Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

ll Doping

No description
by

fabio bottarelli

on 26 January 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of ll Doping

Tipi
Regolamento
Origini
Moderno
Storia
Origini
PLATFORMS
SOCIAL
SEO
CMS
ll Doping
Pratica illegale che consiste nell’assunzione da parte di atleti o nella somministrazione agli stessi di droghe, sostanze eccitanti, farmaci, o nel ricorso a pratiche terapeutiche rivolte a migliorare artificiosamente le prestazioni agonistiche.

indicava la somministrazione ad animali da competizione (cavalli, cani) di droghe o farmaci stimolanti.
Il doping ha probabilmente la
stessa età dello sport
. E' nato nel momento in cui l'uomo ha desiderato confrontare le proprie abilità col suo simile o con gli animali e, per farlo, ha iniziato a prepararsi al confronto aiutandosi con
qualsiasi sistema
.
1905

Carnot
e
Deflandre
ipotizzarono che un fattore umorale, che chiamarono emopoietina, regolava la produzione di globuli rossi
1936

Hjort
dimostrò e confermò l'esistenza di questo fattore
1950
Reissmann
dimostrò che l'espressione genica (trasformazione da istruzione dna a una molecola effettiva) del fattore era regolata dalla pressione d'ossigeno
1977

Miyake
riuscì a purificare l'eritropoietina umana
1985

Lin
e
Jacobs
clonarono il gene dell'eritropoietina e svilupparono una linea cellulare capace di produrre eritropoietina ricombinante umana'
1989
clonazione del recettore dell'EPO
2000
sintesi della darbepoetina(altro tipo di EPO)
Presso numerosi popoli dell'antichità erano diffuse pratiche "dopanti" dotate anche di un certo significato farmacologico.
Si ha notizia di preparati a base di frutta fermentata a elevato contenuto
alcolico
, di alimenti preparati con interiora e
testicoli di toro
, di
estratti di passiflora
e tiglio e di altre improbabili misture dotate di più o meno blanda efficacia farmacologica.
Il doping si è insinuato come pratica sleale e pericolosa per il conseguimento di riconoscimenti e onori nel modo più
facile
e
rapido
possibile. L'obiettivo era vincere anche denaro, proprietà dello Stato devolute,
esenzione dal servizio di leva
costituirono la posta più ambita già per i giovani atleti dell'antica Grecia che parteciparono alle prime Olimpiadi.
La storia racconta che i gladiatori, prima di scendere nell'arena dell'anfiteatro Flavio, erano soliti assumere una bevanda preparata con una miscela composta dal sudore dei "colleghi" risultati vincitori negli incontri del giorno precedente e dalla sabbia del "campo di gioco" che aveva accolto il sangue dei vinti.
-treccani-
-treccani-
-treccani-
La prima morte documentata di un atleta a causa dell'uso di sostanze dopanti risale al 1896 quando il ciclista
Arthur Linton
, durante la corsa Bordeaux-Parigi, fu colpito da una crisi cardiaca in seguito ad overdose di stimolanti. 
Nei primi decenni del 1900 fu molto in uso, soprattutto tra i
ciclisti
, la pratica di preparare e consumare - anche nel corso della gara stessa - le cosiddette
"bombe"
: veri e propri miscugli composti da associazioni di stimolanti naturali o artificiali diluiti nella borraccia con vino o acqua.
I paesi dell'Europa dell'est (germania in primis), furono di precursori in questo campo, applicando il doping in maniera sistematica, soprattutto sugli atleti che partecipavano alle Olimpiadi. Poco si sapeva degli
effetti collaterali
dati dalle sostanze somministrate agli atleti, mentre evidenti erano i miglioramenti in termini di struttura fisica e risultati agonistici, specialmente per le atlete donne che venivano "trattate" con
ormoni maschili
. Ciò ha portato a gravi danni fisici e psicologici per molti atleti e c'è anche chi addirittura come la pesista
Heidi Krieger
è stata costretta, visti gli ormai enormi
cambiamenti nel fisico
, a diventare uomo
Stimolanti:
sono eccitanti centrali che migliorano il grado di attenzione e concentrazione e amuntano la resistenza alla fatica e la tolleranza allo sforzo
Narcotici:
fanno parte della classe degli oppioidi e derivati(morfina,eroina,metadone)svolgono un' azione analgesica centrale e calmante. Vengono utilizzati per
spegnere
la
sensazione dolorifica
danno

