Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Quando nasce l'idea di Medioevo

No description
by

susanne lenz

on 12 September 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Quando nasce l'idea di Medioevo

Quando comincia e quando finisce il Medioevo ?
Sulla base dell'idea per cui esisteva un'"
età di mezzo
" tra il mondo della cultura greca e latina e il periodo storico dell'umanesimo nei secoli dal XV al XVIII si formarono idee relative alle date in cui sarebbe cominciato e terminata questa "età di mezzo".
Si tratta di
date di valore altamente simbolico
.


I capi delle popolazioni germaniche
basavano il loro potere
sugli invidui a loro legati o sottomessi
: uomini, famiglie e tribù, e
non badavano a stabilire con precisione i confini dei territori sui quali comandavano
, perchè i popoli germanici erano nomadi e non avevano insediamenti fissi.
Quando nasce

l'idea di
Medioevo
Nel corso dell'
età umanistica, tra la fine del 1300 e la seconda metà del 1400
maturò tra gli intellettuali l'idea che esistesse un
intervallo di tempo
tra la
cultura del mondo classico
, greco e latino, e
la loro cultura
, che aveva l'ambizione di collegarsi ai princìpi e ai modelli di Platone, Aristotele, Virgilio e Cicerone.
L'idea negativa di Medioevo, "secolo buio"
L'idea negativa di
Medioevo come "secolo buio"
fu determinata negli umanisti soprattutto dall
'
esperienza del 1300
, in cui si verificarono eventi quali crisi economiche, peste nera, grave caos politico.
Il Feudalismo
alto medioevo
e

basso medioevo
La
curtis
La
curtis
fu il
modello di organizzazione della proprietà fondiaria
prevalente in Europa occidentale
tra VIII secolo e XI secolo
La curtis
appartiene a un signore
,
dominus
, e si divide in
due parti
,
interpendenti
tra loro:
la
pars dominica

è gestita dal dominus direttamente
, su di essa lavorano i
servi
e
coloni
di condizione libera
che sono tenuti a fornire
prestazioni di lavoro gratuito,
corvées
come forma di pagamento per le terre da loro prese in affitto
la
pars massaricia
è costituita da un insieme di fondi
i mansi
assegnati a famiglie di
coltivatori dipendenti,
i
coloni
o
massari
, che pagano un
affitto
: con
parte di ciò che producono
o in
denaro
, o entrambe,
più un certo numero di giornate di lavoro gratuite sulla
pars dominica
L'idea di Medioevo
Lo storico umanista
Flavio Biondo
scrisse
intorno alla metà del 1400
un'opera che ricostruiva le vicende storiche del mondo occidentale
dal 412
, quando la città di Roma fu saccheggiata dai Visigoti
fino al 1442
(l'epoca a lui contemporanea).
Con questa
scelta cronologica
, Biondo, che nella sua opera non parlò esplicitamente di "medioevo", introdusse il
concetto cronologico di un'epoca che si trovava nel mezzo
tra l'epoca classica e l'età umanistica.
Gli umanisti si formarono l'idea che fosse esistito nei secoli precedenti a quello in cui vivevano
un periodo totalmente negativo
che aveva avuto un
inizio buio, il crollo dell'impero romano d'Occidente nel V secolo
e che era proseguito nella negatività per
mille anni.
410
, saccheggio di Roma da parte dei Goti
412

-

1453

1453
, conquista di Costantinopoli, capitale dell'impero romano d'Oriente, da parte dei turchi ottomani
476
, deposizione dell'ultimo imperatore romano Romolo Augustolo da parte di Odoacre
476 - 1492
1492
, Cristoforo Colombo giunge nel continente americano
alto medioevo
, è il periodo storico che si estende
dal V secolo all'anno Mille
il
basso medioevo
comincia nell'
anno Mille
e termina nel
XV secolo
I
primi secoli dell'epoca medievale
furono il periodo durante il quale
si integrarono i valori e i modelli economici e sociali dell'antichità classica e quelli dei popoli germanici.
Nel
mondo germanico
comanda chi dimostra
forza
e
abilità nell'uso delle armi
, valore in
combattimento
, capacità di
comandare militarmente.
I modelli di governo e comando del
mondo classico
si basavano sul
latifondo
e sulle
città
: la
base economica
delle grandi famiglie senatorie, specie in Gallia erano le
grandi proprietà terriere
,
latifundia
Le sedi del
potere politico
erano le
città
, in cui avevano potere i
vescovi
e gli
esponenti delle
familiae
più importanti
: molto spesso i vescovi erano membri di queste grandi
familiae.
I
franchi
giunti in
Gallia nel V secolo
integrarono valori germanici e valori dell'antichità classica: il mezzo per farlo furono
sia i
matrimoni misti
tra uomini e donne dell'aristocrazia franca e gallo-romana
sia l'
accettazione dei reciproci modelli e valori
: l'
aristocrazia gallo-romana
avviò i propri figli maschi alla
carriera militare
; l'
aristocrazia germanica
operò perchè propri esponenti diventassero
vescovi
, perchè i vescovi godevano di
prestigio e potere nelle città e nei territori collegati a queste.
Guerriero franco
S. Martino, vescovo gallo-romano di Tours, V secolo
S. Remigio battezza il re franco Clodoveo, 496
I romani
fondavano il loro dominio su
municipi e province ben definite territorialmente
, in cui potevano risiedere anche popolazioni non omogenee dal punto di vista culturale e linguistico.
L'incontro tra popolazioni germaniche e popolazioni "latine"
portò a una gestione del potere da parte sopratttutto dei Franchi
su base territoriale
, perchè si formarono dei
regni
caratterizzati da
insediamenti stabili
e dalla
convivenza nel medesimo territorio di popolazioni di cultura e tradizioni diverse, pacificati e sottomessi a un unico potere.
Nacque il
regno carolingio
: uno Stato sul modello romano che aveva al proprio interno diversi elementi della società germanica.
Il momento più importante di questo incontro tra le due tradizioni fu il
dominio di Carlo Magno
, che fondò un
regno

unificato dalla

religione cristiana

esteso su buona parte

dell'
Europa centro occidentale

e fu incoronato

imperatore nell'800.
Le condizioni economiche e sociali dell'alto Medioevo furono difficili:
guerre
continue,
persone costrette a spostarsi
spesso da un luogo all'altro d'Europa,
città che persero parte delle loro funzioni
(mercati, luoghi di lavoro, centri politici),
riduzione di spazi coltivati,
scambi commerciali e circolazione monetaria ridotta e perfino
pestilenze
che colpirono le regioni mediterranee tra VI e e VIII secolo.
La popolazione europea nel
secolo VIII
era di circa
15/20 milioni di individui
, mentre nei secoli finali dell'impero romano (IV e V) era di circa 30 milioni di persone
Gli spazi erano in gran parte coperti da
foreste
, dentro le quali si trovavano città, villaggi e monasteri.
I
villaggi
avevano forme e dimensioni varie
L'
area abitata
era la più
interna
, spesso
cintata
.
L'
area da coltivare
si trovava
fuori dalla zona abitata
: campi (a cereali), vigne e prati.
All'esterno di essa c'era la
zona delle terre comuni
: pascoli e boschi usati dalla comunità
La
foresta
era fuori dalle tre zone, abitata, coltivata e terre comuni; era percorsa solo raramente e al massimo in essa di praticava la caccia.
L'alto Medioevo, incontro tra due mondi, due culture
L'alto Medioevo: la nascita del regno carolingio
Caratteri economici dell'alto Medioevo
decime e courvees
Full transcript