Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Tesina: La ricerca della bellezza

No description
by

noemi giannini

on 29 June 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Tesina: La ricerca della bellezza

Oggi la bellezza del corpo ha ripreso ad essere un vero e proprio culto ..
Italiano:
Il piacere
D' Annunzio

Inglese:
The picture of Dorian Gray

Storia dell'arte:
Neoclassicismo e Canova

Divina Commedia:
Mito di Narciso

Scienze:
Minerali e Cristalli

Storia:
Hitler e la razza ariana

Filosofia:
Shopenhauer
L'esperienza estetica

Matematica:
Il calcolo integrale

Chirurgia estetica
Si ricorre al "miracolo" della chirurgia plastica.
Perche si ricorre ad un interventi
di chirurgia plastica?


Canoni di bellezza secondo la società
Nella società in cui viviamo, essere belli equivale a essere snelli e tonici..
Provocandone ossessioni e
disturbi reali.
Italiano: D'Annunzio e l'estetismo
Il piacere
Oscar Wilde
The picture of Dorian Gray
In the novel, this soul is the picture,which records the signs of time,the corruption,the horror and the sins concealed under the mask of Dorian's timeless beauty.
The picture represents the dark side of Dorian's personality.
The moral of the novel is that every excess must be punished and cannot be escape.
Timeless beauty
Dorian makes a deal with an unreal bad and he turns his life into a ' work of art that becomes the mirror of his .

Inglese: Oscar Wilde
Oscar Wilde was considered the most important exsponent of estethic movement. He was a esthete, he loved the beautiful.
When Dorian destrys the picture, he cannot havoid the punished for all his sins,that is,death. The horrible, corrupted picture can be seen as a symbol of the immorality and bad conscience of the Victorian middle class, while Dorian and his pure, innocent appearance are symblos of bourgeois hypocrisy.
Letteratura latina : Petronio
Petronio, primo esteta della letteratura latina,amante dei piaceri della vita, il primo dandy della storia. Di Gaio Petronio non conosciamo nulla direttamente ma la critica porta ad identificare Petronio con L'autore del Satyricon descritto da Tacito negli "Annales" .
18. Di Petronio comincerò più da lontano. Durante il giorno dormiva e attendeva di notte alle necessità e ai piaceri della vita. Come ad altri la loro operosità, così la sua indolenza gli aveva procurato grande rinomanza: ma non era ritenuto un crapulone e un dissipato, come la maggior parte di quelli che dànno fondo alle proprie fortune, bensì un voluttuoso raffinato, e quanto più negli atti e nelle parole si dimostrava libero da pregiudizi e noncurante, tanto più quella sua semplicità era accolta con simpatia (...)
Tacito, Annales XVI 18-19
Satyricon
.Encolpio possiede le medesime caratteristiche dei tipico
personaggio decadente, é un personaggio colto e raffinato, ama la bella vita
e vive ogni momento con intensità.L'autore offre il ritratto di una società ormai
corrotta.
Venne definito un pasticcio letterario per la presenza di vari toni: stile variegato plurilinguismo e pluristilismo.
L'ossessione della bellezza:
III Canto del paradiso
Luogo: Cielo della Luna
Beati: Spiriti mancanti ai voti
17-18<<perc ch'io dentro a l'error contrario corsi a quel ch'accese amor tra l'omo e 'l fonte >>
Mito di Narciso:
Storia dell'arte:
Neoclassicismo
<< La bellezza è ordine, superiorità, purezza >>

