Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Mohandas Karamchand GANDHI, il Mahatma

No description
by

Marta Miraglia

on 23 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Mohandas Karamchand GANDHI, il Mahatma

Il 15 agosto 1947 l'India conquistò l'indipendenza.
Gandhi venne assassinato il 30 gennaio 1948 da un fanatico indù.
Due milioni di indiani assistettero al suo funerale.
Mohandas
Karamchand

La carta d' identità di Gandhi
Nome: Mohandas Karamchand Gandhi
Soprannome: Il Mahatma
Nascità: Portbandar India 2 ottobre 1869
Morte: Nuova Delhi India 30 gennaio 1948
Studi: Giurisprudenza
Professione: Avvocato, Politico, Filosofo e Guida Spirituale
Religione: Giainista e Induista

FONDATORE DELLA NON-VIOLENZA
PADRE DELL'INDIPENDENZA INDIANA

Studi e Professione
Nel 1888, alla morte del padre, si trasferì a Londra per terminare gli studi di giurisprudenza, malgrado l'opposizione della sua casta, che lo bandì. Superati gli esami per divenare avvocato Gandhi tornò in India ed esercitò per un breve periodo l'avvocatura a Bombay, ma dopo sei mesi di scarso guadagno decise di rientrare a Rajkot e lavorare per il fratello, anch'esso avvocato, che lo fece rientrare nella casta.

Il Mahatma praticava l'esercizio del silenzio per un giorno a settimana, il digiuno periodico e diventò vegetariano assoluto.
All'età di 36 anni fece voto di castità per elevare lo spirito e concentrarsi nella sua protesta non-violenta
Nato in una famiglia agiata di setta indù - i gandhi appartenevano alla casta dei Bania che sembra fossero commercianti di spezie - il giovane Mohandas a tredici anni si sposò con Kasturba, attraverso un matrimonio combinato, secondo la tradizione indiana.

Campagne per la disobbedienza
Il ritorno in India e la politica
Nel 1931 soggiornò per tre mesi in Europa, visitò anche Roma e incontrò Mussolini che cercò di impressionarlo con l'apparato militare del regime, ricevendolo con tutti gli onori.
La sua famiglia seguiva il
GIAINISMO
, antica dottrina che predica la NON-VIOLENZA, l'alimentazione vegetariana, la purificazione, il digiuno periodico e il principio di rispettare qualsiasi essere vivente.
Da parte di padre era anche
INDUISTA
ma il Mahatma non fece mai differenza tra le due religioni.
Marta Miraglia 3^B
G
A
N
D
H
I
A questo punto della sua vita Gandhi era un individuo dolce, timido, politicamente indifferente e impacciato quando doveva parlare in tribunale e in pubblico.
Fondò l
'Indian Opinion
e acquistò un terreno a Phoenix dove risiedevano la sua famiglia e i suoi collaboratori e dove tutti partecipavano ad ogni tipo di lavoro in maniera uguale. Praticavano
la povertà volontaria, il lavoro manuale e la preghiera...
.
religione

filosofia di vita
Attraversò il Paese in treno, rinunciò ai suoi abiti per adottare la più umile delle vesti e si avvicinò ai più poveri e ai Paria, gli intoccabili.
Nel 1919 prese il via la
prima grande campagna
secondo la teoria del
SATYAGRAHA
.
Prevedeva il rifiuto di obbedire a leggi ingiuste, il boicottaggio delle merci inglesi, l'
astenersi dalla minima violenza fisica
.
Gandhi e molti suoi seguaci subirono ancora umiliazioni e arresti furono picchiati, ma le campagne di protesta incontrarono molto successo: giudici, insegnanti, funzionari indiani si dimettevano, i prodotti britannici venivano boicottati.



Gandhi diede l'esempio imparando a tessere il panno di cotone che avrebbe indossato.
il CHARKA divenne il simbolo della disobbedienza e della rivolta
Nel
1930
organizzò la terza e più importante campagna di resistenza con la
MARCIA DEL SALE:
i manifestanti percorsero 380 chilometri in 24 giorni per raggiungere il mare dove, in segno di protesta, raccolsero un pugno di sale. Tutto questo mentre l'esercito britannico cercava di fermarli, anche con la forza.
La marcia fu seguita dalla stampa internazionale che descrisse anche le percosse subite dai manifestanti, senza che questi protestassero o reagissero e le immagini che fecero il giro del mondo convinsero Londra a incontrare Gandhi.
Di Mussolini Gandhi scriverà: "... osservai che aveva sistemato le cose attorno a sé in modo che il visitatore fosse facilmente preda del terrore. I muri... sono stracolmi di spade e altre armi..."
A sua volta, Mussolini disse: "E' un santone, un genio che, cosa rara, usa la bontà come arma"
Nel 1901, in India, partecipò per la prima volta al
CONGRESSO INDIANO
, diventando capo politico e morale del movimento per l'indipendenza e leader del
Partito del Congresso Nazionale Indiano,
il partito che si batteva per la liberazione dal dominio britannico.

Elaborò alcune strategie per sviluppare le attività economiche indiane e rivalutò la cultura indù per fermare l'assimilazione dei costumi europei.



LA SVOLTA INTERIORE

Una proposta di lavoro lo portò in Sudafrica dove scoprì che migliaia di immigrati indiani erano vittime della
DISCRIMINAZIONE RAZZIALE
ed entrò in contatto con Apartheid.
Questo lo sconvolse tanto da farlo riflettere sul suo popolo e sul suo posto nella società. Cominciò la sua lotta politica battendosi per il riconoscimento dei diritti dei suoi compatrioti e organizzò le sue prime campagne di resistenza passiva ottenendo dal Governo Sudafricano - dopo anni di umiliazioni, violenze e arresti - importanti riforme per i lavoratori indiani.
Nuovamente incarcerato, Gandhi partecipò un anno dopo la marcia alla
Conferenza di Londra sul problema Indiano
chiedendo l'indipendenza per il suo Paese.
Il 2 ottobre, giorno della sua nascita è un giorno festivo in India e l'
ONU
lo ha dichiarato
"
GIORNATA MONDIALE DELLA NONVIOLENZA
"
Candidato ben 5 volte al Nobel per la pace, non lo ricevette mai.
Non si conoscono i veri motivi - forse politici - ma quando fu premiato il Dalai Lama il Presidente del comitato disse che era "
in parte un tributo alla memoria del Mahatma Gandhi
"
Su Gandhi furono scritte e dette molte cose, dalle meno nobili alle più commosse.
Albert Einstein, ad esempio: "
Forse le generazioni a venire crederanno a fatica che un individuo come questo ha camminato su questa terra
"
FRANCESE
SOS RACISME.
MATEMATICA E SCIENZE
LA SOVRAPPOPOLAZIONE.

INGLESE
THE GREATEST PALACE.
The Taj Mahal.
MUSICA
GEOGRAFIA
L'INDIA.

STORIA
IL FASCISMO.
Mussolini
Inno nazionale inglese
Dopo la sua morte l'India venne
divisa in due:
l'Unione Indiana
,
a prevalenza Induista e
il
Pakistan

a maggioranza musulmana
GANDHI
Full transcript