Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

WELFARE STATE

No description
by

Francesca Panariello

on 24 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of WELFARE STATE

W
Il termine "Welfare State", "Stato del benessere", viene utilizzato a partire dalla seconda guerra mondiale per designare un sistema socio-politico-economico in cui la promozione della sicurezza e del benessere sociale ed economico dei cittadini è assunta dallo Stato, nelle sue articolazioni istituzionali e territoriali, come propria prerogativa e responsabilità.

Il timore da parte dei ceti più ricchi che una diffusa povertà avrebbe portato a rivoluzioni da parte del popolo;
Per ottenere consensi elettorali ,proponendo benefici assistenziali per l'intera popolazione;
Per stabilizzare il ciclo economico;
Questa evoluzione è stata principalmente determinata da tre cause:
1) Consentire a tutti i cittadini il consumo dei servizi sociali

2) Garantire un reddito a chi si trova in stato di bisogno

3) Correzione dei fallimenti di mercato

GLI OBBIETTIVI
L'aumento esponenziale della domanda di protezione sociale
L'inefficienza produttiva,legata alla mancanza di concorrenza
L'insufficienza dell'aumento delle entrate finanziarie, rispetto all'incremento maggiore dei costi
La riduzione in Europa dell'autonomia di spesa per i limiti imposti dall'Unione Europea ( esempio pareggio di bilancio)
Per evidenziare una discriminazione economica
La crisi del
Welfare State:
“Ogni cittadino inabile al lavoro e sprovvisto dei mezzi necessari per vivere ha diritto al mantenimento e
all’assistenza sociale.
I lavoratori hanno diritto che siano preveduti ed assicurati mezzi adeguati alle loro esigenze di vita in caso
di infortunio, malattia, invalidità e vecchiaia, disoccupazione involontaria.
Gli inabili ed i minorati hanno diritto all’educazione e all’avviamento professionale.
Ai compiti previsti in questo articolo provvedono organi ed istituti predisposti o integrati dallo Stato.
L’assistenza privata è libera”
ART. 38 DELLA COSTITUZIONE
La spesa sociale, e specificamente l'erogazione delle pensioni, costituisce una delle modalità con cui si pone in essere la redistribuzione dei redditi, che avviene per età e per fasce di reddito
I metodi per finanziare la spesa pensionistica sono:
IL SISTEMA PENSIONISTICO
->

Il primo comma , dell'articolo afferma il dovere dello Stato di provvedere ai cittadini più indifesi dal punto di vista
economico (disoccupati) o psicofisico (anziani,
inabili al lavoro..) e sancisce quindi il diritto di
ASSISTENZA
.

->
Nel secondo comma si afferma che il compito dello
Stato è di tutelare i lavoratori per attuare questa tutela è previsto un sistema di
PREVIDENZA
.

->
Nel terzo comma si afferma che gli inabili e minorati
beneficiano del meccanismo di collocamento obbligatorio grazie al quale è garantita una posizione di vantaggio nel trovare un luogo di lavoro

->
Il quarto comma dice che i compiti previsti da questi
articoli sono garantiti per mezzo di due enti pubblici: INPS e INAIL.

->
Infine nel ultimo comma si afferma che possono affiancarsi agli enti pubblici anche enti e soggetti privati di assistenza e previdenza.
A seconda dei vari paesi, vi è un modello sanitario
di tipo diverso, possiamo avere : Il
MODELLO PUBBLICO
,
MODELLO PRIVATISTICO,
MODELLO MISTO.
Il servizio sanitario italiano ,detto servizio sanitario nazionale
(SSN)
, gestisce la sanità tramite le A.S.L. (Aziende Sanitarie Locali) . Il loro finanziamento è dato dai tributi proprio regionali e con anche di una parte di quelli erariali.
Le prestazioni sanitarie possono essere gratuite
Il Servizio Sanitario
Per Welfare State si intende il complesso di politiche pubbliche messe in atto da uno Stato che interviene, in un’economia di mercato, per garantire l’assistenza e il benessere dei cittadini.
SISTEMA RETRIBUTIVO
Il sistema contributivo, si basa sui contributi effettivamente versati dal lavoratore (e dal
datore di lavoro) durante tutta la vita lavorativa.
I contributi versati ogni anno vengono sommati e opportunamente rivalutati fino al termine della vita lavorativa, per dare luogo alla base contributiva complessiva, che la legge chiama montante
individuale, sulla quale si calcola la pensione.
Nell calcolo della pensione contributiva
intervengono però elementi che rendono
praticamente impossibile fare una previsione

.




