Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

apparato digerente medicina

il gruppo medicina si occupa delle cure
by

medicna 2 C

on 14 September 2012

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of apparato digerente medicina

Noi del gruppo medicina ci
occupiamo delle cure per le disfunzioni
dell' apparato digerente. Gastroenterite:
si cura soltanto eliminando alcol, fumo
e riducendo i grassi. Ulcera:
Non ci sono cure per
curare il virus dell'ulcera. Celiachia
La celiachia non ha una cura, ma cambiare la dieta alimentare consente comunque di imparare a convivere con la malattia. Eliminato il glutine dalla propria alimentazione, l’infiammazione intestinale e tutti i sintomi che ne derivano spariscono. Assumere integratori per compensare alcune carenze può essere un buon sostegno e,paradossalmente, i vantaggi di una dieta senza glutine, non sono pochi. Appendicite:
L'unica terapia è quella chirurgica: l’appendicectomia, che può essere preceduta da una terapia a base di antibiotici, mai antidolorifici ed antinfiammatori, perchè potrebbero mascherarne i sintomi. Se presa in tempo, l’appendicite, si risolve con un piccolo intervento dalla breve degenza, viceversa, se non la si diagnostica immediatamente, l’operazione diviene più complessa, invasiva e rischiosa. Diabete:
Le cure sono diverse a seconda del tipo di diabete: nei casi più gravi è necessaria la somministrazione di insulina, ma in altri è utile anche adottare un regime alimentare diverso per convivere serenamente con questa malattia e che, più o meno, è valido in tutte le diverse forme di diabete Esofagite:
Se si soffre di esofagite da reflusso, innanzitutto bisogna agire sullo stile di vita. Una corretta alimentazione, con pochi grassi, alcolici e caffè dev’essere accompagnata ad una masticazione lenta e lunga in modo a da favorire la digestione dei cibi Se questi accorgimenti non dovessero bastare si dovrà ricorrere ad una terapia farmacologica, che nella maggior parte dei casi è tesa a ridurre il livello di acidità dei succhi gastrici, in modo da far diminuire il loro potere di irritare la mucosa esofagea. Lavanda gastrica:
La lavanda gastrica è operata mediante l'asportazione di piccole quantità di liquido dallo stomaco per mezzo di un tubo inseritovi tramite la bocca (o il naso, in caso di non cooperazione del paziente). L'asportazione è generalmente accompagnata da una somministrazione di acqua calda o soluzione salina (nei bambini questa è utile per prevenire scompensi). La lavanda si protrae fino a quando i liquidi asportati non risultano disintossicati.
La lavanda gastrica dev'essere effettuata entro 2 ore dall'assunzione della sostanza tossica, ma se la sostanza implicata è ad assorbimento lento può risultare efficace anche dopo 6-8 ore.
La corretta posizione del tubo è verificata dalla reazione ad insufflazioni d'aria, o da un test di acidità del liquido asportato: il rischio è infatti che il tubo sia stato inserito nelle vie respiratorie. Inoltre in caso di vomito è necessario raccogliere i liquidi perché non si riversino nelle vie respiratorie. Per questi stessi motivi, se il paziente è in stato di incoscienza deve essere intubato.
Per tutta questa serie di rischi, la lavanda gastrica è particolarmente controindicata a soggetti con problemi dell'apparato respiratorio, o con tendenza ad emorragie dell'apparato gastrointestinale. Inoltre è inutilizzabile se l'avvelenamento coinvolge sostanze corrosive. Salmonellosi:
Una cura farmacologica per la salmonellosi può essere prescritta da un medico come terapia di supporto ad alcuni dei sintomi, in attesa che l’organismo provveda da sé ad espellere gli agenti patogeni. L’eventuale ricovero in ospedale per la salmonellosi è previsto solamente nei casi più gravi, e soprattutto in seguito all’insorgenza di sintomi Stipsi
Per prevenire l’insorgenza di stitichezza, in particolar modo quella acuta, è opportuno seguire delle abitudini alimentari e degli stili di vita corretti.
Nel primo caso, quindi, la prevenzione è affidata alla corretta alimentazione, la quale deve essere varia e, tra le altre cose, ad alto contenuto di fibre (presenti soprattutto in frutta e verdura, e nei cereali).
Full transcript