Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Valentina Degan: Innocenzo III, fondatore del papato ''moderno''

No description
by

valentina degan

on 6 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Valentina Degan: Innocenzo III, fondatore del papato ''moderno''

Innocenzo III, fondatore del Papato ''moderno''.


2
le eresie medievali sono "movimenti evangelici"
intorno al IV secolo le dispute tra cattolicesimo ed eresie erano avvenute sul terreno della teologia.
I nuovi eretici, invece, agivano sul piano morale contestando alla Chiesa la sua progressiva politicizzazione e le sue ricchezze, alle quali contrapponevano la povertà e la purezza predicate del Vangelo. Gli storici preferiscono chiamare queste correnti Movimenti Evangelici e non "eresie".
3
i vizi del clero sono simonia e nicolaismo
i vizi che la Chiesa aveva accumulato nei secoli difficili dell' Alto Medioevo erano noti anche ai pontefici ed erano stati già denunciati da papi riformatori come Gregorio VII. Il più grave era la simonia, seguita dal nicolaismo.
1
nonostante i fallimenti militari,le crociate entusiasmano l' Europa cattolica
le guerre tra Federico I, i Comuni e il Papato si svolsero nel periodo delle prime Crociate quando l' entusiamo della cristianità cattolica era al culmine.
Federico fece da crociato ben due volte; partecipando sia alla seconda sia alla terza crociata (dove morì annegando in un fiume), insieme al re di Francia e al re d' Inghilterra.
TEOLOGIA
riflessione sistematica su tutto ciò che riguarda le divinità.
CROCIATA
Ciascuna delle imprese militari effettuate dai Cristiani, su impulso della Chiesa per conquistare la Terra Santa.
Questa parola venne usata dalla chiesa per qualsiasi "guerra giusta", un concetto che indicava qualunque impresa volta a colpire i nemici della Chiesa
FEDERICO BARBAROSSA
Federico I, detto Barbarossa, è stato uno dei più importanti sovrani della storia europea. Vissuto nel XII secolo, è stato imperatore del sacro romano impero.
ERESIA
dottrina in contrasto con la vera fede
ERETICO
colui che segue l' eresia
e
SIMONIA
vendita di lucruose cariche ecclesiatiche (ciò che appartiene alla Chiesa) al migliore offerente.
NICOLAISMO
convivenza di un prete con una donna che nei primi secoli non era considerata illecita nè scandalosa
4
patarini,albigesi e valdesi rifiutano i sacerdoti e leggono direttamente il Vangelo
nel XIII secolo i diversi movimenti evangelici si erano largamente diffusi investendo intere regioni.
PATARINI
erano ben radicati a Milano e appartenevano agli strati più poveri della popolazione. Come forma di protesta essi avevano elaborato una sorta di "sciopero liturgico" rifiutandosi di prendere la comunione dai preti
CATARI
abitavano nei centri urbani della Francia meridionale, erano chiamati Albigesi perchè avevano un punto di forza nella città francese di Albi. Come forma di protesta essi non andavano in chiesa
VALDESI
si irradiavano da Lione, la grande città della Francia occidentale. Essi erano grandi feudatari,mercanti e nobili ma la maggior parte del loro tempo la investivano predicando la lettura diretta del Vangelo.
presentazione di Valentina Degan
5
Papa Innocenzo III lancia
una crociata contro
i movimenti evangelici
per due secoli la Chiesa non solo aveva tollerato i movimenti evangelici, ma ci aveva pure scherzato sopra. La svolta avvenne con papa Innocenzo III che li dichiarò troppo pericolosi. Fece molte crociate, ma la pù terribile fu quella contro gli albigesi.
LA CROCIATA CONTRO GLI ALBIGESI
6
Innocenzo III riforma la Chiesa feudale trasformandola in una monarchia assoluta
Innocenzo III fu il papa più importante del Basso Medioevo. Naque da una nobilissima famiglia laziale che diede alla Chiesa ben nove pontefici. Aveva un concetto altissimo nel ruolo del Papato tanto chè inviò una lettera all' imperatore di Germania che diceva che il papa era il Sole e lui solo la Luna.
"Così come la luna riceve luce dal sole e per tale ragione è inferiore a lui, così il potere regio deriva dall' autorità papale lo splendore della sua dignità"
UNA RADICALE RIFORMA DELLA CHIESA
i vescovi si consideravano indipendenti dal papa e Innocenzo III era determinato a rovesciare questa situazione dando al clero una struttura che non aveva mai avuto, neanche al tempo dei primi Cristiani. Egli voleva rendere il clero un corpo compatto. Così, Innocenzo III trasformò la Chiesa in una monarchia pontificia assoluta.
7
il papa si proclama maestà e trasforma la Chiesa in una teocrazia
ecco tre atti che portano la Chiesa a essere una teocrazia:
-la campagna contro gli eretici fu usata da Innocenzo III per dichiarare l' eresia un CRIMINE DI LESA MAESTA'.

