Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Borges

No description
by

Enrico Lovisotto

on 15 August 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Borges

Jorge Luis Borges
"sono cieco e sono sordo, ma intuisco
che sono molte le strade"

La rosa profonda, J. L. Borges

La giovinezza (1899-1914)
pochi anni dopo la sua nascita, la famiglia Borges si trasferisce nell'allora periferia della città, nel quartiere di Palermo “del coltello e della chitarra”
compie i suoi primi passi nella vasta biblioteca paterna, leggendo libri di Wilde e Stevenson
Periodo europeo (1914-1921)
nel Vecchio Continente, Borges entra in contatto diretto con la cultura europea, in particolare Romanticismo e Decadentismo
in Spagna è coinvolto nel movimento d'Avanguardia Ultraista, ottenendo i primi riconoscimenti letterari, ma ne prende fin da subito le distanze

Ritorno in patria (1922-1930)
nel 1923 scrive “Fervore di Buenos Aires”, raccolta poetica nella quale cerca di riappropriarsi della propria nazionalità dopo il lungo esilio europeo
due anni dopo pubblica “Luna di fronte ” in cui troviamo per la prima volta il concetto del “pensativo sentir”
nel 1930 pubblica infine “Evaristo Carriego”, che segna il definitivo compimento del ritorno spirituale in Argentina
Saggistica (1930-1940)
i saggi pubblicati nel decennio precedente su riviste e giornali sono raccolti in “Discussioni” (1930)
nel 1936 viene pubblicata la raccolta “Storia dell'eternità”, molto significativa nello sviluppo del pensiero borgesiano

Racconti degli anni quaranta
le due grandi antologie di questo periodo sono “Finzioni” (1944) e “L'Aleph” (1949): sono raccolte eterogenee per soggetti e vicende, ma legate da un comune sfondo tematico, quello del pensativo sentir
Ventennio '50-'60
esce nel 1953 il primo volume delle “Opere Complete”

gli anni '60 sono perciò un momento di pausa e di riflessione
la casa editrice Sur pubblica nel 1952 “Altre Inquisizioni”, raccolta di saggi e articoli con cui Borges prosegue il cammino di riflessione di “Discussioni”
Ultimi anni (1960-1986)
scrive “L'Artefice” (1960), “L'altro, lo stesso” (1964), “Elogio dell'ombra” (1969), libri compositi di poesia e prosa
pubblica inoltre raccolte poetiche, tra cui “L'oro delle tigri” (1972), “La rosa profonda” (1975) , “La moneta di ferro” (1976)
escono nel 1982 “Nove Saggi Danteschi”, una delle ultime opere edite prima della sua morte
Tlön, Uqbar, Orbis Tertius
Trama e ambientazione
una organizzazione segreta di studiosi, “Orbis Tertius”, compila una enciclopedia di un mondo immaginario, chiamato Tlön

alcuni anni dopo l'immensa opera viene divulgata, raggiungendo presto grande popolarità

come un virus, il pensiero artificiale di Tlön si diffonde nell'umanità, che finisce per dimenticare il mondo reale così come noi lo concepiamo
Commento e riflessioni
critica verso i totalitarismi e il “lavaggio del cervello” nei confronti della popolazione

il mondo irreale di Tlön come fuga dalla mancanza di senso della realtà
L'Aleph
Trama e ambientazione
Borges-personaggio, alter-ego dell'autore narra delle sue visite a casa di Carlos Daneri, suo conoscente

Daneri, dopo qualche tempo, gli racconta dell' "Aleph" che ha trovato nella cantina della sua abitazione molti anni prima

centro del racconto è l'osservazione di questo punto, in cui l'autore compie un vero e proprio viaggio mistico
Commenti e riflessioni
nella finzione letteraria si realizza la ricerca borgesiana di verità, attraverso un atto mistico e totale: la visione dell'Aleph

nel poscritto Borges afferma che quello di Daneri è un falso Aleph, e quindi che

la ricerca del pensativo sentir non potrà mai avere fine: essa si rinnova continuamente
La Biblioteca di Babele
Trama e ambientazione
il racconto è ambientato in un universo costituito da un'unica, immensa biblioteca

il protagonista e narratore è un abitante di questo universo: costui ci racconta la sua vita e come gli uomini hanno compreso che la Biblioteca contiene ogni possibile libro
La Biblioteca come vertigine combinatoria
i segni grafici sono 25
non esistono nella Biblioteca due libri identici
La Biblioteca è totale e contiene tutte le possibili combinazioni dei venticinque simboli ortografici: quindi ogni possibile opera letteraria
Il numero totale di libri sarà perciò, se il numero di caratteri per ogni libro è 656 000:
Temi e riflessioni
la storia del protagonista è in generale metafora della condizione dell'uomo, sperduto e gettato in un universo che non comprende

l'uomo nell'Universo è costretto a vagare senza sapere come distinguere la Vero dal Falso, così come nella Biblioteca
Bibliografia
la foto di Borges e le copertine dei suoi libri sono di pubblico dominio e libere da copyright, datando infatti più di venticinque anni

le altre immagini sono disegni, incisioni, litografie di Marcus Cornelius Escher, e sono liberamente accessibili dal sito mcescher.com
Full transcript