Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

AMBITO 17_ II annualità Piano formazione ASL_ Il tutor dell'ASL

No description
by

Giovanna Lascari

on 18 September 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of AMBITO 17_ II annualità Piano formazione ASL_ Il tutor dell'ASL

Questo il nostro primo padlet per imparare a conoscerci
Contenuti
Finalità
a) attuare modalità di apprendimento flessibili che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica;
b) arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici;
c) favorire l'orientamento dei giovani per valorizzare le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
d) realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e la società civile,
e) correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio

Differenza tra tirocinio e stage
Lo stage, attivato preferibilmente sulla base di una di una convenzione tra istituzione scolastica ed impresa, consiste nel trascorrere un certo periodo di tempo all’interno di una realtà lavorativa allo scopo di verificare, integrare e rielaborare quanto appreso in aula e/o laboratorio.
Gli antecedenti storici dell’ASL: un concetto che viene da lontano (D.lgs. 77/05, L. 28 marzo 2003, n. 53., Riordino della secondaria di II grado DD.PP.RR. 87, 88 e 89/10) prima di approdare alla legge 107/2015, il ruolo del tutor scolastico ed aziendale, il necessario coinvolgimento del Consiglio di Classe.
Guida ASL interattiva e Chiarimenti interpretativi del MIUR del 28/03/2017
L’ASL connessa alle attività di sostegno: elaborazione di un progetto personalizzato per un alunno con programmazione differenziata o per obiettivi minimi
Un esempio di progetto di indirizzo di ASL e il collegamento con le TIC.

Piano di formazione docenti 2016-2019
Rete ambito 17

Prof.ssa Giovanna Lascari
I Lezione 05/09/2018

Scuola-Lavoro
Il Tutor dell'ASL

ITI Volta Palermo
https://padlet.com/elio_b/4slhz1lmrd5g
Questionario di accesso sulle vostre aspettative e conoscenze pregresse
per un percorso formativo condiviso e contrattato
Di seguito il link del nostro primo questionario:
https://www.tricider.com/admin/2nn2IZwunet/87xWDtTJmVZ
Brain storming
http://www.tagxedo.com/
su mozilla
su tagul
Presentiamo l'argomento in modo collaborativo ed innovativo.....

D.lgs. 77/05 Definizione delle norme generali relative all'alternanza scuola-lavoro, a norma dell'articolo 4 della L. 28 marzo 2003, n. 53 (Riforma Moratti)
ASL un concetto che viene da lontano
Modalità di realizzazione dei corsi del secondo ciclo, per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro
PROGETTAZIONE DEI PERCORSI
I percorsi in alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto la
responsabilità dell'istituzione scolastica o formativa
, sulla base di apposite
convenzioni
(stipulate a titolo gratuito -art. 3) con le imprese, (…) disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro.

FUNZIONE TUTORIALE

docente
tutor interno
(svolge il ruolo di assistenza e guida degli studenti)

tutor
formativo esterno
(favorisce l'inserimento dello studente nel contesto operativo, lo assiste nel percorso di formazione).

I compiti svolti dal tutor interno
sono riconosciuti nel quadro della valorizzazione della professionalità del personale docente.

Lo svolgimento dei compiti del tutor esterno non deve comportare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Riordino della secondaria di II grado (DD.PP.RR. 87, 88 e 89/10) , che ha rivalutato l'approccio alle scienze, alle tecnologie e al lavoro, in omaggio alla strategia di Lisbona
Passaggio normativo successivo:
Riforma Gelmini
-Conoscere il significato e le finalità dell’Alternanza Scuola-Lavoro, la Guida Operativa dell’8/10/2015, i nodi ancora irrisolti o non affrontati (Obbligatorietà; Alternanza ed Esami di Stato: diverso regime per i candidati esterni ed interni; silenzio normativo rispetto agli studenti disabili; Sicurezza tragitto casa-soggetto ospitante…)
- Acquisire nuove pratiche di orientamento scolastico, formativo e professionale, in una dimensione “verticale” di potenziamento negli studenti e nelle studentesse di fiducia nei propri mezzi, di intraprendenza, creatività, resilienza e capacità di fronte alle situazioni nuove;
-Acquisire competenze in materia di progettazione e di realizzazione di percorsi di alternanza scuola/lavoro al fine di saper svolgere consapevolmente la funzione di tutor scolastico;
-Conoscere i ruoli dei soggetti coinvolti nell’Alternanza, le convenzioni e i Protocolli di Intesa come strumenti d’azione;
-Saper impiegare le TIC funzionali alla promozione della relazione in classe e della condivisione di materiali, anche con le strutture ospitanti e i rispettivi tutor aziendali;
- Saper articolare i percorsi di ASL attraverso l’individuazione dei soggetti partner, la determinazione delle fasi operative, la tempistica,…;
- Saper declinare gli obiettivi del progetto formativo in termini di competenze, anche trasversali e riferiti ai livelli EQF, e saper definire sistemi di validazione e valutazione delle competenze acquisite;
- Sviluppare competenze relazionali ed organizzative, attraverso una co-progettazione in un assetto simulato in cui si ipotizza la presenza dei diversi soggetti in gioco;
- Riflettere su service learning, project work e sulle forme di svolgimento di ASL; -Comprendere l’importanza dell’orientamento lungo tutto l’arco della vita e il ruolo della didattica orientativa.
-conoscere la piattaforma ASL messa a disposizione dal MIUR
Il tirocinio è utilizzato generalmente come opportunità di inserimento temporaneo nel mondo del lavoro ed è finalizzato all'acquisizione di nuove competenze e di una esperienza pratica che favoriscono la crescita personale e professionale del tirocinante.
Legge 107/2015
commi
33 - 43
Registro Nazionale dell'Alternanza https://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home

