Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copy of Copy of desk

No description
by

marilù buttiglione

on 25 March 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copy of Copy of desk

Youtube videos

Immagini per: teatro greco
Wikipedia- the free encyclopedy
- Il teatro greco è una delle più antiche
forme d'arte nella storia dell'u...
Il teatro greco- struttura

WWW.youtube.search_watschib?!-bdsud
Maschere greche
Il Teatro
teatro greco
Il teatro greco è ancora oggi una delle più amate forme di rappresentazione di opere antiche, dimostratasi in grado di mantenere intatto il suo fascino anche a distanza di millenni. Oggi in molte città sono ancora visibili i resti
1.o Le origini
Il teatro greco
di alcune tra le più belle strutture costruite nel pieno dell'
Età classica
situate per la maggior parte in Italia e, ovviamente, in Grecia.
Ma come si è evoluta la storia e di conseguenza l'organizzazione generale del teatro?


Ubicazione
Teatri greci e romani in buono stato ed utilizzati ancora oggi
Teatri greci e romani individuati, ma non utilizzabili
Vediamo ora l'ubicazione delle strutture nel Mediterraneo e in Grecia
Teatri in uso

Le maschere
Necessarie per:
- rappresentare lo stato d'animo e il carattere del personaggio;
- facilitare la comprensione del dramma al pubblico;
Fisiognomico
naso deforme= parassita
naso schiacciato- curvato all'insù= mollezza
naso a becco d'aquila= sfrontatezza

Capelli biondi= giovane intraprendente
capelli rossi= servo
calvo e rosso - bruno e mezzo calvo= cuoco
calvo con barba= vecchio
Angolazione labbra
e inclinazione volto
I maestri specializzati nella preparazione delle maschere, gli skeuopoioi, utilizzavano
Plastica, lino e argilla
Coprivano il capo dell'attore con un'apertura boccale imbutiforme che fungeva da risuonatore della voce.
Gli attori
Erano TRE:
-il primo fu introdotto da Tespi;
- il secondo da Eschilo;
-il terzo da Sofocle
1°= protagonista
2° = deteuragonista, parti
di media importanza
3°= tritagonista, parti del re
o dei tiranni che non richiedevano
attitudini psicologiche, ma una voce
poderosa e chiara
Erano scelti dall'autore
Altri personaggi muti o che pronunziavano solo poche parole erano sul palco, si chiamavano parakoreghèmata.
-Piccole Dionisie (metà dicembre a metà gennaio)
repliche
-Lenee, in onore di Dioniso Leneeo (da metà gennaio a metà febbraio)
più importanti
- Grandi Dionisie ( metà marzo-metà aprile)
- Antesterre (metà febbraio-metà marzo)
riservato alle commedie
cadevano nei mesi invernali perchè Dionisio era il dio della fertilità: le sementi crescevano in inverno.
le prime tre festività si componevano di concorsi (agoni) drammatici, gare di poeti tragici e commediografi.
3 tragedie + dramma satiresco (tetralogia)
commedia
i concorsi duravano 3 giorni ( mattina :( - pomeriggio :) )
organizzazione:

-selezione dei concorrenti- commissione statale con arconte+ assistenti
-spese della polis: pagava attori e autori
ingresso a teatro (theurikon), cioè due oboli al giorno per i poveri
coregia- allestimento del coro

-manutenzione: theatrones- impresario (gestiva anche il servizio d'ordine dei rabdukoi armati di manganelli

-giuria: dieci giudici estratti a sorte che su una tavoletta esprimevano una grauatoria di merito; le tavolette poi venivano chiuse in un urna da cui se ne estraevano a sorte 5 e secondo il numero dei suffragi si stabiliva il vincitore . (corona d'edera all'autore della tragedia, 499 a.C attore tragico migliore, 442 a.C attore comico migliore.
Teatro
CAVEA
- muro di sostegno per contenere la struttura della cavea;
- cunei delle gradinate del teatro;
- ampi passaggi scoperti che separano le grdinate ricavate nella roccia;
- scale.
SCENA
- la skenè si slza sul fondo del palcoscenico, con ambienti di servizio e depositi oer le attrezzature ed i costumi;
- il proscenio piazzato notevolmente poggiava su pilastri tra i quali venivano dipinte le scenografie;
- scenografie;
- spazi tra i pilastri sulla skenè, nei quali si aprivano le porte.

ORCHESTRA
- passaggi scoperti tra la cavea e la scena che immettevano nell' orchestra;
- altare di Dioniso;
- troni per i sacerdoti.
conformazione a semicerchio- contribuisce a “trattenere” i suoni;
le gradinate e la loro pendenza- le strutture di pietra opportunamente inclinate agiscono da filtri acustici;
lo sfruttamento di materiali come legno e pietra posti in una determinata angolazione rispetto alla sorgente sonora ( i gradini in pietra “tagliano” le frequenze basse che disturberebbero l’ascolto (brusio degli spettatori, rumori ambientali...) e preservano invece i suoni più acuti come le voci degli attori o la musica degli strumenti).
alcuni studi hanno dimostrato che l’acustica è tanto migliore quanto più il palcoscenico è elevato, i sedili ripidi e il materiale con cui è costruito il teatro solido e compatto. Con questi accorgimenti, il suono viene riflesso più volte tra palcoscenico e gradinate, creando una sorta di riverbero che amplificava le voci degli attori come se si trovassero in un teatro al chiuso. Infatti nel teatro di Epidauro, le voci sono perfettamente udibili a 60 metri di distanza.
maschere- avevano, nella bocca, un’ apertura tale da funzionare come un megafono.
Marilù Buttiglione
Chiara Campanaro
Roberta Lasorsa
Ester Lopez
IL TEATRO GRECO
.
.
Full transcript