Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

San Tommaso d'Aquino

No description
by

Diego Alonso-Lasheras

on 12 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of San Tommaso d'Aquino

San Tommaso d'Aquino
A. Vita e opere
B. Perché leggere Tommaso è difficile?
C. La struttura della ST
A. Vita e opere

B. Perché leggere Tommaso è difficile?

1. IL PESO DELLE AUCTORITATES
2. IL GENERE LETTERARIO
3. ALCUNI TRATTI DEL MODO DI PENSARE DI SAN TOMMASO

C. La struttura della Summa Theologiae

D. Concetti chiavi


Quaestio 1
Prooemium
[33405]
Iª-IIae q. 1
pr. Ubi primo considerandum occurrit de ultimo fine humanae vitae; et deinde de his per quae homo ad hunc finem pervenire potest, vel ab eo deviare, ex fine enim oportet accipere rationes eorum quae ordinantur ad finem. Et quia ultimus finis humanae vitae ponitur esse beatitudo, oportet primo considerare de ultimo fine in communi; deinde de beatitudine. Circa primum quaeruntur octo. Primo, utrum hominis sit agere propter finem. Secundo, utrum hoc sit proprium rationalis naturae. Tertio, utrum actus hominis recipiant speciem a fine. Quarto, utrum sit aliquis ultimus finis humanae vitae. Quinto, utrum unius hominis possint esse plures ultimi fines. Sexto, utrum homo ordinet omnia in ultimum finem. Septimo, utrum idem sit finis ultimus omnium hominum. Octavo, utrum in illo ultimo fine omnes aliae creaturae conveniant.

Articulus 1
[33406]
Iª-IIae q. 1 a.
1 arg. 1 Ad primum sic proceditur. Videtur quod homini non conveniat agere propter finem. Causa enim naturaliter prior est. Sed finis habet rationem ultimi, ut ipsum nomen sonat. Ergo finis non habet rationem causae. Sed propter illud agit homo, quod est causa actionis, cum haec praepositio propter designet habitudinem causae. Ergo homini non convenit agere propter finem.

Videtur quo non

Sed contra

Respondeo dicendum quod

Ad primum, ad secundum, ...
I: Prima parte (Prima pars), 119 cuestiones
La sacra dottrina. Dio uno. Dio trino. La creazione. Il male. Gli angeli. L'uomo e il cosmo
Iª-IIae: Seconda parte, prima sezione (Prima secundae)
• il fine ultimo dell'uomo (1-5)
• l'atto umano (6-21)
• le passioni (22-48)
• gli abiti: virtù e vizi (49-89)
• la legge antica e la nuova (90-108)
• la grazia e il merito (109-114)

IIª-IIae: Seconda parte, seconda sezione (Secunda secundae)
• le virtù teologali: fede, speranza, carità (1-46)
• le virtù cardinali: prudenza, giustizia, fortezza, temperanza (47-170)
• i carismi e gli stati di vita (171-189)

III: Terza parte (Tertia pars)
• Cristo: incarnazione, vita, passione e risurrezione
• i sacramenti: Battesimo, Cresima, Eucaristia, Penitenza


Iª-IIae q. 94 a. 5 arg. 1

SEMBRA che la legge naturale possa mutare. Infatti:
1. La Glossa così commenta l'espressione dell'Ecclesiastico, "Diede loro inoltre la scienza e la legge di vita": "Volle, cioè, la legge scritta, a correzione della legge naturale". Ma ciò che si corregge viene mutato. Dunque la legge naturale può essere mutata.
[37613] Iª-IIae q. 94 a. 5 arg. 2
2. L'uccisione degli innocenti, l'adulterio e il furto sono contro la legge naturale. Ora, si riscontra che Dio ha mutato codeste cose: quando, p. es., comandò ad Abramo di uccidere il figlio innocente; quando comandò agli Ebrei di appropriarsi dei vasi chiesti in prestito agli Egiziani; e quando impose ad Osea di sposare una moglie adultera. Quindi la legge naturale può subire mutamenti.
[37614] Iª-IIae q. 94 a. 5 arg. 3
3. S. Isidoro afferma, che "il possesso comune dei beni e la libertà indiscriminata sono di diritto naturale". Ma queste cose adesso vediamo che sono state cambiate dalle leggi umane. Dunque la legge naturale è mutevole.
[37615] Iª-IIae q. 94 a. 5 s. c.
IN CONTRARIO: Nel Decreto (di Graziano) si legge: "Il diritto naturale data dall'origine della creatura ragionevole. Non varia col tempo, ma rimane immutabile".



1. Privileggia l'inclusione sull'esclusione

2. Filosofo della non rivalità

3, Trova il più nel meno

4. La realtà è fondamentalmente buona
1. ATTI UMANI

2. IL FINE DELL’AZIONE

3. VIRTÙ

4. LEGGE NATURALE

Commento alle Sentenze di Pietro Lombardo

Summa contra gentiles

Summa Theologiae

Commenti ad Aristotele

Quaestio Disputatae
1. Il peso delle auctoritates

2. Il genere letterario

3. Alcuni tratti del modo di pensare di Tommaso
Full transcript