SISTEMA CONTRIBUTIVO

Con il sistema retributivo, la pensione veniva calcolata moltiplicando la media delle retribuzioni degli ultimi anni per il numero di anni lavorati commisurati all’aliquota di rendimento, fissata al 2 per cento
Negli ultimi anni, in Italia, la spesa pensionistica è aumentata in modo esponenziale e con ovvi riflessi negativi sul bilancio dello Stato.
Vi sono state diverse riforme, dato anche la necessità di razionalizzare il sistema pensionistico in modo da rispettare i parametri richiesti dall'Unione Europea.

Le riforme più importanti sono state:
LA RIFORMA AMATO DEL 1992
LA RIFORMA DINI DEL 1995
LA RIFORMA FORNERO DEL 2012
Dall'articolo 38 della Costituzione italiana, emerge il diritto della previdenza e della sicurezza sociale che concerne i concetti di "previdenza e assistenza sociale" e di "sicurezza sociale" (che ha un valore riassuntivo dei due precedenti).
Assistenza e previdenza sono infatti, i due
diritti sul quale si fonda il WELFARE STATE.
INPS
E' l'ente deputato a erogare, nel settore privato le pensioni di vecchiaia, di anzianità contributiva, di invalidità, di mobilità, a favore dei superstiti nonché gli assegni sociali per chi ha compiuto 65 anni ed è privo di reddito e gli assegni di invalidità civile per chi presenta una riduzione della capacità lavorativa superiore al 73%.

INAIL
L’istituto nazionale per le assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro
Gestisce l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali relative ad attività a rischio. In caso di invalidità permanente o infortunio mortale l'INAIL corrisponde agli eredi una rendita,mentre nel caso di invalidità temporanea eroga un assegno (indennità giornaliera).
L'istituto nazionale di previdenza sociale:
Throughout World War II, the country
was run by a government formed from a coalition of Labour, Conservative and Liberal politicians. During the war, the government became much more involved in people's lives.
The government was seen to be taking an active interest in providing for the welfare of the people.
More than any other person, William Beveridge's name is associated with the
setting up of a blueprint for the post war
Welfare State.
The Welfare State
THE ORIGINS OF THE
WELFARE STATE
His Report on
SOCIAL INSURANCE AND ALLIED SERVICES
was published in December 1942 and includes :
the payment of weekly flat rate contribution into the state insurance fund and this cover all possible contingencies that might befall people throughout their lives.

Beveridge declared that there were five gigants on the road to reconstruction:
POVERTY
DISEASE
IGNORANCE
SQUALOR
IDLENESS
SOCIAL SECURITY to defeat poverty. It's important remember:
National insurance act
Industrial injuries act
National Assistance act
Lo Stato Sociale e la sua
BENEFITS OF THE WELFARE
NATIONAL HEALT SERVICE (NHS) to defeat the disease.
In 1946 the
National Health Service Act
was passed and for the first time every British citizen could receive medical, dental and optical services free of charge.
COUNCIL HOUSING to defeat the squalor.

New Towns act (1946)
Children's Act (1948)
FREE EDUCATION to defeat ignorance.
The Education Act (1944) made secondary education compulsory until the age of 15 years and provided meals, milk and medical services at every school.


to defeat idleness.
Following the principles of economist John Maynard Keynes, the government took control of certain industries such as iron and steel manufacture. Under this managed economy the government could use tax money to keep an industry afloat even if it faced economic difficulties.
storia

1939 - 1945
SECONDA GUERRA MONDIALE
In Germania nel 1933 ci fu il trionfo del Nazionalsocialismo. Il vero nemico per Hitler era l' URSS. Hitler voleva infatti espandersi in Russia conquistando lo spazio vitale e formare un unico grande impero orientale unificando tutti i popoli di lingua tedesca.
LE ORIGINI DELLA GUERRA
Mussolini tuttavia nell'ottobre del
1935
decise di conquistare l'Etiopia ,varcato il confine la Società delle Nazioni colpì l'Italia con l'embargo.
Nonostante questo il regime fascista portò avanti la guerra e riuscì a vincerla, il 9 maggio 1936 il Re d'Italia venne proclamato
“imperatore d'Etiopia”.
Mussolini però si sentì tradito da Francia e Inghilterra
Hitler prese al volo l'occasione e occupò la Renania smilitarizzata. Da qui in poi i rapporti tra Italia e Germania si fecero sempre più stretti tanto che nel Novembre 1936 venne dichiarato l'esistenza dell'ASSE ROMA-BERLINO e 6 Novembre 1937 fu accolta nel piano anti-commintern.
Hitler face diverse mosse per scardinare il trattato di Versailles:
L'annessione dell'Austria al Terzo Reich – 3 Marzo 1938
Conquista della regione dei Sudeti in ceco slovacchia, regione abitata da una maggioranza di tedeschi
Nel 1939 la Germania occupò anche il resto della Boemia
Hitler vuole occupare la
POLONIA
L'Inghilterra capisce le intenzioni egemoniche della Germania e insieme alla Francia decidono di difendere la POLONIA
23 AGOSTO 1939

