Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

ec(c)o21

sara c., sara s., enrico b.
by

Elisabetta Venier

on 6 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of ec(c)o21

Acqua Progetto orto Pannelli solari Rifiuti e riciclaggio Perchè risparmiare l'acqua? Commissione ec(c)o21 Con il termine pannello solare si intende sistemi differenti di trasformazione dell'energia solare sotto forma di radiazione elettromagnetica sfruttando lo scambio per irraggiamento:
- il pannello solare termico riscalda un fluido nell'ambito di un impianto di riscaldamento o produzione di acqua sanitaria.
- il pannello solare a concentrazione riscalda un fluido per generare con un turbo-alternatore energia elettrica.
- il pannello solare fotovoltaico, composto da celle fotovoltaiche, converte direttamente in energia elettrica sfruttando l'effetto fotovoltaico.
- il pannello solare ibrido, esempio di cogenerazione fotovoltaica con accoppiamento di un pannello solare termico con un pannello solare fotovoltaico.

Il problema dei rifiuti riguarda tutti noi e l’ambiente in cui viviamo; ne produciamo una quantità sempre maggiore e il loro smaltimento sta diventando sempre più difficoltoso con costi in continuo aumento. Grazie per l'attenzione :) Ricordiamoci che un rubinetto che perde 30 gocce al minuto spreca circa 200 litri d'acqua al mese e 24.000 all'anno; che uno sciacquone che perde acqua nel water, anche in modo impercettibile, scarica moltissima acqua. “Progetto orto” nasce da un’idea che prende spunto dall’orto del Comune di Udine. Infatti, mentre davamo uno sguardo su Internet, il nostro occhio si è soffermato sul sito del Comune di Udine. Lì abbiamo trovato la testimonianza dei cittadini che hanno coltivato un orto. L’idea ci è piaciuta così tanto che, con l’aiuto della prof.ssa Sabrina Monai, abbiamo voluto riprodurne uno qui, nelle vicinanze della scuola. Per ora quest’orticello è solo un’idea, ma con l’aiuto del Comune di Majano forse riusciremo a realizzarlo, coinvolgendo giovani e anziani, di tutte le età. Perché un orto?
- È sostenibile
- Aiuta a comprendere i cicli alimentari
- È un percorso interdisciplinare MOTIVAZIONI Ci farebbe piacere che il Comune autorizzasse la realizzazione dell’orto fornendo recinzioni, materiali necessari (ad esempio sementi, concimi, …) e spazi adatti.
Inoltre, alla fine, ci servirebbe l’autorizzazione del Comune per erigere una bancarella al mercato del giovedì dove vendere i prodotti.
Vorremmo anche il supporto delle famiglie di tutto il Comune. COLLABORAZIONE Noi avremmo pensato di realizzare il nostro orticello nei cortili delle scuole primarie oppure (proposta più adatta, per via degli orari delle scuole) sul Cuel da Fum. GLI SPAZI Per realizzare l’orto necessiteremmo di vari materiali, che potrebbero essere forniti dal Comune.
Per avviare il progetto ci occorrerebbero:
concime (chimico o biologico, molto meglio se biologico)
materiali e attrezzi agricoli (vasi di diverse dimensioni, annaffiatoi, vanghe, rastrelli, zappe, teli per la copertura delle aiuole, gomma per irrigazione, rete di protezione per aiuole, bastoni per ortaggi, …)
sementi e piantine diverse I MATERIALI Dopo aver creato l’orto tutto il raccolto sarà venduto al mercato, così che tutta la popolazione majanese possa usufruirne. GLI OBBIETTIVI Dopo numerose ricerche, avremmo intenzione di coltivare i seguenti ortaggi (qui di seguito sono elencati in ordine alfabetico):
basilico
bietola
carota
cipolla
fragola
lattuga
melanzana
peperone
pomodoro
sedano
zucchine GLI ORTAGGI Innovazioni È stata predisposta una modifica del sistema di raccolta dei rifiuti che è iniziata nel marzo 2013 e che prevede le seguenti novità:
• la raccolta “porta a porta” dei principali tipi di rifiuti differenziati,
separati in casa dagli utenti all’interno di contenitori appositamente forniti;
