Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Capovolgere la storia per motivare ad apprendere

No description
by

Vittoria Paradisi

on 12 December 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Capovolgere la storia per motivare ad apprendere

Capovolgere la storia per motivare ad apprendere
Troppo spesso, per i ragazzi
la storia è
Un elenco di date ed eventi
che facilmente possono essere
dimenticati, perché sentiti
come lontani, noiosi, inutili
Come procedere?
Approccio metodologico diverso:
dai contenuti alle competenze
ovvero "di che cosa mi devo preoccupare?"
Nella progettazione devo
1^ Individuare le competenze
da raggiungere

Grazie
per
l'attenzione!
Perché studiamo la storia?
Perché è fondamentale per comprendere il presente in cui viviamo

Questo a livello teorico...ma come faccio concretamente a dimostrare che ciò sia vero?

Non basta qualche riferimento sporadico all'attualità, serve molto di più per rendere concreta tale affermazione

"Non riesco a finire il programma"
"I miei alunni hanno raggiunto le competenze?"
2^ Selezionare i contenuti
ll metodo della classe capovolta
rientra proprio in questo modo di vedere l'insegnamento\apprendimento
Partendo da una base di conoscenza dell'argomento (videolezione
o materiale assegnato a casa da visionare e da studiare),
si sviluppa attraverso una serie di attività che hanno lo scopo di rendere i ragazzi protagonisti
nella costruzione
delle proprie competenze

Come procedere per l'introduzione
della classa capovolta?
Introduzione graduale, inizialmente guidata passo passo: videospiegazione (come suggerito da Grazia Paladino) +
spiegazione in classe su come prendere appunti
e costruire mappe (svolgiamo uno o più esempi insieme in classe)
Si possono aggiungere domande guida per lo studio della lezione oppure ricorrere a strumenti come EDPUZZLE o EDUCANON

Il "programma di storia"
non può fermarsi al secondo dopoguerra e nemmeno al crollo del muro di Berlino, perché da allora lo scenario geo-politico è totalmente cambiato (globalizzazione, i nuovi protagonisti della politica mondiale e le nuove problematiche,
la Seconda Repubblica
e l'attuale scenario politico italiano...)
Video:
- reperibili online (Bignomi, Repetita Treccani, Scuola interattiva, Rai scuola...) o sull'ebook
- costruiti da me (con Screencast-o-matic o Lensoo Create o Powtoon)
Lunghezza massima 10 minuti
Quindi carico il video su
Youtube
oppure video + altro materiale su
Blendspace
oppure creo videoquiz con
Educanon o Edpuzzle
oppure un presentazione con
Prezi
Come assegno il lavoro per casa?
Attraverso il social Fidenia:
indico alla classe il link del video (oppure della lezione su Blendspace, o ancora del video quiz creato con Edpuzzle o Educanon oppure della presentazione creata con Prezi), eventualmente elenco le domande guida per lo studio o indico il lavoro da svolgere
(es. mappa concettuale)
Attività in classe
- Verifica sul lavoro svolto a casa
- Assegnazione attività da svolgere
a gruppi o a coppie o insieme alla LIM:
attività significative, che permettano ai ragazzi di scoprire il legame tra la storia studiata e l'attualità (...non è sempre facile!) e che permettano, pian piano, di acquisire competenze non solo conoscenze e abilità
Esempi
Classe 1^
IERI E OGGI
Completa la tabella utilizzando il libro di testo (anche lezione multimediale), il dizionario, il web

Criteri di valutazione:
- inserimento di informazioni precise, chiare, corrette
- uso di un lessico adeguato
TEMPO: un'ora
classe 1^
GRUPPO 1) i problemi del periodo storico in cui vivi, il fondatore dell'Ordine, San Benedetto, la Regola
“ Ora et labora”
pagg 96-97-98 +

XLVIII - Il lavoro quotidiano “L'ozio è nemico dell'anima, perciò i monaci devono dedicarsi al lavoro in determinate ore e in altre, pure prestabilite, allo studio della parola di Dio”