Desiderio di ritorno alla grandezza arstistica dei gregi

Teoria del Winckelmann
<<Nobile semplicità e quieta grandezza>>
Winchkelmann parla di un'arte purificata dalle passioni e fondata sui canoni di bellezza. Per quieta grandezza intendeva la capacità di controllarn le pulsioni comunicando l'idea di un'equilibrata grandezza dell'animo.
Per nobile semplicità intendeva la scelta di pose e soggetti semplici che rieascono a comunicare la grandezza di un'anima nobile.
Antonio Canova
Il piu grande scultore neoclassico italiano.Egli recupera l'ideale di bellezza del mondo antico e lo ripropone in sculture raffinate ed eleganti.
Ricerca continuamente il modello ideale di bellezza e perfezione. Da un lato prende spunto dalla realtà, dall'altra la trasforma per renderla più bella del vero,più perfetta,idealizzata.
Amore e Psiche
Il momento scelto dall'artista è quello più sensuale,l'attimo precedente al bacio. E' rappresentata l'estrema perfezione dei corpi e l'armonia della composizione.
Le due figure si intrecciano fra loro formando una x morbida e sinuosa.E' realizzata in marmo bianco levigato. Questa disposizione piramidale dei due corpi è bilanciata da una speculare forma triangolare costituita dalle ali aperte di Amore.
L'elegante fluire delle forme sottolinea la freschezza dei due giovani amanti: qui è rappresentata l'idea di Canova del bello, ovvvero fusione si bello ideale e bello naturale.
Teseo sul Minotauro
Ogni passione è spenta, la rabbia e la furia del combattimento sono passate.
Nella tranquillità della posizione di riposo Teseo mostra la sua anima di nuovo in sintonia con il corpo . L'eroe, simbolo della vittoria della ragione sull'irrazionalità bestiale,
Storia: L'ossessione di Hitler per la razza ariana
<<La più pura delle razze è la razza ariana>>
<<La razza ariana è la più creativa valorosa, l'unica a cui spetta il diritto di dominare il mondo>>.
L' Antisemitismo
Per Hitler l'ebreo rappresenta una razza che vuole rovinare tutte le altre.
L'ebreo è il nemico più pericoloso e cattivo.
"Gli Ebrei sono come i vermi che si annidano nei cadaveri in dissoluzione."
L'antisemitismo diventa in Hitler una vera e propria ossessione.
1933 venne incaricato da Hindenburg di formare il nuovo governo, dando vita al totalitarismo.
1933 il Parlamento approvò i pieni poteri a Hitler.
1935 emanazione delle leggi razziali
Oltre il 90% degli ebrei fu ucciso.
Minerali polimorfi
Classificazione dei minerali
Silicati:
Ossigeno(46,6%) e Silicio (27,7%)
Tetaedri indipendenti
Catene singole
Catena doppia
Fillosilicati
Tectosilicati
Non Silicati:
Carbonati
Solfuri
Solfati
Alogenuri
Ossidi

Fisica : Le equazioi di Maxquell
Maxwell pubblica nel 1783 la sua opera fondamentale, le Treatise on eletricity and magnetism, in cui compaiono le cosìdette equazioni di Maxwell.
La seconda e la quarta equazione esprimono un legame profondo tra il campo elettrico e il campo magnetico.Ciò significa che E e B non sono più indipendenti come nel caso statico,ma sono aspetti diversi di un unico ente fisico,il campo elettromagnetico, che si manifesta nei fenomeni elettromagnetici.
Le equazioni dei campi elettrostatici e magnetostatico
La prima coppia di equazioni stabilisce le caratteristiche del campo elettrico a partire dalle sue sorgenti: le cariche elettriche. In modo analogo,.
La seconda coppia di equazioni determina le proprietà del campo magnetico a partire dalle sue sorgenti: le correnti elettriche.
Corpi ritoccati per un
'ideale di bellezza fittizia.
L' estetismo
L'importanza
dell'arte
Senso di
superiorità
Il Dandy
L'esteta si sente nobile ed aristocratico per l'ideale di vita e di perfezione che ha maturato: è sempre elegante , si atteggia in modo provocatorio e disdegna i ben pensanti e i moralisti.
Andrea Sperelli
« Egli era per così dire tutto impregnato d'arte […]. Dal padre appunto ebbe il culto delle cose d'arte, il culto spassionato della bellezza, il paradossale disprezzo de' pregiudizi, l'avidità del piacere. […]
(G. D'Annunzio, Il piacere, libro I, cap. II)

Andrea Sperelli è un intellettuale raffinato, amante delle opere letterarie e seduttore ,ricco ,dedito ai pieceri della vita.
Personaggio ambivalente : in continua alternanza fra la vita mondana e la vita dello spirito.
Andrea è un giovane Dandy, costretto per amore di una donna fatale Elena Muti a confrontarsi con la società frivola.
Il Piacere
Conformismo
Culto assoluto della
bellezza
Stravaganza
Eleganza

Dispezzo per
il volgare
Rifiuto della mediocrità borghese
Forte senso di ribellione
Eccentrico
Ricerca del piacere
La bellezza estetica viene
messa al primo posso..
...Apparire è piu importante che essere.
Diventando schiavi
dello specchio
Conformismo o Paura?
La paura di non essere
"accettati" dal "gruppo..
...essere derisi.
Ma ciò che mostrano è reale?
La bellezza è unicità...
...è semplicità
è piacere...
... eleganza
...idea
ricerca...
perfezione...

