Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L' apparato respiratorio

No description
by

Ele ♡

on 28 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L' apparato respiratorio

L' APPARATO RESPIRATORIO
Il sangue e gli scambi dei gas respiratori
Mezzo di trasporto = SANGUE
La respirazione
FIBROSI CISTICA
Malattia genetica,cronica e progressiva
Presente soprattutto nella popolazione caucasica
Sindrome da distress respiratorio (ARDS)
Enfisema
polmonare
Causa un'alterazione anatomica del polmone
Modalità di trasmissione
Si trasmette con modalità
autosomica recessiva
Cosa può causare?
Grave fibrosi interstiziale;
Infezione grave e diffusa del flusso sanguigno;
Morte per affaticamento del sistema cuore-polmoni;
Morte per mancanza di ossigeno.
Asma
Malattia infiammatoria caratterizzata da ostruzione generalmente reversibile delle vie aeree inferiori
Fattori genetici
Fattori ambientali
Diagnosi differenziale
Sindrome da ipersensibilità dei recettori della tosse
Broncopneumopatia cronica ostruttiva
Attacchi di panico
Bronchite acuta
Asma cardiaco
fumo di sigaretta
scompenso cardiaco
infiammazione dei bronchi
stato ansioso
Asma da sforzo
broncospasmo in soggetti con iperreattività bronchiale
Cenni Storici La respirazione
funzione =
tempi di Harvey
raffreddare il cuore per la produzione dello spirito vitale nel ventricolo dx
Boyle
Richard Lower
vari esperimenti
Differenza di colore tra sangue arterioso e venosocausatat dal contatto dell'aria con i polmoni
John Mayow
"Spiriti nitro-aerei"
Asma bronchiale allergico
Attacco d'asma
Broncocostrizione
Edema(rigonfiamento)e infiammazione della parete interna che riveste i bronchi
Si accumula un muco denso
Entro pochi minuti...
...Compaiono i tipici sintomi
Dispnea
Tosse
Respiro corto
Aumento frequenza cardiaca
A
N
A
T
O
M
I
A
Apparato
respiratorio
Porzione di conduzione
Porzione respiratoria
Dove avviene il transito dell'aria.
Dove avviene lo scambio dei gas.
A sua volta la porzione di conduzione si divide in:
Vie aeree superiori
Vie aeree inferiori
(naso, faringe,
laringe,trachea)
(porzione terminale della trachea,
bronchi e albero bronchiale,e
bronchioli)
Cioè ...


Tessuti polmonari
Alveoli
Faringe
Condotto dotato di una parete muscolare
Transito comune per cibo e acqua
Laringe
tessuti
cartilaginei
Possiede rivestimento di
Rivestiti di mucosa
Tenuti insieme da muscolatura liscia
Apertura superiore
=
Epiglottide
Trachea
Diametro: 2 cm
Lunghezza: 10-12 cm
Possiede pareti molto sottili
Rinforzi cartilaginei
Bronchi
Alveoli
Bronchioli
bronchi lobari
Si ramificano principalmente in 5
Privi di rinforzo cartilagineo
Piccoli sacchetti
Cavi
Con pareti molto sottili
Immersi nello
stroma
Tessuto connettivo elastico
Sono le strutture in cui avviene lo scambio gassoso.
Polmoni
consistenza spugnosa
Contenuti nelle
cavità toraciche
Posteriormente si
estendono dalle clavicole fino al
diaframma
Anteriormente si appoggiano alle coste
Porzione superiore
Porzione inferiore =
Base
=
Apice
Fossa cardiaca
Esternamente rivestiti dalla
pleura
Ne presentano un rischio maggiore di sviluppo i neonati nati prematuramente
perchè
le cellule dei polmoni non hanno ancora sviluppato la capacità di produrre il surfactante.
Come si manifesta??
Grave insuff. respiratoria;
respiro affannoso e rapido;
bassa pressione sanguigna;
confusione e stanchezza estrema;
Modalità di trattamento
Somministrazione di cortisone alla madre prima del parto;
utilizzo di un respiratore;
applicazione di surfactante attraverso la trachea.
Ossigeno(O )
Anidride carbonica (CO )
2
2
Il movimento avviene in due direzioni opposte:
L'ossigeno entra nel sangue a livello degli alveoli e viene rilasciato nei tessuti;
Il diossido di carbonio esegue il percorso inverso.
Del
La meccanica
La ventilazione polmonare
Ventilazione polmonare

= flusso d'aria che si crea tra l'ambiente esterno e i polmoni
Si divide in due fasi:
Causata dall'azione dei muscoli respiratori (diaframma e musc. intercostali)
1) INSPIRAZIONE

2) ESPIRAZIONE
Inspirazione
l'aria entra
Il diaframma i contrae
La cavità toracica si espande
i muscoli intercostali esterni si contraggono ---> ampliando ulteriormente il torace
il volume polmonare aumenta
la presione intrapleurica diventa più negativa
Espirazione
la pressione interapleurica diventa meno negativa
i gas all'interno dei polmoni vengono espulsi
il volume polmonare diminuisce
Il diaframma e i muscoli intercostali si rilassano
la cavità toracica si contrae
A riposo, è un processo

