Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Concorso Docenti 2016 SMS

No description
by

Fabio Genovesi

on 15 September 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Concorso Docenti 2016 SMS

Traccia della prova orale n.°
Approccio integrato per lo sviluppo globale della personalità
Educare il movimento (saper fare) proposte pratiche disciplinari

Educare attraverso il movimento (saper essere) competenze di cittadinanza
Unità di Apprendimento
Active learning: student involvement and reflection and self-evaluation on the learning process
Strumenti e TIC
Concorso pubblico personale docente
D.D.G. 106 del 23 febbraio 2016

Ambito disciplinare AD02

Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I° grado A049
Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di II° grado A048

Riferimenti secondo le direttive della ComunitàEuropee 12/2006
Bisogni formativi degli alunni, (in parte esplicitati nel PTOF dell'Istituzione Scolastica e in parte desunti dall'osservazione analisi della classe):
Partecipatory lessons with stimulus questions
(dopo 15 minuti la capacità di rimanere concentrati diminuisce drasticamente) Prince
candidato: Fabio Genovesi
Pellerey
Competenze chiave
decreto 139/2007
Nuclei Tematici coinvolti nell'apprendimento
Conoscenze
Abilità
Competenze
Luogo
Aula

Palestra

Spazi all'aperto

Pista di atletica
Interdisciplinarietà e docenti coinvolti
Metodologie
Tempi
Traguardi di competenza
Sulla base delle Indicazioni Nazionali per il curricolo dalla scuola dell'infanzia alla scuola sendaria di primo grado D.M.254 16 Novembre 2012
Consapevolezza delle proprie competenze motorie nei propri punti di forza e nei limiti;
Utilizza le abilità motorie e sportive acquisite adattandole;
Comprende i valori impliciti ed espliciti dello sport
Applica comportamenti di promozione dello "star bene" nell'ottica di un sano stile di vita.
Si integra nel gruppo imparando ad assumersi la responsabilità delle proprie scelte e a collaborare per il raggiungimento di un obiettivo comune.
Il corpo e la sua relazione con lo spazio e il tempo;

Il gioco, lo sport le regole e il fair play;

Salute e benessere, prevenzione e sicurezza;
Valutazione
La scuola non può permettersi di trasmettere contenuti fissi di un sapere codificato, ma deve insegnare ad apprendere e a riscoprire la circolarità tra i processi formativi ed i processi sociali.
Elementi determinanti l'itinerario di lavoro e per la realizzazione della mediazione didattica.
La competenza non rappresenta un risultato diretto dell'apprendimento, ma si costruisce attraverso un processo ricco di opportunità.
"Vertecchi"
Bibliografia e sitografia
Progettare in educazione Fisica e nella Scienze Motorie, Sergio Dugnani e Pietro Luigi Invernizzi

L'educazione Fisica che vogliamo "Le nuove competenze motorie dai 3 ai 19 anni." Capdi

L'Educazione Fisica che vogliamo "Progettare per competenze: metodi e metodologie." Capdi

Linee Guida per la certificazione delle competenze del primo ciclo di Istruzione

Atletica Studi; FIDAL

110 ostacoli di R. Bedini FIDAL

My digital classroom fuceccio http://myclassfucecchio.weebly.com/modello-metodologico-didattico-flipped-lesson-e-eas.html

Mobilesport.ch https://www.mobilesport.ch/it/

Competenze Motorie; D'Anna

Conoscere e affrontare i Bisogni Educativi Speciali; Elisa Niccolai. D'Anna
Prerequisiti:
Regolamento sulla valutazione D.P.R 122/09 ai sensi della legge 169/08
Valutazione Oggettiva
Valutazione intersoggettiva
Valutazione soggettiva: dimensione metacognitiva per mezzo di schede di autovalutazione o attraverso la produzione di un'autobiografia cognitiva
LIM (lavagna interattiva multimediale
Piattaforme di condivisione
Grazie
Alunno
Docente
Contesto scolastico:

N.° Alunni 22
10 Alunne

12 Alunni

di cui
1 alunno BES; difficoltà linguistica
(normativa 27/12/2012)

Età: 11-12 anni
Mesi:
Ottobre
Novembre
Titolo U.d.A.
Progetto: "Ostacoliamo"...
Traccia della prova orale n.° 234
Il candidato proponga le modalità e i mezzi che userebbe per insegnare la tecnica del passaggio degli ostacoli. Spieghi come inserirebbe l'attività nella sua programmazione annuale rivogendosi ad una classe seconda di scuola secondaria di primo grado. Definisca inoltre le competenze in uscita e proponga una griglia di autovalutazione per gli alunni.
Strumenti compensativi per l'alunno Senegalese
Flipped classroom
Cooperative Learning
Peer Learning (Peer to peer)
Problem solving
La valutazione precede, accompagna e segue i percorsi curriculari..... D.M. 254/12
Diagnostica
Formativa
Sommativa
Nella scuola secondaria di primo grado nelle classi seconde, si rilevano innazitutto delle disomogeneità strutturali, coordinative e condizionali dovute alla fase auxologica "Proceritas secunda"

