche una sera volle scoprire l'identità del suo amante (a Psiche era stato vietato di poterla vedere), venne cacciata da palazzo. Innamorata di Amore, per poterlo riavare fu costretta a superare ardue prove, che superò grazie all'aiuto di altre divinità e potè sposarsi con Amore.
All'interno del romanzo e del mito sono presenti diversi elementi che li accomunano, in quanto Psiche è considerata l'alter ego di Lucio, come:
la curiositas,il desiderio di conoscere oltre i limiti
infrazione di un divieto (limite)
la punizione --> metamorfosi/prove
percorso di redenzione e salvezza
Etnologiche
Fu un linguista e antropologo russo che si interessò di storie di folklore,ed analizzò la funzione e la struttura delle fiabe.
Egli giunse alla conclusione che le fiabe avevano origine da
riti di iniziazione
,ovvero riti di passaggio a cui i giovani adulti erano sottoposti per poter passare ufficialmente all'età adulta. Con il passare del tempo questi riti non vennero più celebrati, ma le fiabe costituiscono il
ricordo
di essi.
Per Propp, la struttura delle fiabe segue uno schema ben preciso che tende a ripetersi. Esso è presente anche all'interno del mito di Amore e Psiche:
allontanamento
Psiche viene allontanata da casa per l'invidia di Venere
proibizione
Psiche non dovrà mai vedere il volto dell'amato
violazione
Psiche scopre il volto dell'amato
delazione
perfidia
complicità,
quando le sorelle di Psiche, invidiose del suo fututo, insinuano nella mente della sorella che il suo amato non vogli amostrarsi perchè nasconde sembianze di un mostro
dannaggiamento
Amore lascia Psiche e la caccia
salvezza
raggiunta dopo il superamento di alcune sfide grazie all'aiuto di mezzi magivi e divinità
trasfigurazione
Psiche diventa una dea
matrimonio
Di questo genere la fiaba più antica è:
AMORE E PSICHE
Mentre la più attuale è : La
BELLA E LA BESTIA
Nel concetto di psiche, che in greco significa "anima"; l'anima è considerata come la facoltà di crescere, nutrirsi, muoversi e percepire. Essa rappresenta il pensiero puro che entra in contatto con gli aspetti più concreti e sensibili della realtà ( come Psiche che innamorata di Eros, supera le prove assegnatagli da Venere)
Nell'interpretazione di Cupido, inteso come la corporeità, la fisicità assoluta; la quale all'interno della filosofia aristotelica crea un rapporto di ambivalenza con l'anima.
Secondo Aristotele esistono tre tipologie di anima, all'uomo appartiene l'anima intellettiva, che gli permette di conoscere, nutrirsi e ragionare. Il corpo è lo scrigno dell'anima, essa è immoratale mentre il corpo è finito, mortale. Senza il corpo l'anima non avrebbe ragion d'essere e esistere in quanto il suo compito è di tenerlo in vita e viceversa; dunque tra anima e corpo si genera un rapporto di reciprocità e necessità
Secondo la propria interpretazione psicoanalitica all'interno della novella, avviene in Psiche un cambiamento di atteggiamento nei confronti della sessualità maschile:

Sia Amore che Psiche vivono in una
condizione di immaturità
: Psiche, vive in una dimensione infantile in cui la propria autocoscienza non è ancora sviluppata; Amore, è considerato irresponsabile per aver portato Psiche a palazzo, svilupperà la propria coscienza solo dopo essere stato ferito da Psiche.
« In Cupido e Psiche il neoplatonico Apuleio trasformò quella che probabilmente era un'antica favola greca su un'incantevole fanciulla sposata con un mostro serpentiforme in un'allegoria che, simboleggia il progresso dell'anima razionale verso l'amore intellettuale. [...]
In primo luogo,
la predizione che Psiche sarà portata via da un orribile
serpente
esprime visivamente le informi
angosce sessuali
della fanciulla priva di esperienza.
Il
corteo funebre
che accompagna Psiche al suo destino suggerisce la
morte della verginità
, una perdita non facilmente accettata.
La
prontezza
con cui Psiche si lascia convincere a
uccidere Eros
, con cui coabita, indica i forti
sentimenti negativi
che una ragazza adolescente può provare contro colui che le ha
strappato la verginità
. L'essere che ha ucciso la vergine innocente che era in lei merita in qualche misura di essere privato della sua virilità - così come lei è stata privata della sua verginità - e questo è simboleggiato dal piano di Psiche di tagliare la testa di Eros».
B.Bettelheim
Dunque secondo Ficino, avviene l'
estasi dell'amante
, considerata come la più potente "furia amorosa"; in quanto chi ama cerca di ricongiungersi a dio, crea un processo spirituale e di scambio tra anima e Dio.
Full transcript