è
Arte
Cos'è realmente la bellezza?
D'Annunzio personalità stravafante , amante dei piaceri della vita.

Vive la propria vita come un'opera d'arte
Il Dndy per eccellenza nella letteratura italiana...
Elena incarna l 'amore
erotico e sensuale .
Maria Ferris quello spirituale.
1938: ''Arianizzazione''
1942: Nascita dei campi di sterminio

Rapido declino della cultura..
...dei valori nazionali e culmina con
l'estinzione della razza.
Formazione dei minerali
Cristallizzazione:
Solidificazione del magma
Precipitazione di una soluzione acquosa
Diffusione allo stato solido
Propietà ottiche:
Lucentezza, trasparenza, colore
Altre proprietà:
Magnetismo,fusibilita,sfaldatura
durezza,tenacità
Legge di Stenone:
la legge della costanza dell'angolo diedro.
...conformarsi a questi parametri estetici è diventata una delle ossessioni dei nostri giorni che colpisce maggiormente le nuove generazioni, interessate alla cura maniacale dell'aspetto fisico.


l
La ricerca della bellezza
Individuando una configurazione geometrica,detta reticolo cristallino.
Letteratura latina:
Petronio e il Satyricon

Fisica:
Le equazioni di Maxwell


La bellezza come ossessione
Giannini Noemi
5°F ''E. Fermi''
La bellezza come ossessione
Andrea Sperelli
Andrea Sperelli è un intellettuale raffinato, amante e seduttore dedito ai piaceri della vita.
« Egli era per così dire tutto impregnato d'arte […]. Dal padre appunto ebbe il culto delle cose d'arte, il culto spassionato della bellezza, il paradossale disprezzo de' pregiudizi, l'avidità del piacere. […] fin dal principio egli fu prodigo di sé; poiché la grande forza sensitiva, ond'egli era dotato, non si stancava mai di fornire tesori alle sue prodigali
(G. D'Annunzio, Il piacere, libro I, cap. II)
Shopenhauer: L' esperienza estetica
Arte: Strumento conoscitivo in cui soggetto (spirito) e oggetto (natura).
Ha il compito di rivelare L'Assoluto.
L'atto creativo consta di due fasi:
Inconscio
Conscio
La liberazione attraverso l' arte
L' arte: Conoscenza del mondo delle Idee.
per arrivare alla conoscenza
dell'idea, l'opera d'arte.
Il genio: Intuizione pura
Contemplazione: Annullamento della volontà e del dolore.
Matematica: Calcolo integrale
Integrale: l'integrale è un operatore che, nel caso di una funzione di una sola variabile, associa alla funzione l'area sottesa dal suo grafico entro un dato intervallo [a,b] nel dominio.
Integrale di ƒ(x).
Area sottesa dal grafico dalla funzione ƒ(x) nel dominio [a,b].
Si assume che l'area abbia valore negativo quando ƒ(x) è negativa.
Teorema del calcolo integrale
La prima parte del teorema è detta primo teorema fondamentale del calcolo, afferma che la funzione integrale (come sopra definita)



è una primitiva della funzione di partenza. Cioè


La seconda parte del teorema è detta secondo teorema fondamentale del calcolo, e consente di calcolare l'integrale definito di una funzione attraverso una delle sue primitive.



e tale relazione è detta formula fondamentale del calcolo integrale.



La totalità delle primitive di una funzione f ( x ) f(x) si chiama integrale indefinito di tale funzione. Il simbolo:


denota l'integrale indefinito della funzione f ( x ) rispetto a x x. La funzione f ( x ) f(x)}
f(x) è detta anche in questo caso funzione integranda.