• l’eliminazione di tutti i cassonetti e degli altri contenitori stradali • organico umido: due volte a settimana negli appositi contenitori
• secco residuo: una volta a settimana
• carta, vetro, imballaggi in plastica e lattine: ogni due settimane Quando? L'acqua potabile è un bene fondamentale per la vita. Pochi però sanno che l'acqua è anche un bene scarso, del tutto assente in molte zone del mondo, nonché un bene economico sempre più caro. Imparare a rispettare e risparmiare l'acqua è quindi sia un gesto di civiltà che di convenienza economica. L’insediamento umano.
L’economia industriale.
L’ economia agricola
In Italia consumo medio 350/380 litri al giorno
Nord America 500 l Africa 10/20 litri L'acqua è necessaria per 120/160 litri per bagno in vasca
50/80 litri per doccia
30/40 litri per lavastoviglie
60/80 litri per lavatrice I NOSTRI CONSUMI Ripariamo i rubinetti Una famiglia media può risparmiare così tra gli 8.000 e gli 11.000 litri di acqua potabile all'anno. Usiamo la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico Organico umido Resti alimentari, alimenti avariati, pane vecchio, piccoli ossi, gusci d’uovo, fondi di caffè, filtri di tè e tisane, salviette di carta unte, ceneri di legno spente e fiori recisi. Rifiuti non riciclabili di piccole dimensioni:
piatti e bicchieri usa e getta sporchi, posate usa e getta, pannolini, assorbenti, mozziconi di
sigaretta, cocci di ceramica, spazzolini, rasoi, collant, lampadine, penne, pennarelli, oggetti e tubi in gomma, stracci, cosmesi e tubetti di dentifricio. Secco residuo Giornali, riviste, libri, quaderni, fotocopie, imballaggi in cartoncino, fustini di detersivi, cartoni per bevande e imballaggi
in cartone. Carta Bottiglie e vasi in vetro, bicchieri, vetri rotti, vasetti di salse e conserve, lastre di vetro rotte in piccole parti. Vetro Imballaggi in plastica e lattine Bottiglie, contenitori per detergenti e detersivi risciacquati, contenitori per uova, sacchetti, buste per alimenti, vasetti dello yogurt, vaschette in polistirolo, piatti e bicchieri usa e getta puliti o comunque privi di residui. Lattine in alluminio, scatolette e barattoli in metallo per alimenti, tappi e coperchi metallici, fogli e vaschette in alluminio. CCR 2012-2013 classe 3B Energia Fonti di energia tradizionali
1. Gas
2.. Carbone
3. Petrolio Fonti di energia rinnovabile
1. Energia solare
2. Energia eolica
3. Energia idroelettrica Schema di un pannello solare: 1) Valvola;
2) Serbatoio di accumulo;
3) Condotto di inserimento;
4) Pannello di assorbimento;
5) Condotto di inserimento
dell'acqua fredda. Solare termico Oltre alla captazione di energia termica solare già presente nei comuni impianti solari termici, aggiunge un ciclo termodinamico per la trasformazione dell’energia termica accumulata in energia elettrica tramite turbina a vapore e alternatore come avviene nelle comuni centrali termoelettriche Solare a concentrazione È composto da celle fotovoltaiche, in grado di convertire energia solare incidente direttamente in energia elettrica mediante effetto fotovoltaico, tipicamente impiegato come generatore di corrente in un impianto fotovoltaico. Può essere esteticamente simile al pannello solare termico, ma, pur appoggiandosi entrambi sulla captazione dell'energia solare come fonte di energia primaria, hanno scopi e funzionamento diversi. Pannelli fotovoltaici L'energia eolica è l'energia ottenuta dal vento ovvero il prodotto della conversione dell'energia cinetica, ottenuta dalle correnti d'aria, in altre forme di energia (meccanica o elettrica) Energia eolica Vorremmo proprorre un metodo per produrre energia pulita e rinnovabile attraverso l'installazione di pannelli solari PRODOTTI A KM 0 Dato che produciamo tutto noi, non ci saranno costi e inquinamento dovuti al trasporto.
Full transcript