Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

ESPERIENZE E NUOVE SFIDE NELL'APPRENDIMENTO E NELL'INSEGNAM

No description
by

Anouck Vecchietti Massacci

on 22 October 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of ESPERIENZE E NUOVE SFIDE NELL'APPRENDIMENTO E NELL'INSEGNAM

Esistenza di due possibili strade
che le informazioni in entrata possono percorrere
“A tutti gli effetti abbiamo due menti: una che pensa, l'altra che sente.
Queste due modalità della conoscenza, così fondamentalmente diverse, interagiscono per costruire la nostra vita mentale”
La LS può funzionare come una 'maschera' >
protezione per l'identità dello studente
“Nel momento in cui l'attore viene assorbito dalla maschera, essa offre un riparo tale che non è nemmeno più necessario nascondersi”
(Brook, 2005)
ATELIER


'
comunità teatrale
'
che condivide un progetto comune



Migliorare l'espressione linguistica
(fluency).
dal fr. émotion, der. di émouvoir
«mettere in movimento»
sul modello dell’ant. Motion,
dal latino parl. exmovere, parallelo di emovere, muover (movere) via (ex-)
Il teatro 'luogo dei possibili'
L'atelier esperienziale come spazio d'acquisizione della LS

prima modalità
:
razionale e domina la parte conscia del nostro essere dirigendo la consapevolezza e la riflessione

'Alcuni ricordi e reazioni emotive possono formarsi senza alcuna partecipazione cognitiva cosciente'

Come fare per incanalare le emozioni al fine di mettere in funzione quelle positive e stimolarle correttamente in vista di un nuovo apprendimento?
LA FLOW EXPERIENCE
ESPERIENZE E NUOVE SFIDE NELL'APPRENDIMENTO E NELL'INSEGNAMENTO DELLE LINGUE STRANIERE
CNDL
7a edizione
16-17 febbraio 2016

RISCALDAMENTO
Proposta metodologica
Atelier
Virelangue

Approccio comunicativo di tipo umanistico-affettivo che mette al centro del percorso formativo il discente e i suoi bisogni.
Obiettivi generali

rimuovere/abbassare il filtro affettivo

adottare spontaneamente la LS come strumento espressivo ed emozionale

rendere più attraente e stimolante l'apprendimento della LS

sviluppare migliore consapevolezza dei registri linguistici appropriati ai diversi contesti situazionali

stimolare la capacità comunicativa, utilizzando in modo adeguato non solo i codici verbali, ma anche quelli non verbali;

sviluppare la competenza interculturale (cogliere la cultura in azione)

sviluppare la cooperazione e il rispetto all'interno del gruppo
GIOCHI DI VOCABOLARIO
GIOCHI DI IMPROVVISAZIONE
GIOCHI DI FIDUCIA
LETTURA SPETTACOLO
DRAMMATIZZAZIONE
dott.ssa Anouck Vecchietti Massacci
Università degli Studi di Urbino, Carlo Bo

EMOZIONE
L'EMOZIONE
è

un
processo non omogeneo
che coinvolge l'
intero organismo
,
il quale si attiva attraverso risposte
neuropsicologiche
,
psicofisiche
,
processi cognitivi
e
sistemi di comportamento.
David Golemann (2011)
ricordo negativo emotivo (inconscio)
ricordo negativo esplicito (verbalizzabile)
+
'L'oggetto dell'educazione
non è dare all'allievo una quantità sempre maggiore di conoscenze, ma è costituire in lui uno stato interiore profondo, una sorta di polarità dell'anima che orienti un senso definito, non solamente durante l'infanzia, ma per tutta la vita'.

Apprendimento coinvolgente


duraturo significativo
trascinare il discente in un
flusso
che lo porti ad entrare in una
dinamica positiva di apprendimento.
Apprendimento multisensoriale
L'attività che si intraprende deve essere percepita come realizzabile, ma deve comunque costituire una sfida
La concentrazione è interamente diretta verso lo svolgimento dell'attività
Gli obiettivi sono chiari e il feedback è immediato
Il soggetto ha pieno controllo delle proprie azioni
Non vi è preoccupazione per il proprio sé, ma al tempo stesso il senso di sé viene rinforzato
Il soggetto perde la nozione del tempo
(M. Csikszentmihalyi, 2004)
Ogni essere umano
possiede tutti i tipi di intelligenza
ma ne sviluppa alcuni più di altri.
INTELLIGENZE
MULTIPLE
VERBALE-
LINGUISTICA
LOGICO-MATEMATICA
VISUO-
SPAZIALE
RITMICO-
MUSICALE
CINESTETICA
NATURALISTICA
INTERPERSONALE
INTRAPERSONALE
Emozione,
Scintilla scaturita dal profondo
lascia nell'individuo traccia sensibile

dal latino
motus
, un movimento,
uno slancio verso un qualcosa o uno scopo
VALENZA PEDAGOGICA DELL'ATELIER
Coinvolgimento globale

TEATRO


forma di comunicazione concreta


modello di integrazione dei linguaggi


sviluppo dell'area performativa e pragmatica
potenziamento motivazione
abbassamento filtro affettivo
condivisione di un'esperienza
sperimentare il confronto con gli altri e con se stessi
percorso di crescita sia individuale che collettiva


