The Internet belongs to everyone. Let’s keep it that way.

Protect Net Neutrality
Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Il Romanticismo

No description
by

Giuliano Tosi

on 28 October 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il Romanticismo

Il Romanticismo
Fu il principale movimento culturale
dell'Europa di inizio Ottocento
ed ebbe il suo centro in Germania:

Il Circolo di Jena (1801ca): i fratelli Schlegel, Novalis, Hölderlin

Schiller e Goethe

Il Romanticismo
Più che un movimento vero e proprio,
fu un'atmosfera variegata e composita




ma con alcuni
temi comuni di fondo

“Bisognerebbe aver perso ogni esigenza di rigore intellettuale per osare definire il romanticismo”
(P. Valéry)
Temi ricorrenti nella Weltanschauung romantica
L'idea dell'Assoluto
Le vie di accesso all'Assoluto
Lo Streben
I Romantici cercano
il superamento di ogni limite
(vs. Kant)
perciò




è la vera idea-chiave del romanticismo
anche se declinata in modi anche molto diversi
(panteismo o teismo)

l'Infinito
Le vie d'acceso a questo Assoluto
sono per i Romantici qualcosa di ben diverso
rispetto alla ragione illuministica:
Il sentimento
Il sogno
La fede
L'amore
La natura
“Il pensiero è soltanto un sogno del sentimento”
(Novalis)

“Quando in cotesto sentire ti senti veramente felice
chiamalo pure allora come vuoi:
chiamalo felicità, cuore, amore, Dio.
Per questo io non ho nome alcuno.
Sentimento è tutto!”
(Goethe,
Faust
)
“Un Dio è l'uomo quando sogna,
un mendicante quando pensa”
(Hölderlin)
Ne deriva
un'estetica della creazione, della libertà, della spontaneità, del
genio
,

che vede nel
poeta
un profeta e un esploratore dell'invisibile

e nella
musica
l'arte romantica per eccellenza
La bellezza
Il valore supremo della bellezza:

“O voi che cercate il sommo bene
nella profondità della scienza,
nel tumulto dell'azione,
nell'oscurità del passato,
nel labirinto del futuro,
nelle fosse e sopra le stelle,
sapete voi il suo nome?
Il suo nome è bellezza!”
(Hölderlin)
L'arte
L'arte è lo strumento di rivelazione
dell'Assoluto a se stesso:

“Soltanto un artista può indovinare
il senso della vita”
(Novalis)
Altro tratto caratteristico del Romanticismo
è la rivalutazione della fede.

A volte intesa come religione storica

Altre come
panteismo naturalistico
L'amore viene concepito dai Romantici
come anelito alla
fusione totale con l'infinito
“Soltanto l'amore ci rende uomini veri e perfetti;
esso solo è la vita della vita” (Schlegel)

“Per noi, o Amore, tu sei l'alfa e l'omega” (Schleiermacher)

“L'amore è lo scopo finale della storia del mondo,
l'amen dell'universo” (Novalis)
N.B.
Contrariamente a quanto spesso si crede
l'
amore romantico
è inteso
come sintesi di anima e corpo,
perché la
sessualità
è concepita
come naturale e innocente

Inoltre, la
donna
del Romanticismo
è spesso emancipata e ritenuta pari all'uomo
Il Romanticismo respinge
il meccanicismo e il materialismo della scienza
e concepisce la natura in un'ottica di

vitalismo
= natura vivente e animata

organicismo
= totalità organizzata

spiritualismo
= natura intrinsecamente spirituale
L'aspirazione è
a ricomporre la simbiosi primitiva,
a recuperare l'
armonia perduta
:

“Essere uno col tutto,
questa è la vita degli dèi, questo è il cielo dell’uomo.
Essere uno con tutto ciò che ha vita,
fare ritorno, in una beata dimenticanza di sé, nel tutto della natura”
(Hölderlin,
Iperione
)
La vita viene concepita dai Romantici
come una
costitutiva inquietudine

(ben simboleggiata dalla figura del
viandante
)

perché
il “
demone dell'infinito

provoca una tensione perenne,
un'aspirazione incessante:


Streben
cfr. la scommessa di Faust con il Diavolo:
“Se dirò all’attimo: sei così bello, fermati!
– allora tu potrai mettermi in ceppi”
Sehnsucht
L'uomo, infatti, è
mancanza
e quindi desiderio dell'Assoluto:

Sehnsucht
(desiderio del desiderare, brama appassionata)
Ne derivano:

l'ironia romantica: “superiore” coscienza del fatto che ogni realtà finita è impari davanti all'infinito

il titanismo o prometeismo: la ribellione fine a se stessa di chi sa che alla fine sarà sconfitto (l'eroe romantico)

la valorizzazione del meraviglioso, del misterioso, del magico, del fiabesco, dell'eccezionale, ecc.


La storia viene concepita come
animata da una
forza sovraumana
(Provvidenza, Spirito, ecc.)
quindi positiva e progressiva
ma il Romanticismo rivaluta anche
il
passato
(Medioevo) e la
tradizione

In politica, questo comporta lo sviluppo del
nazionalismo
(con tutte le sue ambivalenze)

Storia e politica
Francesco Hayez, Il bacio, 1859
Caspar David Friedrich, La Croce sulla montagna, 1807
W. Turner, Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi, 1812
Il sublime
Con l'
Inno alla gioia
di Schiller,
nella
Nona Sinfonia
,
Beethoven superò le forme allora in uso
del linguaggio sinfonico
e proiettò la sua musica in una dimensione inesplorata: da semplice artigiano egli diventò poeta e ideologo, creatore di miti e profeta di una speranza nuova
v. Frammento sulla natura
Full transcript