Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Teocrito e la poesia bucolico-mimetica

No description
by

Giovanni Ceschi

on 15 January 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Teocrito e la poesia bucolico-mimetica

T e o c r i t o e l a p o e s i a b u c o l i c o - m i m e t i c a
Il realismo fantastico di Teocrito
Callimaco
inventor
dell'
epillio
, Teocrito dell'
idillio
> destinato a grande fortuna nella letteratura europea, da Virgilio a Leopardi

Tipo di poesia caratterizzato dalla trasognata descrizione di un sereno paesaggio campestre,
quadretto
di vita pastorale o contadina

Ma
Teocrito non è solo questo: non solo produzione di argomento bucolico,
non solo evasione dalla realtà
> tensione continua tra oggettivismo e idealizzazione, tra serietà e ironia > descrizione dell'assolato paesaggio della natia Sicilia
La vita
Informazioni biografiche desumibili dagli sporadici accenni negli
Idilli
:

Nato a
Siracusa
(
Id.
XXVIII), piena maturità nella 124^ Olimpiade (284-281 a.C.) secondo l'
Id.
IV: Teocrito dovrebbe essere vissuto in un arco di tempo compreso
fra il 310 e il 260 a.C.
Prima parte della vita nella città natale, quindi
Cos
(allievo di Fileta e Asclepiade >
Id.
VII) e poi
Alessandria
> Tolemeo Filadelfo protettore del poeta, 274-270 a.C. (
Id.
XVII: encomio del sovrano)
Id.
XVI accenna alla spedizione di Ierone contro Cartagine (275 a.C.)
Ultima parte della vita a Siracusa o a Cos
L'opera: il
Corpus
teocriteo
Lessico
Suda
cita come opere di Teocrito i "carmi bucolici in dialetto dorico" ma accenna anche a scritti di vario genere: poemetti, inni, epicedi, carmi melici, elegie, epigrammi.

Di questa vasta produzione restano
30
carmina
(non tutti autentici) e circa 20 epigrammi + un carme figurato dal titolo
Zampogna
. Ateneo testimonia 5 esametri di una perduta Berenice, elogio per la madre del Filadelfo. Un papiro ha restituito una trentina di versi di un 31°
carmen

Tutti i
carmina
noti con il termine
Idilli
: l'accezione di "bozzetto", "quadretto" invalsa in seguito non è quella originaria e si adatta solo in parte ai contenuti delle poesie di Teocrito
Una grande
poikilia
tematica, metrica, linguistica
Idilli bucolici
(I e III-XI):
Tirsi o il canto
,
Serenata
,
Pastori
,
Il capraio e il pecoraio
,
Pastori poeti
,
Talisie
, (
Pastori poeti
2), (
Pastori poeti
3),
Mietitori
,
Ciclope
Mimi urbani
:
Incantatrice
(II),
Amore di Cinisca
(XIV),
Siracusane
o
Donne alla festa di Adone
(XV)
Poemetti epico-mitologici
:
Ila
(XIII), (
Eracle uccisore del leone
XXV),
Epitalamio di Elena
(XVIII),
Piccolo Eracle
(XXIV),
Lene o Baccanti
(XXVI)
Inni
:
Dioscuri
(XXII)
Encomi
:
Cariti o Ierone
(XVI),
Encomio per Tolemeo
(XVII)
Poesie dedicatorie
:
Conocchia
(XXVIII)
Poesie pederotiche
:
Ragazzo amato
(XII),
Versi d'amore per un ragazzo
1 (XXIX),
Versi d'amore per un ragazzo
2 (XXX)
Componimenti vari
, tutti ritenuti spuri:
Ladro di miele
(XIX),
Piccolo bovaro
(XX),
Pescatori
(XXI),
Innamorato
(XXIII),
Contrasto d'amore
(XXVII)
Gli
Idilli
bucolici
Dieci poesie "
merae rusticae
" secondo il grammatico Servio, antico commentatore di Virgilio
Carattestica ricorrente la
struttura dialogica
, spesso agonale: pastori e mandriani gareggiano fra loro con i
boukoliasmoì
, di
andamento amebaico
, in cui ciascuno dei contendenti cerca di riprendere, variandoli, temi e motivi dell'avversario
Fondamentali per la poetica teocritea le
Talisie
(VII): ambientate a Cos durante le feste rurali, mettono a confronto il pastore
Simichida
(voce narrante: dietro di lui
Teocrito
?) e il capraio
Licida
(forse Leonida di Taranto? o lo stesso
Apollo
?). Al termine Licida dona al più giovane Simichida il suo bastone, come
segno d'investitura
, pronunciando una vera e propria
enunciazione di poetica
> rifiuto dell'
epos
in favore della
leptòtes
Mimi urbani
Idilli bucolici
> ambientazione agreste

Mimi urbani
> sfondo cittadino, in particolare nelle
Siracusane:
protagoniste Gorgò e Prassinoa, siceliote trapiantate ad Alessandria che, uscite in strada, continuano a spettegolare e si mescolano alla folla variopinta e vociante che si reca alla festa di Adone. Infine entrano nella reggia di Tolomeo, dove si celebra il rito, ed hanno ancora occasione di "farsi riconoscere" per il loro marcato accento dorico.

Natura mimetica, quasi "cinematografica", della tecnica teocritea > modello il siracusano Sofrone, autore di due mimi:
Donne che dicono di tirar giù la luna
e
Donne alla festa dell'Istmo
in esametri e dialetto dorico
in esametri e puro dialetto omerico (nei Dioscuri anomala sticomitia di tipo tragico)
metro e dialetto eolico (tranne Ragazzo amato: dialetto omerico)
Niente più che una curiosità erudita... la
Zampogna
Un modello per successive forme artistiche: ad esempio la cosiddetta Ascii Art, che nasce negli USA come
tecnica di frontiera tra testo e grafica
che sfrutta le possibilità figurative
dei segni verbali.
Motivi centrali della poesia di Teocrito
Paesaggio letterario
: contorni netti e solari della campagna siciliana e mediterranea, ben diversi da quelli sfumati e umbratili della campagna mantovana. Mondo della tranquillità che non conosce la violenza della guerra (elemento sempre incombente in Virgilio). Rigoglio dei frutti e delle messi, sole canicolare, ombra degli alberi e mormorio delle fonti...

Eros
: descritto magistralmente in ogni sfaccettatura, nella sua genesi e nel suo sviluppo fino all'incontenibile prorompere della passione > fenomenologia del sentimento amoroso (cf. Saffo)

Realismo teocriteo
: nasce da una diretta osservazione della realtà > commistione continua di livelli e di toni > prodigioso equilibrio di realtà e fantasia, di ironico distacco e intensa partecipazione emotiva
Full transcript