Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La relazione insegnante allievo

No description
by

piero luigi

on 28 September 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La relazione insegnante allievo

La relazione insegnante allievo

Relazione insegnante-allievo
RELAZIONE
il termine presenta una doppia radice semantica con un duplice significato connesso ai due verbi costitutivi:
il verbo
referre,
che significa riferire, e il verbo
religare
, cioè legare.

Il primo verbo rimanda all’immagine della scuola come
portatrice di senso
;
l’insegnante, infatti, non si limita a trasmettere contenuti disciplinari, ma comunica modi di sentire, di percepire e di pensare la società. Il verbo religare vuole rendere evidente che, per trasmettere una qualsiasi informazione tra due posizioni, deve necessariamente esistere un collegamento.

REQUISITI
I requisiti che una buona relazione tra insegnante e allievo deve soddisfare.
obiettivi
Un insegnante, dovrebbe porsi alcuni obiettivi fondamentali.

cercare di aiutare gli allievi a crescere come persone, sviluppando in loro tutte le potenzialità,
favorire nel bambino lo sviluppo di una fiducia di base in se stesso e nelle proprie potenzialità;
portare l’alunno ad assumersi delle responsabilità e a saper reagire di fronte agli insuccessi, senza per questo arrendersi.
Favorire lo sviluppo affettivo del bambino
Aspetti della relazione
Psicologia
La relazione educativa è contrassegnata da aspetti non razionali

Robert C. Pianta
Robert C. Pianta
è professore di Psicologia clinica e Psicologia dello sviluppo presso la
Curry School of Education's Programs dell'Università della Virginia
.

le sue ricerche presentano le linee teoriche e le prospettive applicative di un nuovo approccio alla relazione bambino-insegnante, inquadrata all'interno del più ampio contesto delle relazioni bambino-adulto.

L'operato dell'autore offre interessanti spunti di riflessione e strumenti operativi a insegnanti, direttori di istituto, consulenti in psicologia, operatori che a vario titolo si occupano del disagio infantile, nonché a genitori di alunni della scuola dell'obbligo.
pas 2013/14


Accademia Albertina


Piero Luigi Cimino


matr. 11024
Questo ponte di contatto, tra l’insegnante e l’allievo, risiede nel sentimento della FIDUCIA , fondamento sicuro per creare legami affettivi importanti.

Armonia
Sincronia
Coordinazione
Ascolto
Empatia
Reciprocità
Sociologia
La relazione non è un fatto privato, ma risente del contesto culturale, sociale, economico, istituzionale

Per Pianta alcune relazioni presentano caratteristiche di vicinanza e intimità e sono più affettuose, altre distanti e formali, altre ancora conflittuali. Da uno studio sulle percezioni degli insegnanti circa il loro rapporto con gli alunni, l’autore ha individuato sei tipi di relazione insegnante-allievo:

dipendente
: in questo caso, la relazione è caratterizzata da un affidamento eccessivo e il soggetto che apprende è legato alle azioni dell’insegnante, è poco autonomo e responsabile.
disfunzionale:
è il caso in cui la relazione che si instaura tra il docente e l’alunno è mal tollerata, provoca rabbia e fastidio. Le motivazioni possono essere diverse, ad esempio ingiustizie subite o solamente percepite. Nelle situazioni più estreme la relazione può persino scomparire e le due figure si ignorano completamente;
mediamente funzionale
: è tale la relazione che si esprime in ambito scolastico e scompare al di fuori di esso. E’ funzionale, ma solo a livelli formali e siccome si consuma all’interno dei ruoli di docente e alunno, può essere definita come relazione didattica;
Student-teacher relationship scale.

rabbiosa
: è il caso in cui la relazione presenta conflitti elevati tra insegnante e discente. I due soggetti sono ostili l’uno all’altro, non si sopportano e non si preoccupano di esprimere con toni accesi la loro ostilità. Possono subentrare anche comportamenti aggressivi; l’aggressività se superata, non costituisce un problema grave poiché può dare origine ad un dialogo costruttivo, può diventarlo se l’ostilità permane, come unica forma di comunicazione;
non coinvolta
: indica la relazione che presenta scarso calore, scarsa comunicazione, quasi come se venisse imposta dalla necessità. Non si avverte il bisogno di contatto;
positivamente coinvolta
: è la relazione in cui l’insegnante e l’allievo stanno bene insieme e si comunicano stima e ammirazione. La comunicazione è buona, il calore e l’affetto permettono a tale relazione di evolversi nel tempo e l’allievo si sente motivato ad apprendere e ad apprezzare le attività scolastiche
da Student-teacher relationship scale, R. C. Pianta 2001

Gli studi di Robert C.Pianta
Full transcript