The Internet belongs to everyone. Let’s keep it that way.

Protect Net Neutrality
Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La seconda rivoluzione industriale

No description
by

Salvatore Alongi

on 9 April 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La seconda rivoluzione industriale

La seconda rivoluzione industriale
Cosa comportò la seconda rivoluzione industriale?
La seconda rivoluzione industriale comportò una profonda trasformazione che parte dal sistema economico fino a coinvolgere il sistema produttivo e l'intero sistema sociale. Nasce la fabbrica, capitanata dalla figura del capitalista industriale, imprenditore che mira ad incrementare il profitto della propria attività; Si forma la classe operaia che riceve, in cambio del proprio lavoro e del tempo messo a disposizione per il lavoro in fabbrica, un salario.
La seconda rivoluzione industriale si caratterizza in modo incisivo per le grandi innovazioni tecnologiche e per i grandi effetti socio-economici che causeranno queste ultime.
Medicina e sviluppo demografico
In questo periodo vennero fatte numerose e importantissime scoperte in campo medico e scientifico. Numerose scoperte e invenzioni (come ad esempio lo stetoscopio) consentirono enormi progressi nel campo della chirurgia. Un'altra decisiva scoperta nel settore medico-sanitario fu l'adozione dell'anestesia a base di etere e cloroformio durante gli interventi chirurgici e l'applicazione dei raggi x per le diagnosi interne.
Questo complesso di scoperte e invenzioni permise nel giro di pochi decenni di migliorare le condizioni igienico-sanitarie e alimentari di gran parte delle popolazioni dei paesi industrializzati, di abbattere l'alto tasso di mortalità infantile, e di innalzare notevolmente l'età media della popolazione e le aspettative di vita delle persone. Tant'è che fra la fine del XVIII secolo e il XX secolo la popolazione europea si è accresciuta di quasi quattro volte.
Comunicazioni
La scoperta dell'elettromagnetismo con l'invenzione del telegrafo prima e del telefono poi, permisero le prime comunicazioni intercontinentali. Questo tipo di comunicazione ebbe un ruolo decisivo per il graduale sviluppo dell'interdipendenza tra i vari stati del pianeta.
Trasporti
I trasporti nella seconda metà dell'Ottocento divennero molto più sviluppati e complessi. Sostanzialmente è possibile dividere i trasporti in tre categorie:
- Sistema ferroviario
- Sistema navale
- Sistema automobilistico
La rivoluzione industriale ha rappresentato un'elevazione sostanziale nel benessere delle popolazioni di quel periodo storico. Si tratta di quel tipo di fenomeno che non ha mai esaurito la sua forza inarrestabile. Oggi, infatti, quel desiderio di innovazione tecnologica continua in maniera forse ancora più esasperato: in pochi anni si è passati dall'industria pesante alla tecnologia quasi invisibile dei microprocessori. Quale potrebbe essere la rivoluzione di domani?
« La fine del XIX secolo è un periodo che corona un secolo di prodigiosi sforzi scientifici ed economici, una nuova era di cui gli scienziati e i filosofi profetizzano la grandezza, nella quale la realtà supererà i nostri sogni e fantasie »
La seconda rivoluzione industriale si verifica a partire dalla metà dell’800 fino agli anni ’70, rispetto alla precedente rivoluzione è decisamente più sviluppata a livello geografico (si estese in quasi tutta l’Europa, gli Stati Uniti d’America e i nuovi mercati toccarono tutto il mondo).
Inoltre, la seconda caratteristica fondamentale di questa rivoluzione è che coinvolse diverse industrie e non solamente quella tessile come era accaduto nella prima; infatti, oltre all’industria tessile, venne coinvolta anche l’industria siderurgica, quella meccanica e quella dei trasporti.
Non va dimenticato neanche che gli investimenti furono di gran lunga maggiori rispetto a quelli che erano stati fatti per la prima rivoluzione industriale.
Le innovazioni tecnologiche
Dal 1870 in poi, si ebbe in Europa e negli Stati Uniti uno sviluppo tecnologico senza precedenti, le innovazioni tecnologiche non furono frutto di scoperte occasionali ed individuali, ma di ricerche specializzate in laboratori scientifici e nelle università finanziate dagli imprenditori e dai governi nazionali per il miglioramento dell'apparato produttivo. Le prime innovazioni coinvolsero:
-Il settore metallurgico
-Il settore elettrico
ed
-Il settore chimico
Settore metallurgico
Nel settore metallurgico giocarono un ruolo fondamentale la realizzazione del Convertitore Bessemer e il Forno Martin-Siemens. Essi permisero la realizzazione di macchine e utensili più robusti e resistenti del ferro che causava problemi per la sua tendenza ad usurarsi rapidamente.
Convertitore Bessemer
Forno Martin-Siemens
Settore elettrico
Nel settore elettrico furono molte le innovazioni:
Si produssero i primi generatori (la dinamo e il motore elettrico). Un'ulteriore spinta al processo di diffusione dell'elettricità fu l'invenzione della corrente alternata da parte di Nikola Tesla nel 1882 che permise il trasporto dell'energia elettrica su lunghe distanze. I progressi in questo campo permisero la graduale diffusione della rete elettrica ad uso civile per l'illuminazione (e successivamente l'utilizzo dei primi elettrodomestici), nelle case e nei luoghi di lavoro. Contemporaneamente all'invenzione dell'energia elettrica, Thomas Edison inventò la lampadina elettrica utilizzata come principale fonte di illuminazione.
Dinamo
Motore elettrico
Lampadina
Settore chimico
Nel campo chimico, vi furono tra le industrie, fortissime competizioni che portarono in pochissimi anni alla scoperta di nuovi prodotti come fertilizzanti, coloranti sintetici, ammoniaca, dinamite, soda e prodotti farmaceutici quali cloroformio, disinfettanti e analgesici.
Sistema ferroviario
Le ferrovie a raggio transcontinentale
e le prime metropolitane (che permettevano di spostarsi facilmente all'interno delle aree urbane) furono alcuni tra i mezzi di trasporto più funzionali.
Sistema navale
Grazie allo sviluppo della metallurgia e all'introduzione dell'elica, si poterono costruire i primi scafi in ferro e successivamente in acciaio, che permisero la costruzione dei robustissimi transatlantici. Piano piano, le navi a vela vennero soppiantate da quelle a vapore.
Sistema automobilistico
Nel 1883 l'ingegnere tedesco Gottlieb Daimler brevettò il primo motore a benzina efficiente. Pochi anni dopo, apparve la prima vettura a benzina. L'invenzione dell'automobile si rivelerà di straordinaria importanza, con effetti rivoluzionari sulle abitudini e lo stile di vita dei paesi industrializzati; tali conseguenze, tuttavia, si avvertiranno in modo significativo solo a partire dalla diffusione di massa dell'automobile, che inizierà successivamente, nei primi decenni del XX secolo.
Full transcript