Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

WG1 - LEADERSHIP

Antonelli, Boncori, Chitarrari, Maggiori
by

Stefano Antonelli

on 23 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of WG1 - LEADERSHIP

Che cos'è la leadership
"Chi pensa di guidare gli altri e non ha nessuno che lo segue sta solo facendo una passeggiata"
(J. Maxwell)

"Il mio mentore diceva «andiamo a farlo», non «vai a farlo». Quanto potere quando qualcuno dice «andiamo»"
(E.J.Rohn)

"Il segreto di una leadership di successo è l’autorevolezza e non l’autorità."
(K. Blanchard)
DEFINIZIONE DI LEADERSHIP
APPROCCI ALLA LEADERSHIP
TEORIA DEGLI STILI COMPORTAMENTALI
L' intuizione iniziale è stata quella di concentrarsi sul comportamento del leader anzichè sui tratti della personalità , in quanto si riteneva che il comportamento del leader fosse legato direttamente all'efficacia del gruppo di lavoro.
TEORIA DEI TRATTI
ELEMENTI COMUNI
Processo tra leader e follower
Legata all'influenza sociale
Si manifesta a livelli diversi
Raggiungimento obiettivi
"Un processo mediante il quale un soggetto influenza un gruppo di individui al fine di raggiungere un obiettivo comune".
CON QUESTO ULTIMO VIDEO RINGRAZIAMO TUTTI PER AVERCI ASCOLTATO
TEORIE CONTINGENTI
L' efficacia di un particolare stile comportamentale del leader dipende dalla situazione.
IL MODELLO FULL RANGE
Uno degli approcci più recenti. Secondo B.Bass e B. Avolio, il comportamento del leader varia lungo un continuum che va dallo stile laissez-faire allo stile transazionale per poi finire nello stile trasformazionale.
Radici etimologiche:
- Inglese: to lead (condurre)
- Latino: cum ducere (tirare insieme)

"Il più grande leader non è necessariamente colui che fa le cose più grandi. E’ colui che guida la gente a fare le cose più grandi."

Ronald Reagan
R.Kreitner, A. Kinicki, "Comportamento organizzativo"
Leader vs. manager
MANAGER
Amministrare e dirigere
Gestione delle risorse
Eseguire i piani
Pianificare, controllare, organizzare
Senso di responsabilità
Clienti al primo posto
LEADER
Motivare, influenzare
Ispirare una visione
Gestire le persone
Avere carisma
Avere lungimiranza
Persone come risorse
Si contrappone alla teoria del "grande uomo"

Si concentra sulle caratteristiche personali che differenziano i leader dai follower.

Le caratteristiche della leadership non sono innate, ma possono essere sviluppate tramite l'esperienza e l'apprendimento.
Leader = Follower
Intelligenza
Predominio
Fiducia in se stessi
Livello di energia e attività
Conoscenza
Ralph Stodgill
Incompetenza
Rigidità
Intemperanza
Insensibilità
Disonestà
Vedute ristrette
Cattiveria
Tratti di un cattivo leader
Barbara Kellerman
Prototipo di leadership
È una rappresentazione mentale dei tratti e dei comportamenti tipici dei leader.
Un leader dovrebbe possedere valori come: onestà, lungimiranza, ispirazione e competenze. (Kouzes e Posner)
La personalità conta più dell' intelligenza nella scelta di un leader.
(Judge)
Dimensioni di comportamento del leader
Considerazione
Si riferisce al comportamento del leader che cerca e crea il rispetto del reciproco e la fiducia, focalizzandosi sui bisogni e desideri dei membri del gruppo.
Specificazione
del metodo di lavoro
È il comportamento del leader che organizza e definisce cosa i collaboratori dovrebbero fare per massimizzare il risultato.
Quattro stili di leadership
I leader si concentrano sui bisogni del team
Il leader fornisce molte indicazioni sui compiti e tiene in alta considerazione i bisogni del team
Maggiore enfasi sullo stabilire i compiti
Il leader non è attento nè ai risultati nè al team
Specificazione del metodo di lavoro
Considerazione
Alta
Bassa
Bassa
Alta
Modello contingente di Fiedler
Stili di leadership
I leader hanno uno stile di leadership dominante, resistente al cambiamento.
Lo stile di leadership può essere:
Orientato ai compiti
Orientato alle persone
Controllo situazionale
Si riferisce al grado di controllo e influenza che il leader ha nel suo ambiente di lavoro.
L'efficacia della leadership dipende dal grado di corrispondenza tra lo stile di leadership e le caratteristiche della situazione
Le relazioni leader - membri del gruppo
Riflettono l'ampiezza del supporto, della lealtà e della fiducia che il leader ha da parte del suo gruppo.
La prescrittività dei compiti
Grado di strutturazione dei compiti
Posizione di potere
Grado con cui il leader ha il potere di premiare, punire i propri collaboratori
La teoria percorso - obiettivo
Teoria rivista
Si basa sulla
teoria dell' aspettativa
+ sforzo
+ motivazione
+ risultato
Il leader è motivante quando:
Riduce gli ostacoli
Fornisce guida e sostegno
Premia la prestazione
Robert House
L' efficacia della leadership è influenzata dall'interazione tra:
Stili di leadership
Direttivo
Supportivo
Partecipativo
Orientato al successo
Fattori contingenti
Caratteristiche dei collaboratori
Locus of control
Abilità
Bisogno di successo
Esperienza
Bisogno di chiarezza
Fattori ambientali
Compiti
Dinamiche di gruppo
Implicazioni
LAISSEZ-FAIRE
Applicazione pratica
Strategia generale in cinque fasi
Identificare i risultati importanti
Identificare i tipi di leadership rilevanti
Identificare le condizioni situazionali
Adeguare la leadership alle condizioni situazionali
Evita il conflitto, è incapace di affiancare i collaboratori nell'individuare e perseguire obiettivi, è assente e genera confusione nel cosa si deve fare.

