Loading presentation...
Prezi is an interactive zooming presentation

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Malala e il diritto all'istruzione

No description
by

Giulia Comand

on 25 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Malala e il diritto all'istruzione

Malala e il diritto all'istruzione
Attentato
Il 9 ottobre 2012 è stata gravemente colpita alla testa da uomini armati saliti a bordo del pullman scolastico su cui lei tornava a casa da scuola. Ricoverata nell'ospedale militare di Peshawar, è sopravvissuta all'attentato dopo la rimozione chirurgica dei proiettili. Il portavoce dei talebani pakistani, ha rivendicato la responsabilità dell'attentato, sostenendo che la ragazza “è il simbolo degli infedeli e dell'oscenità”; il leader terrorista ha poi minacciato che, qualora fosse sopravvissuta, sarebbe stata nuovamente oggetto di attentati. La ragazza è stata in seguito trasferita in un ospedale di Birmingham che si è offerto di curarla.
Origini
Malala è nata il 12 luglio 1997 a Mingora, nella valle dello Swat ed è una studentessa ed attivista pakistana.
La sua vita prima dell'attentato
All'età di 11 anni è diventata celebre per il blog, da lei curato per la BBC, nel quale documentava il regime dei talebani pakistani, contrari ai diritti delle donne e la loro occupazione militare del distretto dello Swat.
Primi riconoscimenti
È stata nominata per l'International Children's Peace Prize, premio assegnato da KidsRights Foundation per la lotta ai diritti dei giovani ragazzi.
Attivista:
colui che svolge un sistematica attività, a titolo volontario, presso un organizzazione politica, sindacale o benefica
Premi e discorsi
New York
Il 12 luglio 2013, in occasione del duo sedicesimo compleanno, parla al palazzo di vetro a New York, lanciando un appello all'istruzione di tutte le bambine e i bambini del mondo ed indossando lo scialle appartenuto a Benazir Bhutto
Benazir Bhutto
E' stata una politica pakistana, che ha ricoperto per ben due volte la carica di primo ministro. E' morta in un attentato kamikaze commissionato dai talebani per ucciderla.
Premio Sakharov
Il 10 ottobre 2013 è stata insignita del Premio Sakharov per la libertà di pensiero. Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, ha motivato questo annuncio dicendo che è una ragazza eroica e ricca di spirito.
Premio Nobel
per la pace
Il 10 ottobre 2014 è stata insignita del premio Nobel per la pace assieme all'attovosta pakistano Kailash Satyarthi, diventando con i suoi 17 anni la più giovane vincitrice di un premio Nobel. La motivazione del Comitato per il Nobel è stata: “per la loro lotta contro la sopraffazione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all'istruzione.
La sua nuova vita
Molte scuole l'hanno menzionata il 20 novembre 2014 nella giornata nazionale per i dirittti dei bambini e delle bambine.
Ha pubblicato anche il libro "Io sono Malala", uscito anche in Italia l'8 ottobre 2013
Il 25 settembre 2015 viene lanciata in tutto il mondo l'iniziativa "The global Goals", che vede Malala una delle protagoniste insieme a tante altre persone importanti: Anastacia, Stephen Hawking, Bill Gates e Melinda Gates, la regina Rania di Giordania, Jennifer Lopez, Meryl Streep e molti altri.
Full transcript