tossico dipendenza
Anabolizzanti
: gli steroidi anabolizzanti sono sostanze con azione simile a quella dell'ormone maschile,
il testosterone,
aumentano

della
massa muscolare
e della
forza
Ormoni proteici,glicoproteici e analoghi
:
Gli ormoni sono sostanze naturali che fungono da “messaggeri” all'interno dell'organismo
Diuretici:
l'uso dei diuretici induce disidratazione ;si tratta di una forma di doping specificatamente adottata nella la
lotta
, il
sollevamento pesi
e il
pugilato
,ma riduce la funzione neuromuscolare e provoca difficoltà termoregolazione in quanto il processo di sudorazione è meno efficiente.
Autoemotrasfusione:
iniezione del proprio sangue estratto precedentemente (puo provocare malattie)
I corticosteroidi:
trattamenti prolungati con corticosteroidi sonon possibili su precise indicazioni mediche(asma,rinite allergica).
Gli anestetici:
bloccano reversibilmente la trasmissione dello stimolo dolorifico verso il sistema nervoso centrale
I betabloccanti
:riducono la frequenza cardiaca.In alcune discipline,come nei tiri(arco,carabina,pistola).
I cannabinoidi:
Basso dosaggio:
euforia
medio dosaggio:
disinibizione
Alto dosaggio:
aggressività
Tuttavia vi è anche un complesso corredo di sintomi
non necessariamente positivi
ai fini della performance e che manifestano segno di sofferenza del sistema nervoso centrale: Diminuzione della forza muscolare,della memoria,dell'equilibrio.
collaborazione/depadova/doping/le_sostanze_dopanti.htm
Le iniezioni sistematiche sono considerate doping. Gli effetti dannosi sono legati al passaggio in circolo dell' anestetico e coinvolgono principalmente il
tessuto nervoso centrale
e l' apparato caridiocircolatorio producendo tra l' altro alterazioni dello stato psichico (agitazione,depressione,insonnia),blocco atrio ventricolare,collasso cardiocircolatorio,ipotensione


Costituiscono doping la somministrazione o l'assunzione di farmaci o di sostanze farmacologicamente attive e la sottoposizione a pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche ed idonee a modificare le condizioni psicofisiche o biologiche dell'organismo al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti.
Classi delle sostanze dopanti
: i farmaci, il cui impiego è considerato doping a norma sono previstiti, anche nel rispetto delle disposizioni della Convenzione di Strasburgo, e delle indicazioni del
Comitato internazionale olimpico (CIO)
La ripartizione in classi dei farmaci e delle sostanze biologicamente o farmacologicamente attive è determinata sulla base delle rispettive caratteristiche chimico-farmacologiche; la ripartizione in classi delle pratiche mediche è determinata sulla base dei rispettivi effetti fisiologici.

