Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Van Gogh e astronomia

No description
by

Jacopo Cerasoli

on 7 January 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Van Gogh e astronomia

Il legame fra Van Gogh e l'astronomia Il legame tra Van Gogh e l'astronomia in alcune sue opere è molto evidente... Notte stellata sul Rodano Van Gogh stava dipingendo un paesaggio in direzione sud-ovest nei pressi di Arles, quando improvvisamente ruotò il cavalletto verso nord, dove si stagliava in cielo l'orsa maggiore. Fece questo dipinto in due fasi intervallate da una pausa di dieci minuti, che conferisce alla costellazione una forma imperfetta. Notte Stellata "Notte Stellata" è sicuramente una delle sue opere più famose. l'artista si trovava a Saint-Rémy-de-Provence, in cura volontaria presso una clinica psichiatrica. In quest'opera sono immortalate le Alpille dietro Saint-Rémy. "Come se il cielo, passando attraverso i suoi gialli e i suoi azzurri, diventasse un irradiarsi di luci in moto per incutere un timor panico agli umani che sentono il mistero della natura" Van Gogh Casa Bianca Di Notte La casa in questione si trova a Auvers-sur-Oise, dove l'artista si trasferì prima di suicidarsi. Sullo sfondo risalta il pianeta Venere in un cielo piuttosto grigio e cupo. Strada con Cipressi e Cielo Stellato In quest'opera del 1890, nel cielo si staglia un cipresso e per sfondo appaiono due puntini luminosi in compagnia della Luna. Riferendosi alle posizioni degli astri nei dipinti è stato possibile determinare il giorno e l'ora precisa della composizione "Ritagliando" l'opera possiamo evidenziare la costellazione dell'Orsa Maggiore Cosa possiamo dedurre dalla sua posizione in confronto al paesaggio? Che l'opera è stata composta tra 20 e il 30 settembre 1888 alle ore 22;30 La cosa si fa ancora più interessante in "Notte Stellata"... Si può individuare la luna all'ultimo quarto... ...Venere... ...e i Pesci. L'opera è stata composta nelle ore che precedono l’alba del 23 maggio 1889 La luce di Venere ha reso possibile datare l'opera: 16 giugno 1890 ore 20 Infine è semplice riconoscere Mercurio, Venere e la Luna in "Strada con Cipressi e Cielo Stellato" Una congiunzione di corpi celesti avvenuta il 20 aprile 1890 tra le 19 e le 20 di sera. La datazione delle opere è stata resa possibile grazie agli studi sulla posizione degli astri sulla sfera celeste Ma come possiamo stabilire la posizione di un astro nei diversi momenti del giorno oppure rispetto alla nostra posizione piuttosto che riferendosi al pianeta in generale? Entrano in gioco i riferimenti Solidali con l'osservatore Solidali con il paneta Sistema di riferimento solidale con l'osservatore La verticale del luogo passa per il centro della sfera e per l'osservatore, intersecando la sfera nello Zenit, sopra l'osservatore, e nel Nadir, sotto l'osservatore Il piano dell’orizzonte astronomico è perpendicolare alla verticale del luogo e passa anche esso per il centro della sfera celeste, intersecandola nell’orizzonte Elementi fondamentali:
Verticale del luogo
Piano dell’orizzonte astronomico Sul piano dell'orizzonte possiamo individuare i quattro punti cardinali Nord, Sud, Est e Ovest Inoltre sulla sfera possiamo individuare il meridiano fondamentale,circonferenza passante per lo Zenit e il Nadir e i poli Questi elementi sono la base del sistema delle coordinate altazimutali Altezza: distanza angolare dell'astro dal piano dell'orizzonte. Essa è positiva per i punti sopra l'orizzonte e negativa per i punti al di sotto di esso Azimut: angolo tra il circolo verticale che passa per il corpo e il meridiano locale. Si calcola partendo dal punto cardinale sud in senso orario Sistema di riferimento solidale con il pianeta Elementi fondamentali:
•Asse del mondo
•Piano dell'equatore celeste L'asse del mondo si ottiene prolungando l'asse terrestre e interseca la sfera in due punti, detti polo nord celeste e polo sud celeste Il piano dell'equatore celeste è perpendicolare all'asse del mondo e passa per il centro della sfera, intersecandola nell'equatore celeste. I paralleli sono circonferenze parallele all'equatore mentre i meridiani sono semicirconferenze che uniscono polo nord e polo sud, di cui il più importante è il meridiano fondamentale, passante per il punto gamma, punto in cui si trova il sole nell'equinozio di primavera Da questi elementi deriva il sistema di coordinate equatoriali Declinazione: distanza angolare dal piano dell'equatore celeste. Essa è positiva nell'emisfero boreale e negativa in quello australe Ascensione retta: angolo che intercorre fra il meridiano passante per il corpo e il meridiano fondamentale, calcolato in senso antiorario dal meridiano fondamentale
Full transcript