Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copy of Untitled Prezi

No description
by

Virginia Rocha

on 3 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copy of Untitled Prezi

Papa Pio IX GIOVINEZZA Papa Pio IX da piccolo Dichiarò di non volere cariche ecclesiastiche.
Dal luglio 1823 al giugno 1825 fece parte, per volere di Pio VII, del corpo diplomatico del Cile. Qui però la delegazione si trovò di fronte ad un duro governo anticlericale e fu costretta a tornare a Roma. Durante il soggiorno in Cile si prodigò per gli ammalati e per amministrare i sacramenti. Diede conforto e aiuto ad un ufficiale inglese protestante, gravemente malato. Nel 1825 fu richiamato in Italia, e si fermò per alcuni mesi a Senigallia. ARCIVESCOVO DI SPOLETO Nonostante non volesse ottenere cariche, a soli 35 anni diventò arcivescovo di Spoleto. Fu consacrato il 25 maggio. Durante l'insurrezione del 1831, con un'abile mediazione salvò la città da un inutile spargimento di sangue. In questo periodo salvò la vita a Napoleone III che stava per essere fatto prigioniero dagli austriaci proprio a Spoleto. Il conclave del 1846, si svolse in un periodo molto difficile per la storia dell' Italia. I cardinali si divisero in conservatori e in progressisti. Il 16 giugno, secondo giorno di conclave, Mastai-Ferretti fu eletto papa con il nome di Pio IX. IL CONCLAVE DEL 1846 I PRIMI ANNI DEL PONTIFICATO Nei primi anni di pontificato governò lo Stato Pontificio con una progressiva apertura alle richieste liberali della popolazione. Fu l'epoca delle grandi riforme dello Stato Pontificio: la Consulta di Stato - istituita il 19 aprile 1847, la libertà agli Ebrei, la Guardia Civica, la libertà di circolazione dei giornali il Papa durante il suo pontificato IL RITORNO A ROMA Gli anni che seguirono al suo ritorno a Roma furono anni in cui continuò la sua politica riformista. L'8 dicembre 1854 proclamò il dogma dell'Immacolata Concezione con la bolla Ineffabilis Deus, tradotta in 400 lingue e dialetti.
Per quanto riguarda le opere pubbliche, il 9 dicembre 1854 consacrò la Basilica di San Paolo fuori le mura, ricostruita dopo l'incendio del 15 luglio 1823 e il 3 aprile 1856 approvò il piano delle ferrovie nello Stato Pontificio. Il segretario di stato di Pio IX autorizzò le truppe svizzere ad attaccare Perugia: il 20 giugno 1859 questi entrarono in città e fecero strage dei rivoltosi. L'evento passò alla storia come le "stragi di Perugia".
Il 18 settembre 1860, le truppe piemontesi sconfissero quelle svizzere conquistando le Marche e l'Umbria, che poi furono annesse al Regno di Sardegna tramite un plebiscito. Il territorio della Chiesa fu ridotto al Lazio. Vittorio Emanuele II decise con Napoleone III
di non attaccare Roma, per non coinvolgerla nella campagna del 1860. Pio IX si trovò a gestire il momento storico della nascita anche in Italia di un moderno stato nazionale unitario. Numerose negli anni furono le insurrezioni, sempre represse anche grazie agli austriaci, sino al 1859, anno dell'annessione della Romagna al Regno di Sardegna. DIVERSE INSURREZIONI A ROMA "STRAGI DI PERUGIA" Bandiera della annessione romagna strage di Perugia Papa Pio IX all'età di 35 anni Pio IX nel 1846 Pio IX a Roma Nel 1868 furono organizzate celebrazioni nel mondo cattolico per il suo giubileo sacerdotale. Mentre il potere temporale era in crisi, Pio IX decise di rinvigorire il potere spirituale. Il Concilio Vaticano portò alla formulazione del dogma dell'infallibilità del Pontefice. COSA PUBBLICA? L'8 dicembre 1864 papa Pio IX pubblicò l'Enciclica e il Sillabo, una raccolta di 80 frasi elaborate dal Papa, divise in dieci rubrica. Quattro anni dopo, approvò la Società della Gioventù Cattolica italiana, fondata da Mario Fani e Giovanni Acquaderni. IL POTERE TEMPORALE É IN CRISI Enciclica & Sillabo Il concilio vaticano Lo scontro con il Regno d'Italia avvenne nel 1870. Vittorio Emanuele II, una volta sconfitto Napoleone III (imperatore della Francia e protettore del papa) nella battaglia di Sedan, inviò nel 1870 una lettera alle potenze europee. Nella lettera venne programmata la presa di Roma, garantendo la tutela del pontefice.Fu ribadito il concetto di non includere i territori della Santa Sede nel neonato Regno d'Italia. Pochi giorni dopo, Roma venne occupata da 50.000 uomini, i quali assediaronoPorta Pia.
Nel 1871 fu messa in vigore la Legge delle Guarentigie, con la quale lo Stato Italiano stabiliva i diritti ed i doveri dell'autorità papale. Nell' agosto del 1871 Pio IX scrisse a re Vittorio Emanuele II esprimendo le ragioni per cui non poteva accettare la legge. Fino alla sua morte il Papa continuò a definirsi «prigioniero dello Stato italiano». Porta Pia LA PRESA DI ROMA Papa Pio IX protestò con lo scopo di ottenere spazi per governare in libertà e autonomia dal Regno. Ritenne inutili scontri armati perciò indisse un'opposizione formale allo scopo di evitare combattimenti. Quindi si ritirò nel Vaticano e decise di non riconoscere il nuovo Stato, dichiarandosi prigioniero politico. Questa situazione, chiamata Questione romana, durò fino al 1929 (Patti Lateranensi). prima pagina di della Domenica del Corriere i Patti coloro che firmarono gli accordi LA QUESTIONE ROMANA la legge una manifestazione contro la legge delle Guarentigie LA LEGGE DELLE GUARENTIGIE Papa Pio IX morì a Roma il 7 febbraio 1878. I suoi ultimi atti furono quelli di baciare il crocifisso e l'immagine della Madonna. Fu sepolto in Vaticano. Nacque il 13 maggio 1792 a Senigallia con il nome di Giovanni Maria Battista Pellegrino Isidoro Mastai Ferretti, nono figlio di Girolamo e Caterina Solazzi.