Sei un monaco benedettino che vive nella seconda metà del VI secolo. Racconta la tua vita, soffermandoti su:
GRUPPO 2) la condotta che devono tenere i monaci e la funzione economica del monastero
pagg 99-100 +
XXXIII - Il "vizio" della proprietà
1. Nel monastero questo vizio dev'essere assolutamente stroncato fin dalle radici,
2. sicché nessuna si azzardi a dare o ricevere qualche cosa senza il permesso dell'abate,
3. né pensi di avere nulla di proprio, assolutamente nulla, né un libro, né un quaderno o un foglio di carta e neppure una matita,
4. dal momento che ai monaci non è più concesso di disporre liberamente neanche del proprio corpo e della propria volontà,
5. ma bisogna sperare tutto il necessario dal padre del monastero e non si può tenere presso di sé alcuna cosa che l'abate che l'abate non abbia dato o permesso.
GRUPPO 3) la funzione sociale, politica e culturale del monastero
pagg 100-101+
XX - La correzione dei ragazzi
1. Ogni età e intelligenza dev'essere trattata in modo adeguato.
2. Perciò i bambini e gli adolescenti e quelli che non sono in grado di comprendere la gravità della scomunica,
3. quando commettono qualche colpa siano puniti con gravi digiuni o repressi con castighi corporali, perché si correggano.
LIII - L'accoglienza degli ospiti
1. Tutti gli ospiti che giungono in monastero siano ricevuti come Cristo, poiché un giorno egli dirà: "Sono stato ospite e mi avete accolto"
2. e a tutti si renda il debito onore, ma in modo particolare ai nostri confratelli e ai pellegrini.
3. Quindi, appena viene annunciato l'arrivo di un ospite, il superiore e i monaci gli vadano incontro, manifestandogli in tutti i modi il loro amore;
4. per prima cosa preghino insieme e poi entrino in comunione con lui, scambiandosi la pace.
GRUPPO 4) il ruolo dei monaci nella diffusione di una corretta “educazione alla salute”
pag 102 +
XXXIX - La misura del cibo
1. (…) Dunque a tutti i fratelli devono bastare due pietanze cotte e se ci sarà la possibilità di procurarsi della frutta o dei legumi freschi, se ne aggiunga una terza.
(...)
2. Nel caso che il lavoro quotidiano sia stato più gravoso del solito, se l'abate lo riterrà opportuno, avrà piena facoltà di aggiungere un piccolo supplemento,
3. purché si eviti assolutamente ogni abuso e il monaco si guardi dall'ingordigia.
4. Perché nulla è tanto sconveniente per un cristiano, quanto gli eccessi della tavola,
5. come dice lo stesso nostro Signore: "State attenti che il vostro cuore non sia appesantito dal troppo cibo".
6. Quanto poi ai ragazzi più piccoli, non si serva loro la medesima porzione, ma una quantità minore, salvaguardando in tutto la sobrietà.
7. Tutti infine si astengano assolutamente dalla carne di quadrupedi, a eccezione dei malati molto deboli.
Classe 2^
Classe 3^
Il progetto pluridisciplinare “La rivoluzione pacifica” ha coinvolto le materie storia, italiano e tedesco ed è stato realizzato nei mesi di aprile e maggio 2015.
Esso si è articolato in più fasi, svolte sia in lingua italiana sia in lingua tedesca, ovvero:
– brainstorming sulle parole chiave della Guerra fredda (che ha portato alla realizzazione di un padlet in italiano ed uno in tedesco:
http://it.padlet.com/v_paradisi/guerrafredda; http://it.padlet.com/manuela_alesi/o7ycfx3har84
– visione del film “Goodbye Lenin” e dibattito
– realizzazione di una tabella sulle differenze nello stile di vita nella Germania dell’est e in quella dell’ovest (dal 1961 al 1989)
– letture e riflessioni sulla “riunificazione incompiuta” ovvero sulle differenze che tuttora permangono
- realizzazione di un lavoro multimediale conclusivo

prof.ssa Vittoria Paradisi
Valutazione del lavoro:
attinenza alla traccia,
completezza delle
informazioni,
correttezza e originalità
del testo
Creazione di un fumetto con Toondoo.com
Le idee vengono sperimentando...
Sdg: lo storico
digitale inventato della 2^ D
"Docente per un giorno"

"Videointerrogazione"

Debate

Gioco-quiz con Kahoot
Aspetto vostri riscontri per potermi confrontare con voi e migliorare la mia didattica capovolta
Full transcript