-il papa li trasformava "Cristiani con un' opinione diversa" in "traditori dalla Chiesa"
-proclamando se stesso Maestà, il pontefice diventava un istituzione politica in grado di dettar lege come un imperatore
TEOCRAZIA
MONARCHIA ASSOLUTA GOVERNATA DA UN RAPPRESENTANTE DIRETTO DELLA DIVINITA'
8
nasce l' inquisizione
i vescovi e gli arcivescovi delle diocesi locali erano contrari al fatto che tutto il potere fosse sulle mani di Roma e così Inocenzo III li "sostituì" con dei prelati di sua fiducia.
poi, nel 1231 un papa istituì il tribunale dell' inquisizione incaricato di sottoporre a processo prima i preti "disobbedienti" poi chiunque fosse eretico
all' inizio non facevano denunce firmate, ma pochi anni dopo il Tribunale fu autorizzato dal Papa a usare la TORTURA
9
la rinascita spirituale è affidata agli ordini mendicanti
l' opera di Innocenzo III ha portato malessere ai cittadini delle città che avevano bisogno di un clero onesto, in grado di predicare a gente di cultura inoltre avevano domande cui nessuno aveva mai dato risposta, come:

a quali criteri doveva ispirarsi il buon cristiano, passato dal silenzio e dalla solitudine delle campagne al rumore della città?

per questo motivo, San Francesco d' Assisi e San Domenico fondarono, nel XIII gli ORDINI MENDICANTI
Gli ordini mendicanti, sorti tra il XII ed il XIII secolo, sono quegli ordini religiosi ai quali la regola primitiva imponeva l'emissione di un voto di povertà che implica la rinuncia a ogni proprietà non solo per gli individui, ma anche per i conventi, e che traevano sostentamento unicamente dalla raccolta delle elemosine
ORDINI MENDICANTI
10
francescani e domenicani agiscono nelle città
i mendicanti lanciarono tra le donne culti particolari:

-CULTO
MARIANO
-ROSARIO
-CONFESSIONE
AURICOLARE
i singoli frati non possedevano nulla ma, come indica il termine "mendicanti", acettavano offerte ed elemosine
anche se ben presto divennero organizzazioni potentissime che affittavano i loro locali per riunioni varie
la mia presentazione è finita e.....
FONTI
-Calvani V.,
STORYBOARD
, A.MONDADORI SCUOLA, vol. 1
-https://www.youtube.com/user/Repetita Treccani (per il video)
PAPA INNOCENZO III
CHE COMBATTE COME ERETICI I
MOVIMENTI EVANGELICI
QUINDI I
PATARINI
VALDESI
ALBIGESI
ISTITUISCE LA
TEOCRAZIA
PROCLAMANDO LA
MAESTA' DEL PONTEFICE
E CREANDO UN
CLERO OBBEDIENTE
RICONOSCE GLI
ORDINI MENDICANTI
CHE POTEVANO ESSERE
FRANCESCANI
O
DOMENICANI
-google images
gli eretici volevano che il Papa fosse umile e "povero"
ma in realtà, il Papa era ricco, a volte tirchio
Full transcript