PATTO
Molotov
Ribbentrop
Con l'invasione della POLONIA
il 1 settembre 1939
scoppia il secondo conflitto mondiale
Italia proclama la
"NON BELLIGERANZA"
Il Francia e Inghilterra dichiarono guerra
3 settembre
1939
Il 17 settembre anche l'Armata Rossa entrò
in Polonia conquistando le zone orientali
Il 28 settembre Varsavia capitolò dopo che le forze tedesche ebbero travolto l'esercito polacco mediante l'applicazione della guerra lampo (BLITZKRIEG)
Il 30 Novembre l'URSS decise di sottomettere gli stati baltici
LETTONIA,ESTONIA,LITUANIA E FINLANDIA
1940
le truppe tedesche invadono
DANIMARCA e NORVEGIA


9 aprile 1940
I francesi si difendevano con la
Linea Maginot
I tedeschi
14 giugno 1940
i tedeschi a Parigi
FRANCIA
Philippe Pétain
I tedeschi vogliono attaccare la Francia
aggirarono da nord la linea
IL 10 GIUGNO

10 maggio
conquistando anche
BELGIO e OLANDA
Venne divisa in due parti

PARTE NORD
PARTE SUD
con capitale a Vichy
sotto diretto controllo
tedesco
fine della Terza Repubblica
MUSSOLINI DECIDE DI ENTRARE IN GUERRA
ITALIA
IL 10 maggio divenne primo ministro CHURCHILL
Il 19 luglio Hitler offrì la pace alla Gran Bretagna
Churchill rifiutò
Hitler attacca l'Inghilterra nell'estate del 1940
BATTAGLIA DI INGHILTERRA
A settembre la Germania rinunciò all'occupazione inglese e
riprese il suo obbiettivo inziale

LA CONQUISTA DELL'URSS
Rinforzò i patti con gli alleati firmando il 27 settembre il PATTO TRIPARTITO
Prima di procedere all'attacco Hitler dovette soccorrere l'ITALIA
La "Guerra Parallela" italiana
DICEMBRE '40
GRECIA
AFRICA
settentrionale
le truppe britanicche misero in
difficoltà gli italiani in Libia
Erwin Rommel in Libia
Aprile 1941
Linsuccesso fu totale, l'esercito fu salvato dai tedeschi
L'offensiva inglese fu bloccata

con l'intervento tedesco
A maggio la penisola Greca
era completamente in mano tedesca
Germania non ha più rivali in Europa
concentra le sue forze verso l'obbiettivo l'URSS
1941
Il 22 giugno 1941
OPERAZIONE BARBAROSSA
Inizialmente l'attacco fu un successo
ma quella che doveva essere una
guerra lampo si trasformò
in una micidiale
GUERRA DI LOGORAMENTO
Gli Stati Uniti
mettono a disposizione le risorse americane a

GRAN BRETAGNA e URSS
Legge affitti e prestiti
IL Giappone decide di non entrare in guerra contro l'URSS
Dopo l'embargo dell'USA
Il 7 dicembre 1941 il Giappone attaccò la base
PEARL HARBOR
LA SVOLTA
Midway
Stalingrado
Gli americani bloccano l'avanzata dei Giapponesi
Ritirata
Hitler ordina la resistenza ad oltranza
Primo rovescio della guerra
Gennaio '43

1942-43
CONFERENZA DI


TEHERAN
CASABLANCA

1944-45
SBARCO IN NORMANDIA
6 giugno 1944
Parigi liberata!
25 agosto
25 APRILE
I tedeschi abbandonano Milano
ordine di insurrezione generale
MUSSOLINI
catturato e fucilato dai Partigiani
Clnai
GERMANIA

30 aprile '45
I sovietici e americani occupano
HITLER SI SUICIDA
25 aprile '45
FINE DELLA GUERRA IN ITALIA
L' 8 Maggio 1945
LA GERMANIA ACCETTA
LA RESA INCONDIZIONATA
Fine della
SECONDA GUERRA MONDIALE
in Europa
SITUAZIONE GIAPPONESE
Presidente degli Stati uniti
Herry Truman
6 e 9 agosto 1945
Hiroshima
Nagasaki
l'imperatore Hirohito firma la resa
2 settembre 1945

E L F A R E
certa dell’ammontare futuro della
pensione.
FULL EMPLOYMENT
Full transcript