++ competenza linguistica
Atelier
(D. Winnicott)
Spazio/tempo separato dalla quotidianità, situazione di esplorazione-costruzione di molteplici modalità che riguardano
il modo di pensare, percepire e interagire.
Area intermedia in cui l’essere umano colloca le fantasie e la capacità di giocare
Spazio potenziale
(Spazio protetto, privo di giudizio)
abbassamento filtro affettivo > aumento coraggio

+
'MASCHERA'
(rappresentazione a livello psicologico di qualcuno altro da sé )
produzione di una migliore performance linguistica
PERCHÉ L’ATELIER
Importanza dell’emozione nell’apprendimento linguistico


Giochi di teatro/drammatizzazione




Ottimo
strumento
per '
emozionare'
gli studenti lasciando in loro un
ricordo emotivo positivo
della
lingua
oggetto di studio
migliorando l'apprendimento
(> fluency)
In ogni emozione è insita una tendenza all'azione
Le
emozioni

trovano una positiva espressione solo se vengono
correttamente stimolate.
seconda modalità
:
inconscia, mossa dagli impulsi e dall'intuizione
mente razionale
mente emozionale
performance reputata troppo difficile:
= > filtro affettivo
Stato mentale positivo durante il quale l'individuo è completamente immerso in un'attività che carpisce tutta la sua attenzione, la quale viene interamente dedicata al raggiungimento di un determinato obiettivo
Vivere un'esperienza di flusso
durante il processo di apprendimento:
consapevole delle proprie capacità
forte senso di autocontrollo
positiva percezione delle proprie competenze

- - filtro affettivo


NON VI È ACQUISIZIONE SE NON C'È MOTIVAZIONE.
RESPIRAZIONE
DIAFRAMMATICA
Gli esercizi di riscaldamento servono per eliminare i blocchi e le resistenze psicofisiche che possono impedire il libero fluire della creatività e di conseguenza dell'apprendimento.
Obiettivi generali:
abbassare il filtro affettivo;
acquisire familiarità con il gruppo e con il nuovo codice espressivo (nelle prime UA);
preparare corpo e mente ai seguenti esercizi di drammatizzazione (nelle successive UA, diventano una preparazione cosciente di predisposizione alla performance linguistica).
CORPO
Riappropriazione della percezione e dell'esistenza del proprio corpo in quanto esso, entrando sulla scena, si definisce come soggetto imprescindibile dell'azione.
'La centralità dell'atto teatrale
risiede nel corpo, nell'azione fisica'
(Grotowki)
Più lenta e profonda > permette un maggiore riempimento e svuotamento dei polmoni, > Conferisce una migliore ossigenazione del sangue
> Contribuisce al raggiungimento di uno stato di benessere psicofisico maggiore.
Potenziamento FLUENCY >
saper regolare il fiato mentre si pronuncia una frase,
aumento della resistenza durante lunghi discorsi,
capacità di gestire con efficacia le emozioni.
Esercitare gli organi fonatori è indispensabile per poterli controllare, e così riuscire a compiere un'adeguata imitazione dei suoni e degli aspetti prosodici (accento, ritmo, intonazione) della lingua oggetto di studio.
VOCALIZZAZIONE
GIOCO
Rules of forgetting
(Krashen)
L'individuo apprende meglio una lingua quando si dimentica che la sta imparando.
Attività gratificante in sé e non nel fine o nel risultato che si ottiene
RAPPRESENTAZIONE FINALE
Narrateur et accompagnement au piano:
Alessandra De NIzza

Petit Prince:
Giacomo Italia

La Rose:
Ylenia De Felice

Le Roi:
Rocco Di Nuzzo

L'allumeur:
Irma carcò

Le Vaniteux:
Carmine Buonocore

Le Serpent:
Adele Lembo

Le Renard:
Giulia Preci

par
Atelier
Virelangue
La scelta del copione più adeguato è di fondamentale importanza per la buona riuscita dello spettacolo. Se la pièce proposta dall'animatore non viene gradita dagli studenti-attori, si cade immancabilmente in uno stato di demotivazione.
'Il teatro è il luogo dei possibili'
Eugenio Barba

Quando si legge si ricorda il 10%,
quando si ascolta, il 20%,
quando si guarda, il 30%,
quando si parla, il 40%,
quando si fa, il 50%

quando si mettono insieme tutti questi aspetti, si ricorda il 90%

1. Distribuzione di una copia del copione a tutti i partecipanti
2. Presentazione del copione
3. Lettura del copione ad alta voce
4. Domande?
5. Distribuzione dei ruoli
6. ognuno legge la sua parte ad alta voce (da seduti)
7. domande?
8. Esercizi preparatori alla drammatizzazione vera e propria
9. prove

PLENARIA

SOTTOGRUPPI

COPPIE

(LeDoux)
(LeDoux
in
Golemann 2011)
(Émile Durkheim
in
Morin 2000)
(L. Baines, 2008)
(Gardner, 2002)
'SPAZIO POTENZIALE'
ATELIER
ATELIER ESPERIENZIALE

Attraverso il ventaglio di emozioni che esso offre è possibile compiere una riflessione che porta il discente a entrare a tutti gli effetti nella lingua, nella sua verità del momento presente, acquisendola.
CONDIZIONI:
'Il teatro è il luogo dei possibili'
Eugenio Barba
OBIETTIVO
anouck.vecchietti@uniurb.it
Il teatro 'luogo dei possibili'
L'atelier esperienziale come spazio d'acquisizione della LS
ATELIER
VIRELANGUE
dott.ssa Anouck Vecchietti Massacci
Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
Atelier
VIRELANGUE
Full transcript