Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

FAME E MALATTIE

No description
by

susanne lenz

on 7 November 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of FAME E MALATTIE

Cause della fame
La tragedia della fame dipende soprattutto da scelte di politica economica e sociale.
Molti dei problemi alimentari vengono aggravati da:
desertificazione e degrado del suolo
catastrofi naturali
guerre e conflitti civili, con conseguenti deportazioni forzate e grandi masse di profughi.
LA PRINCIPALE CAUSA DELLA FAME E' LA POVERTA'
Nelle zone rurali del mondo milioni di contadini lavorano terre marginali e poco produttive.
Nelle bidonville la fame e la malnutrizione sono diffuse.
In alcuni paesi le cause della fame sono legate anche all'uso che si fa della terra. Spesso grandi terreni arabili non vengono destinati alla produzione alimentare interna bensì a colture per l'esportazione (cacao, canna da zucchero, banane, caffè, tè, cotone, tabacco...).
Ad esempio il consumo di carne può avere ripercussioni negative sull'agricoltura dei paesi poveri perchè un terzo della produzione del grano è destinata all'alimentazione del bestiame e molte terre sono destinate all'allevamento per l'esportazione o alla produzione di foraggio.

Negli ultimi dieci anni il prezzo dei cereali è globalmente cresciuto (a causa della domanda di cereali destinati alla produzione di biocarburanti) rendendo più difficile l'importazione nei paesi poveri.



Malattie e povertà

Tantissime persone nel sud del mondo non
hanno accesso garantito alle cure sanitarie.



Malattie infettive e
parassitarie
Ogni anno queste malattie causano circa
15 milioni di morti.

La fame
La fame è un bisogno primario.
Proprio questo istinto di sopravvivenza spinse i Barbari a spostarsi nell'Impero Romano e in seguito a causarne la caduta.
La quantità di cibo prodotta nel mondo sarebbe sufficiente a nutrire l'intera popolazione (in media ciascun abitante disporrebbe di 2800 calorie al giorno) se non fosse per il fatto che esiste una grave disuguaglianza fra i diversi paesi.
In Occidente i problemi legati ad un eccessivo consumo di cibo (superiore alle 3600 calorie al giorno) sono:
obesità
malattie cardiovascolari
diabete.
Un miliardo di persone vive invece in
condizioni di sottoalimentazione e
malnutrizione (secondo le FAO la soglia
della fame varia tra le 1600 e 2000 calorie
al giorno).
Milioni di persone muoiono ogni anno a causa
di malattie, dovute a questo problema, e
diffuse soprattutto nelle zone rurali in particolare in:
Africa sub-sahariana
Asia(India, Cina, Bangladesh, Indonesia, Pakistan)
ma anche in paesi economica-
mente più sviluppati.
Sottoalimentazione e
malnutrizione
Per combattere la fame nel mondo
servono
riforme agrarie
crediti e finanziamenti per i contadini
prezzi agevolati.
Gli aiuti internazionali non sono considerati
l'unica soluzione del problema.

E' necessario che vengano anche appoggiate le politiche agricole che mirano a rendere autosufficienti i paesi più
poveri e a ridurre i sussidi.
In Occidente l'aspettativa di vita sfiora gli ottant'anni.
Nell'Africa sub-sahariana in media la vita si arresta a 46 anni a causa:
della mortalità infantile (200 bambini su 1000 muoiono prima dei 5 anni)
della mortalità delle donne durante il parto.
La situazione critica è inoltre aggravata da:
alimentazione insufficiente
carenza d'igiene
difficoltà ad accedere alle cure e ai farmaci
scarsità del personale medico e delle strutture ospedaliere pubbliche.
In Occidente la diffusione
delle
vaccinazioni ha ridotto in maniera
drastica la mortalità.
Le più gravi malattie presenti nei paesi meno sviluppati sono:
tubercolosi
malaria
AIDS.
In netto calo invece la mortalità legata a:
malattie grastointestinali (diarrea)
morbillo.
Questo significa per esempio una vita media più
breve.
FAME E MALATTIE
Full transcript