Carta dei Diritti e dei Doveri
dell'alternanza
Disparità di trattamento
tra candidati esterni ed interni
Silenzio rispetto agli studenti disabili rif. nel decreto 66/2017
...
A voi la parola sulla base
della vostra esperienza
circolare INAIL 44/2016
http://www.istruzione.it/alternanza/allegati/circolareInail44-2016.pdf

Acquisire gli elementi chiave della normativa di riferimento e dei suoi risvolti applicativi;
- Comprendere l’importanza di sviluppare relazioni sul territorio funzionali alla realizzazione di percorsi di alternanza (con Istituzioni, Associazioni di categoria e potenziali strutture ospitanti) per favorire l’intera progettazione e per promuovere congiuntamente una nuova cultura dell’alternanza;
- Rafforzare la capacità di problem-solving e gestione delle criticità utilizzando gli strumenti dell’alternanza (Es. linee guida, accordi, piattaforme…)
- Sviluppare la capacità di entrare ed agire in modo consapevole nei diversi contesti istituzionali scolastici e saper lavorare in team;
- Lavorare sui problemi, porre attenzione ai processi e alle dinamiche relazionali e sviluppare attitudine all’operatività e alla progettualità;
- Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valorizzando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all’apprendimento comune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento delle idee degli altri.
OBIETTIVI GENERALI
OBIETTIVI SPECIFICI
portale per l'ASL
https://scuolalavoro.registroimprese.it/rasl/home
Prima consegna da inserire in piattaforma:
1. Declinare gli obiettivi di ASL in forma di competenze attese da inserire nella propria programmazione didattica
2. Ricercare un possibile partner esterno con cui ideare/sviluppare/realizzare un progetto di ASL


http://www.istruzione.it/alternanza/
http://www.alternanza.miur.gov.it/allegati/2017/Carta-dei-diritti-e-dei-doveri.pdf
https://drive.google.com/drive/folders/1Wnl6usRRa1u3KgYdm_aUl6Plyw1L3-iq

Per gli alunni con disabilità rif. contenuto nell'art 7 comma 2 lettera e) del D. Lgs. 66/2017
IL PEI...e) definisce gli strumenti per l'effettivo svolgimento dell'alternanza scuola-lavoro, assicurando la partecipazione dei soggetti coinvolti nel progetto di inclusione;
Legge 53/2003 art.4

- disciplina l'ASL come modalità di realizzazione dei corsi del secondo ciclo, sia nel sistema dei licei che nel sistema dell'istruzione e della formazione professionale, per assicurare ai giovani , oltre alle conoscenze di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro
- I percorsi in Alternanza sono progettati, attuati, verificati e valutati sotto la resposanbilità dell'Istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, o con le rispettive associazioni di rappresentanza, o con le CCIA o con gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quello del terzo settore, disponibili ad accogliere studenti per periodi di apprendistato in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro
La delega conferita al governo portò all'emanazione del D.Lgs del 15 aprile 2005 n 77 "DEFINIZIONE DELLE NORME GENERALI RELATIVE ALL'ASL AI SENSI DELL'ART 4 DELLA LEGGE 53/2003"
Istituti professionali DPR 87/2010
art 5

Istituti tecnici
DPR 88/2010 art 5
Licei DPR 89/2010 art. 2
I percorsi ... si sviluppano soprattutto attraverso metodologie basate sul ASL

Art. 8 c.3 L'area professionalizzante di cui al DM 15-04-1994 è sostituita per le classi quarte e quinte con 132 ore di ASL
Linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento
Al modello di ASL si pone come obiettivo di accrescere la motivazione allo studio e di guidare i giovani alla scoperta delle vocazioni personali, degli interessi e degli stili di apprendimento individuali, arricchendo la formazione scolastica con l'acquisizione di competenze maturate sul campo
Stage, tirocini e ASL sono strumenti didattici per la realizzazione dei percorsi di studio
Linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento
Con l'ASL si riconosce un valore formativo equivalente ai percorsi realizzati in azienda e a quelli currciolari svolti nel contesto scolastico. Attraverso la metodologia dell'ASL si permettono l'acquisizione, lo sviluppo e l'applicazione di competenze specifiche previste nei PECUP dei diversi corsi di studio
L'apprendimento può essere realizzato anche nell'ambito dell'ASL di cui al d.lgs. 77/2005 nonchè attraverso l'attivazione di moduli di e di iniziative di ASL per progetti, di esperienze pratiche e di tirocinio
Indicazioni Nazionali All. A
Percorsi attivabili a partire dal II biennio anche d'intesa con l'università, l'AFAM e con istituti tecnici e professionali, o ITS finalizzati all'approfondimento delle conoscenze, delle competenze e delle abilità relative ai diversi corsi di studio e per l'inserimento nel mondo del lavoro, approfondimento che può essere realizzato anche nell'ambito dei percorsi di ASL di cui al d. lgs. 77/2005...
Full transcript