ATTIVO
A riposo è un processo

PASSIVO
Durante il respiro forzato diventa

ATTIVO
LE SECREZIONI DEL TRATTO RESPIRATORIO COADIUVANO LA VENTILAZIONE
I polmoni secernono il

muco

e il
surfactante
Che influenzano la ventilazione.
Il muco viscoso
Prodotto dalle cellule delle vie aeree inferiori,
Altre cellule della via aere "spazzano via" il muco grazie a delle
ciglia
, esso viene spinto fino alla faringe dove viene o espulso o ingerito.

cattura particelle, microrganismi e detriti che possono essere inalati con l'aria.
Il surfactante
Miscela di
fosfolipidi
e
lipoproteine

DUPLICE FUNZIONE:
Ridurre la tendenza degli alveoli a collassare
Ridurre il lavoro necessario a riempire i polmoni d'aria.
La ventilazione è controllata dal sistema nervoso
Regolando la contrazione dei muscoli intercostali e del diaframma
I centri di controllo si trovano nel midollo allungato (Tra midollospinale e la base dell'encefalo)
Centro inspiratorio
Da qui partono gli

impulsi
Si propagano lungo il diaframma e i muscoli intercostali esterni, innescando l'inspirazione.
Dopo un paio di secondi diventa inattivo per circa tre sec .
Centro espiratorio
Invece i neuroni del centro espiratorio restano normalmente inattivo;
Muco particolarmente denso
Non defluisce
altera la funzionalità di alcuni organi
Malattie dell'apparato respiratorio
Sintomi
Disturbi respiratorio;
Scarsa ossigenazione;
Catarro;
Febbre.
Più l'organo interessato è basso, più l'infezione è grave
VIRALE
BATTERICA
Rifornire l'organismo di ossigeno ed eliminare il diossido di carbonio.
Funzione dell'apparato respiratorio
Attività:
(due processi)
Ventilazione polmonare;
Scambio dei gas.
Cos'è l'aria?

Miscela di gas:

Azoto
+ ossigeno
+ anidride carbonica
+ vapore acqueo
1
2
3
4
l'aria viene intrappolata nelle cavità bronchiali;
Mentre batteri e virus si moltiplicano.
chiunque possiede un allele mutato del gene è detto portatore
Test
Per verificare la quantità di cloro
Esame mutazioni genetiche
Dilatazione terminale dei bronchi
Distruzione pareti alveolari
CAUSE POCO CHIARE
Sostanze dannose
FUMO DELLE SIGARETTE
OZONO
AMIANTO
Tumori
Irritazioni croniche
Enfisema
Carcinoma
Bronchite cronica
Morte per
ASFISSIA
(monossido di carbonio)
In presenza di CO
l'emoglobina non riesce più a trasportare l'ossigeno.
MORTE
Gli scambi avvengono per DIFFUSIONE
(Sia nei capillari polmonari che in quelli della circolazione sismatica)
Attraverso l'
endotelio
che riveste i vasi.
Aria che respiriamo
Poco CO ,
Ricca di O.
Sangue deossigenato
Elevata concentrazione di CO ,
Scarsità di O.
2
2
2
2
O
CO
2
2
Differenze di pressione
Favoriscono la diffusione di ossigeno dall'aria al sangue e viceversa
Scambio sistemico dei gas
Tornato al cuore il sangue viene pompato dal ventricolo sx nell'AORTA fino a raggiungere i
capillari

sistemici
Qui avviene lo scambio dei gas respiratori tra sangue e tessuti:
di quella nelle cellule
del tessuto
>
Concentrazione di ossigeno nel sangue
Dovuta al continuo consumo di O per la produzione di ATP
2
E quindi l'ossigeno passa nelle cellule e, attraverso il processo contrario, il diossido di carbonio passa nel sangue.
Che torna al cuore
L'1,5% CA dell'ossigeno arrivato nelle cellule si scioglie nel plasma,
Il restante 98,5% si lega all'
emoglobina
La capacità di legare o rilasciare ossigeno e la quantità di ossigeno rilasciata, dipendono dalla concentrazione di quest'ultimo.
Rilascia più ossigeno nei tessuti dove essa è minore

Grande proteina costituita da quattro
subunità polipeptidiche
ogni subunità circonda
gruppo eme
Altri fattori chimici che influenzano la quantità di ossigeno rilasciata dall'emoglobina:
Diossido di carbonio;
Acidità;
Temperatura.
Anidride carbonica come ione bicarbonato
CO + HO
HCO
H + HCO
2
2
2
3
+
3
-
Soluzioni tampone
Secondo il principio di Li Chetelier
La mioglobina
Cellula in grado di legare l'ossigeno a livello muscolare
Affinità per l'ossigeno maggiore rispetto all'emoglobina
Nunzi Matteo
Capeccia Mattia
Canocchi Stella
Costa Eleonora
Merlonghi Luca
Anidrasi carbonica
Grafica a cura di :
E. Costa
Full transcript