Ogni funzione continua in un intervallo ammette sempre integrale indefinito, ma non è detto che sia derivabile in ogni suo punto. Se f è una funzione definita in un intervallo nel quale ammette una primitiva F allora l'integrale indefinito di f f è:



dove c è una generica costante reale.

∫ a b f ( x ) d x = F ( b ) − F ( a )
F ′ ( x ) = f ( x )
F ( x ) = ∫ a x f ( t ) d t a ≤ x ≤ b
Integrale indefinito:
∫ f ( x ) d x
∫ f ( x ) d x = F ( x ) + c
Metodi di risoluzione
Additività:
Teorema del confronto:
Integrale per parti:
La bellezza
La bellezza umana è espressione oggettiva e dall'esternazione della bellezza bisogna cogliere l'idea più profonda: L' idea di uomo
L'oggetto artistico è idea...l'idea è puramente intuitiva
La bellezza femminile ieri e oggi
Non esiste una definizione univoca della bellezza: bello è qualcosa che attrae, che colpisce, che spinge a soffermare lo sguardo senza reprimere un senso di meraviglia, addirittura di estasi.
Canoni di bellezza femminili
La prosperità delle veneri primitive
L’ideale della bellezza femminile era evidentemente legato alla fecondità: la donna era vista prima di tutto come procreatrice.
Esse rappresentano l’ideale estetico degli uomini primitivi: il volto, le braccia e le gambe della donna sono appena abbozzati, mentre sono estremamente marcate le forme tipiche della femminilità, cioè il seno e soprattutto i fianchi e il ventre, a sottolineare la fertilità della donna .
La perfezione dell'antica grecia
E’ solo a partire dalla Grecia classica (V sec. a.C.) che si affermano veri e propri canoni estetici.
Il corpo femminile, visto attraverso l’arte greca, è un corpo di grande bellezza e armonia, le cui proporzioni ottimali ne fanno ancora oggi un ideale di perfezione.

Il fisico femminile più apprezzato è morbido e formoso, con fianchi larghi, seno e glutei non troppo pronunciati, ma rotondi e sodi.

La donna rinascimentale
I canoni della bellezza femminile cambiano radicalmente: dallo stereotipo medioevale della donna acqua e sapone, dal fisico adolescenziale, sottile, con i fianchi stretti e il seno piccolo, si ritorna al modello di bellezza delle veneri greche, dalle forme rotondeggianti, fianchi larghi, ventre pronunciato, seno abbondante e incarnato pallido
Tiziano 'Venere allo specchio'
Tiziano, La Venere di Urbino (1538)