Accellerata crescita staturale
Riduzione crescita ponderale
Allungamento degli arti preponderante rispetto al tronco
Muscolatura debole lassità legamentosa
Capacità coordinative in "tilt"
Apparato cardio-vascolare in fase di sviluppo
Aumento della capacità funzionale dell'apparato respiratorio
Desunti dalle Indicazioni Nazionali
Obiettivi Formaivi
Maggio (Compito Unitario)
Istituto Comprensivo Boville Ernica
Conoscere l'apparato muscolo scheletrico e cardiocircolatorio
Conoscere il rapporto tra battito cardiaco e intensità di lavoro
Conoscere le differenza tra i tipi di corsa
Conoscere gli schemi motori di base ed il loro utilizzo nella preparazione del lavoro programmato
Conoscere le fasi dell'equilibrio statico, dinamico e in volo
Conoscere la strutturazione spaziale, temporale e ritmica del lavoro proposto
Controllare il proprio corpo nelle situazione proposte sia statiche che dinamiche
Adattare il proprio corpo anche in situazioni complesse
Trasferire le abilità acquisite in situazioni nuove
Utilizzare le capacità motorie acquisite per l'apprendimento di nuove abilità
Padroneggia azioni motorie complesse in situazioni variabili
Utilizza con sicurezza e padronanza le abilità motorie, combinate in situazione
Consapevolezza dei propri schemi motori
Utilizza le abilità motorie apprese e le adatta alle sue esigenze psicofisiche
Riesce a risolvere problemi motori adattando i suoi schemi di azione
Collabora con i compagni e li aiuta nelle situazioni difficili
Assume comportamenti sicuri ed idonei nel lavoro proposto
Buoni schemi di azione (schemi motori arricchiti di capacità coordinative)
Azione coordinata arti superiori ed inferiori
Mobilità articolare dell'anca
Capacità di differenziazione dinamica (rapportarsi con l'attrezzo, discriminando le sensazioni che riceviamo dagli oggetti)
Capacità di differenziazione spazio-temporale (ordine sequenziale di tipo cronologico-spaziale)
Assetto equilibrato del bacino e delle spalle
Buone capacità coordinative e condizionali
Impulso di forza arti inferiori
Strumenti codificati e non:
over
ostacoli bassi
speed ladder
cerchi
scatoloni
panche
10 lezioni suddivise in due mesi Ottobre-Novembre e 2 ore per il compito unitario che si svolgerà nel mese di Maggio
Ottobre: 2 Settimane 4 ore
Novembre: 3 settimane 6 ore
Maggio una settimana 2 ore
Metodi deduttivi (assegnazione dei compiti)
3 e 4^ ora di lezione
Esercitazione di attacco e di richiamo "fuori dagli ostacoli"
Individuazione della gamba di attacco con lavori eseguiti da entrambi i lati e con entrambi gli arti...
(errore: la gamba di attacco scende troppo lontanto dalla posizione dell'ostacolo)
le esercitazioni verranno proposte con scatoloni;

Esercitazioni della gamba di richiamo sull'ostacolo, il lavoro verrà eseguito su entrambi i lati e con entrambi gli arti;
(errori: il ginocchio è troppo basso, urta contro l'ostacolo, il bacino ruotato in basso, piede troppo in alto.
5 e 6^ ora di lezione:
Esercitazioni di attacco e richiamo "dentro gli ostacoli"
Esercitazioni tra gli ostacoli bassi altezza 50 cm
Camminare tra gli ostacoli effettuando 5 passi con attacco del piede di preferenza
Camminare tra gli ostacoli effettuando 5 passi con braccia tese in avanti per evitare la rotazione delle spalle e della testa
Camminare tra gli ostacoli effettuando 5 passi coordinando l'azione delle braccia.

1^ ora di lezione
Insegnante di Scienze: L'apparato muscoloscheletrico

2^ ora di lezione
Educazione fisica: video lezioni caricate su piattaforma di condivisione e materiale didattico sul correre e sulla corsa con gli ostacoli.
7 e 8^ ora di lezione
"Esercitazioni tra gli ostacoli"
Passo saltellato tra gli ostacoli
Variare la distanza tra gli ostacoli per migliorare la coordinazione
Diminuire le informazioni
Variare le esecuzioni
Combinare diverse situazioni (ostacoli più bassi/ più alti 50 cm / 70 cm)

9 e 10^ ora di lezione
Esercitazioni per lo sviluppo delle capacità coordinative tra gli ostacoli:
Esecuzione degli esercizi precedentemente descritti aumentando la velocità di esecuzione
Esecuzione del lavoro proposto in entrambi i lati (transfert)
Lavori con percorsi con ostacoli diversi (alti-bassi alternati, due alti-uno basso)
11 e 12^ ora di lezione Compito Unitario
Titolo. "Ostacoliamo"
Organizzare sulla pista di atletica leggera una gara a staffetta con le classi seconde.
Docente di scienze

Docente esperto di informatica
L'autovalutazione consente di cogliere un'altro aspetto del processo formativo ovvero quella dimensione metacognitiva sul valore, il senso, il significato che l'alunno attribuisce al processo formativo. Le intenzioni che lo hanno guidato nello svolgere l'attività, le emozioni o gli stati affettivi provati.
C'è scuola e scuola. Ce ne sono alcune che non hanno aule, banchi, libri e quaderni ma che non sono meno valide di quelle tradizionali. Parlo dei campi sportivi, di tutti quei luoghi dove i nostri figli possono mettere in movimento il corpo, disciplinarsi, competere e soprattutto divertirsi, giocare con educatori che aiutano i bambini ad acquisire una mentalità sportiva.
Come superiamo gli ostacoli?
Test a risposta multipla per la valutazione delle conoscenze
Griglia di valutazione basata sull'osservazione diretta
Scheda di osservazione degli ostacoli
Rubrica di valutazione
Griglia di valutazione di riferimento
Apprendimenti di corretti automatismi di corsa
Corretta posizione di spalle e bacino
Equilibrio statico e dinamico
Spostamento del centro di gravità
Corretto ritmo di corsa

Griglia di osservazione diacronica dei livelli di competenza
Contesto Auxologico
Full transcript