Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

PERCORSO TERZE

No description
by

daniele calloni

on 4 March 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of PERCORSO TERZE

Newton
Introduzione alla legge di Newton
PRIMA LEGGE DEL MOTO
o PRINCIPIO DI INERZIA
F = m x a
Un corpo tende a mantenere il suo stato di quiete o di moto rettilineo finchè non interviene una forza a modificare tale stato.
SECONDA LEGGE DEL MOTO

Una forza applicata a un corpo libero di muoversi provoca un'accellerazione direttamente
proporzionale all'intensità della forza stessa e inversamente proporzionale alla sua massa
Quando un corpo si muove su una superficie o su un fluido ( l'aria o l'acqua), su di esso agisce una forza, chiamata
ATTRITO
, che si oppone al suo movimento
TERZA LEGGE DEL MOTO

Ogni volta che un corpo esercita una forza su un altro corpo, il secondo corpo esercita sul primo una forza di uguale intensità e direzione , ma di verso opposto, cioè a ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria
Newton nacque in un paesino nel Lincolnshire il 4 Gennaio
1642
da una famiglia di agricoltori.

Papin
1642
1663
1647
Newcomen
Faraday
Morse
Bell
Denis Papin, nato il 22 Agosto del 1647



Nel 1678 inventò la pentola a pressione, una pentola munita di coperchio che può essere sigillato in modo che il vapore non esca.

Papin scoprì che quando l'acqua bolliva e si trasformava in vapore acqueo, occupava molto più spazio di quando era allo stato liquido.
Un litro d'acqua quando bolle si trasforma in quasi duemila litri di vapore acqueo.

Di conseguenza, il vapore preme contro le pareti, il coperchio e il fondo della pentola.

Si dice allora che aumenta la pressione, e da qui il nome
Denis Papin capì che quell'enorme energia in pressione poteva essere sfruttata in modo più utile come aveva intuito lo scienziato alessandrino
Erone
vissuto circa un secolo prima di Cristo
Erone inventò una macchina a vapore, la cosidetta
Eolopila
, formata da una sfera di metallo con due tubi che fuoriuscivano su due lati.

La sfera veniva riempita
d'acqua, e cominciava
a ruotare quando l'acqua
veniva fatta bollire e dai
due tubi latereli
iniziava a uscire vapore
Riassunto
1745
1791
1876
1844
1847
ATTRITO RADENTE
ATTRITO VOLVENTE
Edison
Watt
http://new.ovo.com/james-watt/

http://new.ovo.com/thomas-alva-edison/
http://new.ovo.com/wernher-von-braun/
Stephenson
Trevithick
1771
o di strisciamento si ha quando un corpo striscia su un altro: dipende dalla natura dei materiali a contatto, dallo stato delle superfici e della pressione.
o di rotolamento si ha quando un corpo rotola su un altro.
È il caso ad esempio di un oggetto trasportato da rulli.
a=F/m

Thomas Newcomen nasce nel 1663
James watt nasce in Scozia, a Greenock, il 19 gennaio 1736
1736

viaggio sulla luna

Di origine russa nacque in un piccolo villaggio della Cornovaglia (1771-1833)
FILATURA e TESSITURA
MAGLIO
Stephenson 1781-1848
1781
La carica elettrica
quando un corpo assume una carica elettrica si dice che è
elettrizzato
elettrizzazione per strofinio
elettrizzazione per contatto
ATTRAZIONE E REPULSIONE
QUANDO DUE CORPI HANNO CARICA DI SEGNO OPPOSTO
( + - ) SI ATTRAGGONO



QUANDO HANNO CARICA DELLO STESSO SEGNO
( + + oppure - - ) SI RESPINGONO


L'atomo
elettroni
protoni
neutroni
-
+
Volta
la
corrente elettrica
è un
flusso
continuo di elettroni all'interno di un
conduttore
la causa del movimento degli elettroni in un conduttore è la
differenza di potenziale

o tensione
un generatore di tensione è un dispositivo che genera e mantiene la differenza di potenziale tra due estremità di un conduttore
ZINCO
RAME
RAME
RAME
ZINCO
ZINCO
-
+
elettrizzazione per induzione
+
+
+
-
LA CONDUCIBILITA' ELETTRICA
le sostanze e i corpi in cui le cariche si possono muovere liberamente si chiamano
CONDUTTORI
, quelle in cui, invece, le cariche non si possono muovere si chiamano
ISOLANTI
VETRO
PLASTICA
LEGNO
METALLI
CORPO UMANO
PREMESSA
FENOMENI ELETTROSTATICI
Alessandro Volta 1801
CORRENTE?
LA PILA: GENERATORE DI CORRENTE
LA LEGGE di
OHM
INTENSITA'