DA EVITARE!!
Determinare come stabilire la corrispondenza
ATTENZIONE
Quando i membri del gruppo vengono trattati in maniera diversa, alcuni possono sentirsi esclusi dalle dinamiche di "scambio all' interno del gruppo"
Il leader deve usare molta cautela nel trattare in maniera diversa i singoli membri
TRANSAZIONALE
Mira a chiarire il ruolo del collaboratore e le necessità legate al compito; nonchè fornisce ai follower ricompense positive o negative, a seconda della performance.
E' stimolante.
La leadership è più complessa e coinvolge una maggiore varietà di comportamenti del leader
Identifica otto categorie di stili e comportamenti
Motivazione intrinseca e l'empowerment
Leadership condivisa
TRASFORMAZIONALE
Il leader che genera fiducia. Crea sviluppa le capacità del leader negli altri. Si sacrificano. Fungono da modelli morali. Come fa a influire su i follower?
sono estroversi
ben disposti
porattivi e meno nevrotici
intelligenza emotiva sviluppata
motivazione ispiratrice
influenza idealizzata
considerazione individuale
stimolazione intelletuale
Stefano Antonelli
Stefano Boncori
Riccardo Chitarrari
Nicola Maggiori

LEADERSHIP EMOTIVA
(primi cenni)

1950 - 1960
1960 - 1970
1990 - OGGI
1970 - 1990
1930 - 1950
Teoria
dei tratti
Teorie
comportamentali
Teorie
contigenti
?
Modello
full range
PERCORSO STORICO
LA LEADERSHIP
"L'arte di riuscire a far fare a qualcuno quello che tu vuoi perchè lui lo desidera"

D. D. Eisenhower

L' efficacia della leadership non è legata a tratti della personalità e comportamenti, ma è funzione della corrispondenza tra lo stile di leadership e le esigenze di contesto.
I leader efficaci utilizzano più di uno stile di leadership.
"
noi troveremo una strada,
oppure ne apriremo una
"
Annibale
La leadership emotiva non si lega più a uno stile, a un tratto, a un comportamento, bensì si lega a un tipo di intelligenza: quella emotiva.
A sua volta questo aspetto è legato alla capacità di riconoscere, di utilizzare, comprendere e gestire le proprie e altrui emozioni.
Il tema dell'intelligenza emotiva è stato successivamente trattato dallo psicologo Daniel Goleman che vanta una serie di libri in questione:
Intelligenza emotiva (1996)
Lavorare con intellegenza emotiva (1998)
Essere leader (2002)
Leadership emotiva (2012)
Questo concetto venne esposto da Salovey e Mayer nel 1990 dimostrando che l'intelligenza emotiva è composta da tre fattori:
valutazione ed espressione delle emozioni
regolamento delle emozioni
utilizzo delle emozioni
Analizziamo la frase
dimensione del futuro
possibilità di farlo
senso di proattività
"noi"
LEADERSHIP EMOTIVA
(segue)
Non basta più l'attitudine al comando, al controllo e avere competenze tecniche per raggiungere il risultato. Occorre mobilitare le energie migliori del gruppo, saper giocare sulle motivazioni profonde di ognuno e allo stesso tempo analizzare le proprie.
COME?
Caratteristiche fondamentali da possedere:
consapevolezza di sè
dominio di sè
motivazione
empatia
abilità sociale
FINE
APPROCCI ALLA LEADERSHIP
Approcci dei tratti
Approcci comportamentali
Approcci contingenti
Approccio del modello full range
Approcci emergenti
Incoraggia i leader a chiarire il percorso verso il raggiungimento dell'obiettivo.
Un numero ristretto di caratteristiche del collaboratore e fattori ambientali si sono rivelate importanti.
Le organizzazioni dovrebbero cercare di assumere o promuovere persone il cui stile di leadership sia adeguato al contesto.
I leader devono adattare il proprio stile alla situazione.

DI COSA PARLEREMO...

Definizione di Leadership
Approcci alla leadership
Teoria emergente

Forte controllo
Controllo moderato
Debole controllo
Leader orientati al compito
Leader orientati alle persone
Lpc scale
Ohio State University
- Goleman, Daniel.
Leadership Emotiva
, Rizzoli (2012)
Full transcript