Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Mappa Concettuale Relatività.

No description

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Mappa Concettuale Relatività.

- Storia dell' arte
La relatività di M.C.Escher, le figure impossibili.
- Design
Progettazione di un padiglione espositivo,
il "Bite" (Big Tide Expo).
- Fisica
La relatività di Einstein.
- Filosofia
Il prospettivismo di Nietzsche.
- Italiano
La relatività di Pirandello.
- Inglese
Concept of time relativity in the Ulysses by James Joyce.
- Scienze
L'encefalo, dove nasce il pensiero.
- Storia
Dalla scoperta della relatività
alla prima guerra mondiale.
- Matematica
La relatività dei punti di una funzione.
- Nacque in Olanda il 17 Giugno del 1898. Nel 1923 venne in Italia e viaggiò a lungo nel nostro paese traendo ispirazione da paesaggi ed architetture nostrane.

- In seguito non tratterà più lo spazio in maniera analitica, ma realizzerà sintesi in cui diversi spazi trovano il loro posto, all'interno della stessa stampa.

- Approdò in Spagna: qui saranno gettate le basi del suo lavoro relativo al riempimento periodico del piano che susciterà l'ammirazione di cristallografi e matematici.

- Le "figure impossibili", litografie, si basano sul sottile gioco tra lo sfondo e la figura, che si compenetrano e si completano. Solitamente rappresentano forme tridimensionali su superfici bidimensionali e alcune delle sue stampe traducono lo stupore causato da questo antagonismo.

- La suggestione spaziale di un'immagine piana può essere così forte che si possono suggerire su di essa dei mondi che, in tre dimensioni, non potrebbero assolutamente esistere.

- Escher è in grado di produrre scene in cui l'alto e il basso, l'orientamento degli oggetti a destra o a sinistra, dipendono dalla posizione che l'osservatore decide di prendere.
- La relatività fa riferimento alle trasformazioni matematiche che devono essere applicate alle descrizioni dei fenomeni nel passaggio tra due sistemi di riferimento in moto relativo.

- Concilia il principio di relatività galileiano con le equazioni delle onde elettromagnetiche.

- Primo postulato (principio di relatività): tutte le leggi fisiche sono le stesse in tutti i sistemi di riferimento inerziali.

- Secondo postulato: la velocità della luce nel vuoto (c= 300.000 km/s) ha lo stesso valore in tutti i sistemi di riferimento inerziali, indipendentemente dalla velocità dell'osservatore o dalla velocità della sorgente di luce.

- Dilatazione del tempo, contrazione delle lunghezze.

- E=mc^2, la massa è una forma di energia che si viene ad aggiungere alla cinetica e potenziale.
- Critica il concetto positivistico di verità: afferma che il linguaggio è una convenzione, è un sistema di metafore liberamente prodotto.

- La verità è una delle infinite interpretazioni del mondo prodotte dall'intelletto umano; è solo il provvisorio configurarsi di determinate opinioni e concezioni.

- "Non ci sono fatti, bensì solo interpretazioni".
- Nessuna falsità né verità ma solo prospettive differenti sulla realtà.

- Il mondo è il risultato di giochi prospettici che vi operano, la vita non è altro che gioco e scontro di "volontà di potenza".

- Non esiste dunque conoscenza al di fuori della pluralità dei punti di vista che gli uomini aprono sul mondo: conoscere significa sempre valutare, ossia organizzare la realtà secondo il prospettivismo dei valori attraverso i quali ciascun uomo esprime la singolarità della propria esistenza.

- Nel "gioco delle interpretazioni" il soggetto è esso stesso una posizione prospettica tra le altre.

- La rappresentazione non deriva esclusivamente dalla coscienza di quest'ultimo ma piuttosto da un suo conatus o appetitus nei confronti dell'oggetto.
1904-08
1905
- Espressione coerente del pensiero e della cultura del relativismo filosofico è l'umorismo pirandelliano.

