Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Behind the appearance

No description
by

Alexa Fila

on 2 December 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Behind the appearance

"Behind the appearance"
Il design del Padiglione del Qatar richiama il mercato tradizionale, ­il Souq, con i suoi percorsi interni dalle forme arabeggianti. Si estende su una superficie di 2.450 metri quadrati ed è composto da un ampio spazio con al centro una struttura circolare che ricorda il cesto tradizionale, ­ Jefeer, che simboleggia l'intreccio tra la dimensione locale e l’innovazione globale che caratterizza questo paese.
Il Qatar vuole mostrare il suo impegno per garantire cibo, sano e conveniente. Il Paese è impegnato nella ricerca di soluzioni che siano socialmente, economicamente e ecologicamente sostenibili.
La struttura è caratterizzata da una facciata ricca di colori, metafora della filosofia del 'Buen Vivir'. L'obiettivo è quello di mostrare le potenzialità e le opportunità che offre l'Ecuador dal un punto di vista sociale, economico, commerciale e turistico.
L' Ecuador, alla maggior parte delle persone, appare come un paese povero e spesso sconosciuto quando in realtà ha grandi possibilità di crescita.
Inoltre non si deve dimenticare la presenza della foresta amazzonica, considerata il "polmone" del Mondo.
Palazzo Italia ha una struttura particolare, a prima vista può sembrare confusa, formata da linee e intersezioni che hanno l’obiettivo di ricordare l'intreccio dei rami, delle radici e di riportare l’immagine di una foresta naturale. Questa struttura è stata realizzata con un nuovo tipo di cemento ‘cemento biodinamico i.active BIODYNAMIC‘ che oltre ad essere composto da materiale parzialmente riciclato, ha proprietà fotovoltaiche che gli permettono di assorbire e trasformare, attraverso la luce solare, alcuni inquinanti presenti nell’aria ‘pulendo’ quindi l’atmosfera dallo smog.
Palazzo Italia è caratterizzato da una importante attrazione: le sale completamente ricoperte di specchi che riflettono le immagini delle bellezze italiane: luoghi, paesaggi ma anche opere d’arte. All’apparenza può sembrare scontato, ma è un metodo per incentivare il turismo, coinvolgendo emozionalmente anche il visitatore che rimane affascinato davanti a tanta bellezza.
E' stato ricostruito un albero della vita anche all’interno di una delle sue sale finali in modo che il viaggio che inizi dalla piazza, luogo di comunione e condivisione, e prosegua lasciando ad ogni regione alcuni spazi per offrire un'immagine delle proprie tradizioni.
L’itinerario nel padiglione inglese simboleggia il viaggio che le api compiono durante la fase di impollinazione dai fiori all’alveare. L’alveare è una struttura reticolare cubica in alluminio, è realizzata con listelli fissati con una angolazione tale da creare figure esagonali che ricordano le celle dell'arnia. All’interno di questo cubo è prevista una sfera, nella quale i visitatori possono entrare e camminare grazie al pavimento in vetro. La particolarità è che ad ogni luce corrisponde una vera ape di un vero alveare situato a Nottingham, in grado di pulsare in riferimento ai segnali provenienti da esso. Grazie ai diversi giochi di luce e movimento, si ha l’impressione di assistere al volo di un’intera colonia di api.
Il padiglione del Brasile ci accoglie con una grande rete elastica che bisogna percorrere per arrivare all’interno della struttura. Con questa installazione, il Brasile vuole trasmetterci il senso di integrazione con l’ambiente
circostante. Questo si nota dalla scelta di posizionare un enorme giardino botanico proprio sotto la rete, utilizzato come strada di uscita al termine della visita al padiglione.
Il Brasile è tra i maggiori produttori di risorse alimentari, grazie alla flessibilità e all' integrazione che ha saputo realizzare negli ultimi anni.
Il padiglione britannico si sviluppa intorno al concetto di alveare, a voler sottolineare l’importanza che le api hanno nel nostro ecosistema per l’impollinazione.
Chiesa di Santa Maria costruita tra il 1476 e il 1482 da Bramante.