Le classi sono sottoposte a revisione periodica con cadenza non superiore a sei mesi e le relative variazioni sono apportate con le stesse modalità.
I
l controllo sanitario sulle competizioni
e sulle attività sportive individuate dalla Commissione,
è svolto da uno o più laboratori accreditati dal CIO
, sulla base di una convenzione stipulata con la Commissione.
I laboratori cui svolgono i seguenti compiti, effettuano i controlli anti-doping,eseguono programmi di ricerca sui farmaci, sulle sostanze e sulle pratiche mediche utilizzabili a scopo di doping nelle attività sportive.
Il CONI, è tenuto ad adeguare il regolamento prevedendo in particolare le sanzioni e le procedure disciplinari nei confronti degli sportivi in caso di doping o di rifiuto di sottoporsi ai controlli.
Le federazioni sportive nazionali, possono stabilire sanzioni disciplinari per la somministrazione o l'assunzione di farmaci e per la sottoposizione a pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche .
I produttori, gli importatori e i distributori di farmaci appartenenti alle classi farmacologiche vietate dal CIO, sono tenuti a trasmettere annualmente
al Ministero della sanità
i dati relativi alle quantità prodotte, importate, distribuite e vendute alle strutture autorizzate
di ogni singola specialità farmaceutica.
Salvo che il fatto costituisca reato viene punito con la reclusione da tre mesi a tre anni e con una multa, chiunque procura ad altri, somministra, assume o favorisce l'utilizzo di farmaci o di sostanze , ricompresi nelle classi previste
che non siano giustificati da condizioni patologiche
Con la sentenza di condanna, è sempre ordinata la confisca dei farmaci, delle sostanze farmaceutiche e delle altre co
se servite a commettere il reato.
Chiunque commercia i farmaci e le sostanze farmacologicamente o biologicamente attive ricompresi nelle classi
attraverso farmacie aperte al pubblico, d farmacie ospedaliere, dai dispensari aperti al pubblico e dalle altre strutture che detengono farmaci direttamente,
destinati al dopaggio , è punito con la reclusione da due a sei anni e la multa da l5.000 a 700.000 euro.
La Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping, ha predisposto la lista di classi dei farmaci, delle sostanze biologicamente e farmacologicamente attive e delle pratiche mediche
in base ai seguenti criteri:
La lista intende perseguire l'obiettivo di garantire la certezza della conoscenza e la tutela degli atleti di coloro che praticano lo sport.
La lista, sulla base dei criteri adottati, è la più esaustiva ed, in ogni caso, è aggiornabile secondo le modalità sotto definite.
Le sostanze vietate sono state individuate sulla base delle rispettive caratteristiche chimico-farmacologiche e sulla base del criterio delle "Categorie terapeutiche omogenee", sulla cui base è formulato il prontuario farmaceutico, come approvato preliminarmente dalla Commissione unica del farmaco.

Sito uffiale:CONI.com
Realizzato da:
I danni a lungo termine possono essere correlati:
alla mutagenesi farmacologica (ossia mutazione di una cellula germinale portatrice dei caratteri ereditari) le cui conseguenze possono manifestarsi nella prima generazione o dopo molte generazioni successive ;
alla 
cancerogenesi chimica
, fenomeno di cui si dispongono numerosi dati sperimentali comprovanti la comparsa di tumori indotti da sostanze chimiche, tra cui alcuni farmaci, anche a distanza di molti anni;
alla 
teratogenesi farmacologica
. In campo sportivo essa riguarda un campione indotto, ossia le atlete ai primi stadi di gravidanza in cui farmaci teratogeni inducono malformazioni correlate all"epoca di somministrazione.
Se le analisi anti-doping effettuate sono sempre più specifiche e precise ma gli atleti assumono sempre
nuove sostanze dopanti
per migliorare le proprie condizioni sportive e risultare negativi ai test anti-doping.
L’opinione è divisa su tre fronti diversi:
se il test effettuato sia effettuato più frequentemente e con strumentazione ad elevata sensibilità, l’uso del farmaco potrebbe addirittura venir eliminato non solo nelle gare, ma addirittura negli allenamenti precedenti la stessa gara
vietando l’uso di farmaci conosciuti dal punto di vista chimico e biologico, si spingono gli atleti a cercare altri farmaci sui quali si conosce poco o nulla
coloro che sostengono che i test debbano essere quantitativi piuttosto che qualitativi e che lo scopo delle federazioni sia quello di prevenire l’uso eccessivo dei farmaci.
Una trattazione completa del doping farmacologico incontra molte difficoltà, prima fra tutte la illiceità del fenomeno, che ne impedisce una conoscenza approfondita, sia per quanto riguarda i farmaci impiegati che la loro efficacia farmacologica
Albanesi.it
Mattia Cattaneo
Camargo Christian
Fidanza Andrea
Piccinelli Riccardo
Bottarelli Fabio
Impatto sociale
Legislazione
Full transcript