Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Dalla Monarchia alla Repubblica Italiana

No description
by

susanne lenz

on 11 August 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Dalla Monarchia alla Repubblica Italiana

IL PASSAGGIO DALLA MONARCHIA
ALLA REPUBBLICA ITALIANA

il periodo liberale
importanti modifiche del tessuto sociale e politico
processo di democratizzazione
artefice principale fu Giolitti
progressiva estensione
del suffragio
1861-voto in base al censo
1882-voto senza limiti di ricchezza (esclusi analfabeti)
1912-voto anche agli analfabeti maschi (minimo trent'anni)
1919-suffragio universale maschile
negli stessi anni cresceva l'importanza delle organizzazioni sindacali di lavoratori e partiti socialisti
il periodo fascista
23 marzo 1919-Mussolini fonda il "Movimento dei fasci italiani di combattimento"
approfitta del clima di incertezza delle classi dirigenti nei primi anni successivi alla prima guerra mondiale
attraverso la violenza delle squadre fasciste, si presenta come un uomo forte in grado di contrastare il fenomeno socialista
viene incaricato da Vittorio Emanuele II di formare un nuovo Governo
inizio trasformazioni istituzionali
instaurazione dittatura personale
regime fascista e totalitario vara una serie di leggi dette "fascistissime"
introdotta figura del Capo del Governo
istituita Camera dei fasci e delle corporazioni
nascita Gran Consiglio del fascismo
abolite libertà sindacali e civili
creazione delle Corporazioni
istituito Tribunale speciale per la sicurezza dello Stato, reintrodotta la pena di morte
introdotte leggi razziali
1940-Italia entra in guerra al fianco della Germania contro Francia e Inghilterra
malcontento comune, avversione verso il regime
25 luglio 1943-Gran Consiglio del fascismo vota contro Mussolini
Vittorio Emanuele II riprende i poteri, destituisce Mussolini e nomina Capo del Governo il maresciallo Badoglio
il periodo di transizione
1943- Il Governo Badoglio firma l'armistizio con gli angloamericani
tedeschi approfittano della situazione e invadono l'Italia; il re e il maresciallo Badoglio si rifugiano a Brindisi
Italia divisa in due
nord: occupazione tedesca che da vita alla Repubblica Sociale Italiana
sud: occupazione del re e di Badoglio, ma protagonisti gli antifascisti che creano il Comitato di Liberazione Nazionale
organizzano la resistenza condotta dai "partigiani"
il C.L.N stipula con il re il patto di Salerno: tutti i partiti antifascisti entravano a far parte del Governo
durante questi anni il potere legislativo viene affidato al Governo e viene istituita la Consulta Nazionale (dava pareri sull'operato del Governo)
25 aprile 1945- si giunge alla liberazione: i tedeschi firmano la resa e Mussolini viene condannato e ucciso
la nascita della Repubblica
occorreva riorganizzare l'assetto istituzionale dello Stato
voto esteso anche alle donne
scegliere tra Monarchia e Repubblica
2 giugno 1946- referendum per:
eleggere membri dell'Assemble costituente
risultati favorevoli alla Repubblica
prevalgono i tre partiti di massa: democrazia cristiana, partito socialista e partito comunista
dicembre 1947- l'Assemblea costituente approva testo definitivo della Costituzione (139 articoli e 18 disposizioni transitorie e finali) che entra in vigore il 1 gennaio 1948
Full transcript