I = V / R
TENSIONE
RESISTENZA
INTENSITA'

TENSIONE
RESISTENZA
L'intensità di corrente è la quantita di elettroni che attraversa un conduttore in un secondo
la resistenza elettrica è l'opposizione offerta da un corpo al passaggio di corrente
è la differenza di potenziale generata dalla PILA
LA RESISTENZA
DIPENDE DALLE CARATTERISTICHE
DEL MATERIALE UTILIZZATO
la resistenza elettrica di un fili di rame lungo è stretto è maggiore di quella di uno corto e largo, perchè in quest' ultimo fluiscono con più facilità
Afferma che la tensione applicata a un circuito è uguale al prodotto della resistenza del circuito per l'intensità della corrente.
V=R x I
ESERCIZI
I=V / R

Effetto termico
e
luminoso
della corrente
LE LAMPADINE A INCANDESCENZA
sono formate da un ampolla di vetro sotto vuoto al cui interno è stata tolta l'aria. Internamente si trova un sottile filo di tungsteno, sorretto da due elettrodi, il quale, al passaggio della corrente elettrica, diventa incandescente determinando l'emissione di luce.
Poichè solo il 10% dell'energia viene convertita in effetto luminoso, la Comunità Europea ha decretato che dal 2012, a causa del loro eccessivo consumo di energia, queste lampadine non possono più essere utilizzate per l'illuminazione
LE LAMPADINE LED
l'invenzione del LED risale a circa mezzo secolo fa


I FENOMENI ELETTRICI E I FENOMENI MAGNETICI
IL PASSAGGIO DI CORRENTE IN UN FILO ELETTRICO PRODUCE UNA FORZA MAGNETICA.

ESPERIMENTO: circuito e bussola
APPLICAZIONE:
elettrocalamita
motore elettrico
UNA CORRENTE ELETTRICA PUò METTERE IN MOVIMENTO UN MAGNETE

ESEMPIO:
motore elettrico
IL MOVIMENTO RECIPROCO DI UN MAGNETE E DI UN CIRCUITO PRODUCE UNA CORRENTE ELETTRICA

ESEMPIO:
dinamo e alternatore
prendo testo 2013
Dopo la scoperta dell’elettricità, passò parecchio tempo prima che gli scienziati riuscissero a realizzare nuove invenzioni utili per la popolazione.
Sapevano che se il misuratore veniva collegato a una batteria, il misuratore reagiva rapidamente, anche se si trovava molto lontano dalla batteria.
Studiarono come si potesse sfruttare questo fenomeno per la trasmissione di segnali.
Nel 1848 Samuel Morse utilizzò quest’idea per costruire il primo telegrafo elettrico e per comunicare attraverso esso, inventò l’alfabeto Morse nel quale le lettere erano sostituite da segnali elettrici brevi ( punti ) e lunghi ( linee). Grazie a questa invenzione le notizie venivano trasmesse velocemente a distanze lontanissime.
Nel 1866 fu posato il primo cavo telegrafico sotto l’Oceano Atlantico che rese possibile la comunicazione tra i diversi Stati.

Marconi
I FENOMENI MAGNETICI
I
MAGNETI
attirano i corpi di natura ferrosa, ma non esercitano alcuna azione nei confronti di tutte le altre sostanza
MAGNETI NATURALI
MAGNETI ARTIFICIALI
danno origine spontaneamente a fenomeni magnetici

ESEMPIO: magnetite
acquistano proprietà magnetiche solo se vengono magnetizzati

ESEMPIO: ferro, nichel
STROFINIO
CONTATTO
INDUZIONE
LE ESTREMITà DI UN MAGNETE
SI CHIAMANO POLI MAGNETICI
POLO NORD


POLO SUD
N
S
N
N
N
N
S
S
S
S
esperimento di
Oersted
esperimento di
Faraday
MAGNETI TEMPORANEI
MAGNETI PERMANENTI
Quei corpi che perdonole proprietà magnetiche quando la calamità che li ha magnetizzati viene allontanata
Quei corpi che mantengono le loro proprietà anche quando la calamita non c'è più
i due poli di una calamita non si possono separe
1820
CIRCUITO IN SERIE O IN PARALLELO?

1791-1867
Full transcript