Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

STORIA
by

peretti alessia

on 6 October 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of LA RIVOLUZIONE FRANCESE

La società francese....
La Francia era un paese ricco con circa 25.000.000 di abitanti. La Borghesia voleva partecipare alla vita politica e voleva la fine dello spreco di soldi da parte della corte e dei privilegi dei nobili e clero. La società, come nel Medioevo, era divisa:
Crisi FINANZIARIA.....
La Francia andò in crisi finanziaria :
Le cose in Francia si aggravarono quando ci fu una CARESTIA , i ministri delle finanze cercarono di porre rimedio, ma inutilmente. Allora Luigi xvi diede il consenso a una riforma fiscale: misero la tassa sui terreni.
Ci furono delle elezioni per eleggere i rappresentanti:
ma subito ci fu un problema, votazione per ordine o per testa. E l' assemblea fu sciolta.
il re vede la determinazione del terzo stato
e invita i nobili e clero a partecipare
LA RIVOLUZIONE FRANCESE

CLERO :
120.000 abitanti
NOBILTA' :
85.000 abitanti
TERZO STATO :
240.000 abitanti
alto e basso
grande e piccola
alta, media, piccola Borghesia e resto del popolo
1. le spese dei militari
2. le spese folli della Regina
3. le spese della corte reale
il Re spendeva molti soldi per il clero e i nobili che erano stati invitati a vivere a corte di Versaille : loro non pagavano le tasse e venivano pagati e viziati. Era uno stratagemma per far star " zitti" i nobili e anche perchè così erano in debito con il re Luigi xvi.
I nobili e il clero non erano d' accordo e allora chiesero di convocare gli STATI GENERALI, che erano stati sciolti dal tempo di Re Sole (1614).
sono dei rappresentanti dei tre stati, che limitano il potere del Re
Il terzo stato decise di riunirsi nella sala della pallacorda e li fece il patto della "pallacorda" nel 1789, e li giurarono che non si sarebbero sciolti finchè non avrebbero dato un nuovo ordine politico, e si chiamarono ASSEMBLEA NAZIONALE COSTITUENTE.
In francia si diffuse la notizia che il re Luigi xvi stava raccogliendo soldati per
sciogliere l' assemblea.
Il popolo si ribella il 14 luglio 1789 assalì la Bastiglia, antico carcere che ricordava l' antico regime che è nato prima della rivoluzione, occupò il municipio. Attaccarono la Bastiglia perchè loro erano disarmati e avevano bisogno di armi. Molti castelli vennero saccheggiati e molti nobili e il Re scapparono ma furono scoperti e riportati in Francia.
Dalla monarchia alla repubblica...
Il 26 agosto 1789 l' assemblea nazionale costituente approvò la DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL' UOMO che di basava su dai principi fondamentali:
1. libertà : di pensiero, parola
2. ugualianza : la legge è uguale per tutti, e non ci sono più privilegi e tutti pagano lo stato
3. fraternità
4. sovranità popolare : il potere assoluto è del popolo
il re non era d' accordo ma fu obbligato a firmare il documento.
La fuga del Re e la nuova assemblea legislativa
Nel settembre 1791 l' assemble nazionale costituente approvò la COSTITUZIONE, i poteri erano divisi in :
potere esecutivo :
il potere di governare è del Re
potere legislativo :
il compito di formulare le leggi affidato a un' assemblea
potere giudiziario :
giudicare le leggi per i giudici
la Francia diventa una monarchia costituzionale
riforma del clero
vennero aboliti gli ordini religiosi, parrochi e vescovi vennero stipendiati dallo Statoe dovevano giurare fedeltà alla costituzione.
Guerra rivoluzionaria e arresto del Re
Tutti i sovrani d' Europa erano preoccupati che anche nei loro paesi si diffondessero le idee rivoluzionarie. Alcuni decisero di allearsi per ridare il potere al Re Luigi xvi. Il popolo francese dichiarò guerra all' austria. I francesi si rivoltarono contro il re perchè pensavano che il re gli aveva traditi e lo misero in prigione con la sua famiglia.
L' a.n.c venne sciolta e al suo posto fu eletta l' Assemblea Legislativa, il primo parlamento francese.
Nascita della repubblica
l' assemblea legislativa si sciolse e al suo posto nacque la Convenzione Nazionale, composta da :
GIRONDINI : ricca Borghesia
MONTAGNARDI : Borghesia cittadina e i ceti popolari
PIANURA : stava sia con i girondini e i montagnardi
Tolse la monarchia e proclamò la REPUBBLICA nel 1792
La Francia vinse moltissime guerre in questi tempi, e si creò una coalizione antifrancese che ricacciò l' esercito avversario entro i vecchi confini.
21 GENNAIO 1793
DOPO UN LUNGO PROCESSO IL RE VENNE GHIGLIOTTINATO
La dittatura Giacobina al direttorio
Per fronteggiare alla guerra venne decretata la leva in massa, arruolamento obbligatorio dei cittadini. La convenzione nazionale governata dal giacobino Robespierre diede vita al Comitato di salute pubblica, che aveva il compito di controllare la politica dei cittadini ed eliminare quelli che non erano d' accordo, che venivano poi uccisi e condannati dal Tribunale rivoluzionario.
Il terrore....
Nel 1793, sotto la dittatura di Robespierre, la Francia visse un periodo di terrore. Il comitato di salute pubblica cominciò un' opera di scristianizzazione, volevano convincere le persone ad abbandonare la religione cristiana. Metà parte del popolo non era d' accordo e furono fatti uccidere.
Reazione Termidoriana
il 27 luglio 1794 fu ucciso Robespierre.
Il direttorio e la costituzione del 1795
Nel 1795 venne approvata una nuova costituzione più moderna, composta da :
- un governo : chiamato Direttorio, formato da 5 persone (potere esecutivo)
- un parlamento : diviso in due camere, eletto e suffragio censitario (potere legislativo)
- ai magistrati elettivi spettava il potere giudiziario.
FINE !!! FATTO DA ALESSIA PERETTI
GRAZIE PER LA PAZIENZA!!!
presa al potere di Luigi xvi di R. Rossellini
attacco alla Bastiglia
Full transcript