Bramante, pur avendo a disposizione un'area di piccole dimensioni, realizzò un edificio monumentale: un corpo longitudinale a tre navate. L'incrocio dei bracci presenta una cupola emisferica, decorata con un caratteristico motivo bramantesco.
L'armonia dell'insieme era messa a rischio dall'insufficiente ampiezza del capocroce che venne "allungato" apparentemente costruendo una finta fuga prospettica in stucco in uno spazio profondo appena 95 cm. Nella sua perfetta costruzione prospettica, l'opera mostra l'influsso delle ricerche nel campo della rappresentazione illusionistica.
Il mecenatismo consisteva in: sostegno economico e materiale da parte di sovrani, signori, aristocratici e possidenti, nei confronti di artisti, i quali, a fronte della relativa libertà di produrre le proprie opere, contraccambiavano tale sostegno svolgendo incarichi oppure ponendo la propria arte al servizio del potere dei loro benefattori, dando così prestigio alle loro corti.
Il rapporto fra il mecenate e l’artista non era però del tutto alla pari, il signore forniva protezione in cambio di servizi che lo rendevano famoso e invidiato dagli altri potenti. L’obiettivo era quindi il prestigio del sovrano, acquisito grazie al denaro investito in questa attività di propaganda e autocelebrazione.
Nel 1565 fu affidato l'incarico per l'esecuzione delle opere ai ricamatori Scipione Delfinone e Camillo Posterla, in realtà questi due uomini realizzarono solo il disegno, perché successivamente i loro schizzi furono dati ad alcune donne abili che si presero cura di costruire l’intero arazzo.
Dal punto di vista compositivo, il Gonfalone riproduce un arco di trionfo sotto il quale si trova Sant'Ambrogio, raffigurato con lo staffile e il pastorale, ai cui piedi stanno due soldati riversi. L'osservazione attenta rivela come alcune parti siano semplicemente applicazioni posizionate in un secondo momento.
Gli Intrecci vegetali con frutti e monocromi di radici e rocce sono una pittura parietale a tempera su intonaco di Leonardo da Vinci, databile al 1498 circa e conservata nella sala. Essa si basa su un fitto intreccio di rami e fogliame, che si sviluppa in una sorta di pergolato e sfonda idealmente la parete della sala chiusa, trasformandola in un paesaggio all'aperto.
Vi è un frammento ricoperto di un disegno preparatorio monocromatico in bianco e nero dove si vedono grosse radici che penetrano in alcune stratificazioni rocciose: si tratta della base del fusto dell'albero, da cui originariamente si dipartivano tutte le fronde verdeggianti che coprono la volta della sala, intrecciandosi secondo motivi geometrici. Questa scoperta ha confermato inequivocabilmente come il programma iconografico non fosse circoscritto alla volta, ma intendesse svilupparsi ampiamente anche sulle pareti circostanti, così da dare l’illusione di essere in un vero giardino esterno.
Gaston de Foix, comandante dell'esercito francese, ucciso a Ravenna nel 1512, fu scolpito da Agostino Busti detto "il Bambaja".
I pannelli sono realizzati con una tecnica ad altorilievo molto caratteristica.
La statua del giacente è celebre per la bellezza del giovane uomo ritratto.
• Ha il capo cinto d’alloro, per tradizione simbolo di conquista, fama, onore del talento poetco.
• Le mani dello scomparso poggiano sotto l’impugnatura finemente incisa della spada che rappresenta le sue abilità in battaglia.
• Il comandante però non indossa l’armatura ma la tunica nobiliare per caratterizzare il suo stato sociale di cortigiano.
https://commons.m.wikimedia.org/wiki/Category:Grave_for_Gaston_de_Foix
http://www.alibionline.it/il-monumento-a-gaston-de-foix-nel-museo-sforzesco-di-milano/
https://commons.m.wikimedia.org/wiki/Category:Grave_for_Gaston_de_Foix
http://www.alibionline.it/il-monumento-a-gaston-de-foix-nel-museo-sforzesco-di-milano/
https://it.wikipedia.org/wiki/Mecenatismo
https://it.wikipedia.org/wiki/Musei_del_Castello_Sforzesco
www.expo2015.org/it/partecipanti/paesi/qatar
https://www.youtube.com/
Alexa Fila
Simona Corrà
Gaia Agostinello
Manuele Besutti
Full transcript