Studiò nel collegio dei Nobili di Volterra, dal 1803 al 1808; sebbene gli studi furono varie volte interrotti dai suoi attacchi epilettici.

Nel 1815 si recò in pellegrinaggio a Loreto; dopo tale visita non ebbe più attacchi epilettici ed iniziò a credere di aver ricevuto una grazia.

Dopo la caduta di Napoleone Bonaparte tornò a Roma e frequentò l'Università romana. In questo periodo fu seminarista e prestò servizio in un ospizio per i ragazzi abbandonati che ricevevano un'educazione, un'istruzione ed imparavano un mestiere. Qui inizia l'apostolato per i poveri che continuerà per tutto il corso della sua vita. Papa Pio IX Pio VII Fu organizzata una cerimonia pubblica, la quale venne celebrata a mezzanotte tra il 12 e il 13 luglio, secondo l'uso dell'epoca. Numerosi cittadini si radunarono per le strade e per le piazze di Roma per salutare un'ultima volta il pontefice.
Numerosi gruppi anti-chiesa iniziarono a manifestare la loro gioia, sebbene fossero stati previsti scontri, la polizia non intervenne. LA MORTE la salma di Papa Pio IX come funziona un conclave dentro il conclave In onore del primo giubileo di papa Pio IX morte di papa pio IX Presentazione eseguita da: Borselli Costanza, Maciel da Rocha Virginia, Maddaloni Lorenzo e Sica Martina.
Full transcript