La grande Odalisca jean Ingre
La dama del Settecento
A dettare i canoni estetici del Settecento sono le corti, soprattutto quella di Francia.
l’attributo femminile per eccellenza, simbolo di seduzione e femminilità, è il vitino da vespa, che non deve superare i 40 centimetri. Secondo i canoni del tempo, una bella donna deve avere una circonferenza vita che un uomo può circondare con due mani
Il Novecento
E’ questo il secolo che ha visto i maggiori e più repentini cambiamenti che ha portato all’affermazione di nuovi modelli di bellezza femminile, nuove mode e nuovi stili di vita.
La donna nella belle epoquè
Gli anni della Belle Epoque coincidono con la nascita del cinema, della radio e dell’automobile: è un’epoca di grande benessere, vissuta all’insegna della spensieratezza e dell’ottimismo.
La femme fatale è la protagonista dell’iconografia dell’età del Decadentismo
La garçonne degli anni Venti
L’ideale di bellezza femminile cambia radicalmente: cade il mito della donna fatale e si afferma la garçonne.
La donna raffinata ed elegante degli anni Trenta
torna l’ideale della donna sensuale, femminile ed elegante. Le donne sentono l’esigenza di rimettere in evidenza le loro forme.
Oscar Wilde: “La bellezza è l’unica cosa contro cui la forza del tempo sia vana.
Le filosofie si disgregano come la sabbia, le credenze si succedono l’una sull’altra, ma ciò che é bello é una gioia per tutte le stagioni, ed un possesso per tutta l’eternità”.
La donna grissino degli anni Sessanta e Settanta
Negli anni Sessanta le figure si assottigliano, le gambe si scoprono, i capelli si tingono di biondo svedese e gli occhi si ingrandiscono con ciglia finte e pesanti passate di eyeliner.
Icona dell’epoca è Audrey Hepburn, la diva bon ton per eccellenza
La donna del terzo
millennio
l’attenzione quasi morbosa al corpo: è il corpo al centro dell’interesse e non la persona; non conta tanto essere quanto apparire
E’ a partire dal terzo millennio che
la bellezza diventa sinonimo di magrezza
L’immagine della donna che i mass media diffondono è la rappresentazione simbolica di un modello che segue ideali e aspirazioni collettive, ma che risulta impossibile da raggiungere.
Sono dunque i modelli fuorvianti proposti dai media che hanno portato alla ricerca ossessiva della “forma perfetta
Il bombardamento mediatico
Lo stereotipo delle modelle
Altissime, sottilissime, elegantissime, le modelle incarnano l’ideale estetico
Essere magre, toniche ed in forma rappresenta l’ambizione di tutte le donne, giovani e meno giovani
Il business della bellezza
La dittatura della bellezza impone di levigare, dimagrire, tonificare, spianare, rassodare, aspirare, riempire.
L’industria del dimagrimento e quella farmaceutica, il business della chirurgia estetica, l’ossessione della magrezza della moda fanno leva sulla nostra frustrazione di non essere perfette e ci portano ad odiare il nostro corpo se non risponde ai canoni imposti, inducendoci a fare di tutto pur di rientrare nel cosiddetto c.u.b.o., il canone unico di bellezza omologata.
La bellezza uccide
L’anoressia sta assumendo proporzioni allarmanti in tutto il mondo occidentale, soprattutto tra le adolescenti: fenomeno in gran parte dovuto alla massiccia propaganda che impone un certo standard di bellezza femminile
Oggi in Italia circa il 10% degli adolescenti soffre di disturbi dell’alimentazione.
Lo stereotipo della bellezza femminile ha una silhouette tabulare e forme stilizzate, tendenti alla bidimensionalità e all’essenzialità: corpo asciutto, magro, con caratteri androgini, asessuato
Ogni popolo, nel corso della storia, ha definito la bellezza secondo i canoni della propria cultura.
L’ideale corporeo è spesso innaturale e quindi difficile da raggiungere; nel corso della storia le donne si sono dovute sacrificare ed hanno sofferto per raggiungerlo.
.Fin dall’antichità la bellezza femminile viene rapprsentata dai desunti canoni estetici, cioè le caratteristiche tipiche della bellezza: più una donna si avvicina a quei parametri, più è considerata bella.
LA METAMORFOSI DELLA BELLEZZA E DELL’IMMAGINE FEMMINILE NELLA STORIA
Viene ripreso l'ideale di bellezza e di perfezione.
L'arte di adornarsi
Cristallo: Struttura ordinata e perfetta le cui facce sono delle superfici piane naturali.
Scienze: I Minerali
Da questa necessità estetica deriva l'accento posto sugli ornamenti femminili, siano essi gioielli o interventi di make-up

Gli ornamenti, che ricoprono dalla testa ai piedi la donna, sono stati codificati con vari adeguamenti sin dall'antichità
Narcisismo
(Narcisista) persona affetta da un eccessivo amore di sé stessa
Una delle più temibili malattie sociali dei nostri tempi è la dismorfofobia, una sorta di
''Sindrome dello specchio''
In epoca moderna l’esempio forse più limpido di bellezza e di simmetria nella formulazione di una teoria scientifica è quello delle equazioni dell’elettromagnetismo dovute a J. Clerk Maxwell (1831-1879). La sua teoria unifica diversi gruppi di fenomeni del campo elettrico e magnetico, la cui natura sembrerebbe, in apparenza, indipendente.
Una delle equazioni che maggiormente esprime l’alto valore estetico della teoria è quella che pone in relazione le costanti dielettrica ε0 e diamagnetica μ0 del vuoto con la velocità della luce c, secondo l’espressione c2 ε0 μ0 =1, ricavata su basi puramente teoretiche e poi confermata dalle misurazioni sperimentali.
Bellezza e simmetria nella fisica moderna
Full transcript