- Esso mette in discussione il positivismo e le ideologie romantiche, rifiutando del primo la verità oggettiva, garantita dalla scienza e del secondo l'idea della verità soggettiva, della centralità del soggetto e della capacità di dare forma e senso al mondo.
- La condizione umana è relativa e contraddittoria perché l'uomo adopera delle 'maschere' e non rivela mai un volto univoco ed assoluto.

- Scontro tra forma e vita, personaggio e persona; le maschere e le maschere nude.

- La vita "non conclude" non ha un ordine, un senso, un inizio o una fine, perciò scrive opere con strutture aperte e inconcluse ("C'è qualcuno che ride" del 1930)

- La "destituzione dell' io": l'anima cessa d'essere il luogo dell' identità, dell' autenticità e dell' integrità e si caratterizza per la conpresenza di spinte contrarie e contrastanti e di diverse personalità, l'uomo non è più chi crede di essere ma è l'insieme delle sue rappresentazioni.



1873
1941
- Organo fondamentale per il controllo delle attività fisiologiche del corpo umano e dell'attività cosciente, la percezione e la comprensione delle informazioni provenienti dall'ambiente esterno, il pensiero, la memoria e le emozioni.

- Racchiuso nella scatola cranica e la colonna vertebrale.

- Avvolto dalle meningi (dura madre, aracnoide,
pia madre)
- Si divide in: cervelletto, tronco cerebrale (midollo allungato e ponte), diencefalo (talamo e ipotalamo), telencefalo (emisferi cerebrali).

- Quest' ultimo è diviso in 4 parti da due scissure, centrale e laterale (Rolando e Silvio).

- Ciascuno dei due emisferi è diviso virtualmente in 4 lobi: frontale (corteccia motoria, area di Broca), parietale (corteccia sensoriale, area di Wernicke), temporale (area di Wernicke, corteccia uditiva), occipitale (corteccia visiva).

- L'emisfero destro è coinvolto nel pensiero creativo, nella percezione dello spazio e in quella globale; l'emisfero sinistro nella gestione del linguaggio, nel pensiero razionale e nella percezione analitica.
2013
1922
- Published in Paris first, then in USA in 1934 and Britain in 1936 after the charges of pornography were withdrawn.

- The facts become confused, they are explored from different points of view simultaneously.

- It opens in "medias res", analyzing a particular moment.

- It lasts one single day, time isn't perceived as objective but as subjective.
-William James (1842-1910, American associationist philosopher) explained in his "Principles of Psychology" his belief that our mind records experiences as a continuous flow of "the already" into "the not yet".

- Henri Bergson (1859-1941, French philosopher) made a distinction between historical time which can be measured by a clock and psychological time which is instead measured by the relative emotional intensity of a moment and from all the perceptions, memories and associations linked
to it.
- Giovanni Giolitti salì al governo nel 1903 dopo
le dimissioni di Zanardelli. Dopo il rifiuto di Turati, costituì un ministero spostato al centro e aperto alla partecipazione di elementi conservatori.

- Metteva al primo posto la solidità della maggioranza, sacrificando progetti qualificanti del suo programma come la riforma fiscale.

- Leggi speciali per il Mezzogiorno (interventi speciali attuali). Proposta di statizzazione delle ferrovie (Fortis), momentaneo abbandono del governo per un ritorno in momenti più propizi.
- Conversione della rendita (1906), riduzione del tasso di interesse versato dallo Stato ai possessori di titoli del debito pubblico.

- Nascita della Cgl (1906), Crisi (1907) risollevata dalla Banca d'Italia, ritiro strategico (1909), nascita Confindustria (1910), riforma scolastica Daneo-Credaro (Luzzati).

- Ritorno al governo (1911), suffragio universale maschile, monopolio statale delle assicurazioni sulla vita.

- "Dittatura parlamentare", governo trasformista, governo della malavita (Salvemini).

- Crisi del sistema giolittiano, rassegna le dimissioni (1914), contrasti politici derivanti dalla guerra di Libia, situazione economica deteriorata provocando tensioni sociali maggiori, scontro tra destra conservatrice (con clerico-moderati e nazionalisti) e sinistra rivoluzionaria piuttosto che riformista e gradualista, "settimana rossa".
1905-14
Full transcript