Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Inclusione scolastica e TIC - Meeting Roma 2018

No description
by

Andrea Fabrizio Raciti

on 9 April 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Inclusione scolastica e TIC - Meeting Roma 2018

Un video... speciale
La solita frase
Software e TIC
PNSD e inclusione
Normativa di riferimento
DIDATTICA DIGITALE
Social
SOCIAL
Direttiva MIUR del 27 dicembre 2012
Strumenti d'intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica.
2.2. Funzioni dei Centri Territoriali di Supporto

"[...] I CTS informano i docenti, gli alunni, gli studenti e i loro genitori delle risorse tecnologiche disponibili, sia gratuite sia commerciali [...].


I CTS organizzano iniziative di formazione sui temi dell’inclusione scolastica e sui BES, nonché nell’ambito delle tecnologie per l’integrazione, rivolte al personale scolastico, agli alunni o alle loro famiglie [...].

I CTS valutano e propongono ai propri utenti soluzioni di software freeware a partire da quelli realizzati mediante l’Azione 6 del Progetto Nuove Tecnologie e Disabilità [...]".
Legge n. 170 dell'8 ottobre 2010
Art. 5 - Misure educative e didattiche di supporto

"1. Gli studenti con diagnosi di DSA hanno diritto a fruire di appositi
provvedimenti dispensativi
e
compensativi
di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari.

2. Agli studenti con DSA le istituzioni scolastiche [...] garantiscono:

[...] b) l'introduzione di strumenti compensativi, compresi i mezzi di apprendimento alternativi e le tecnologie informatiche,
nonché misure dispensative da alcune prestazioni non essenziali ai fini della qualità dei concetti da apprendere [...]".
Nota MIUR del 4 agosto 2009
Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico.
Linee guida sull'integrazione scolastica degli alunni con disabilità.
III Parte - La dimensione inclusiva della scuola

2.2 Le strategie didattiche e gli strumenti

"La progettualità didattica orientata all’inclusione comporta l’adozione di strategie e metodologie favorenti, quali [...] di attrezzature e ausili informatici, di software e sussidi specifici.
Da menzionare la necessità che i docenti predispongano i documenti per lo studio o per i compiti a casa in formato elettronico, affinché essi possano risultare facilmente accessibili agli alunni che utilizzano ausili e computer per svolgere le proprie attività di apprendimento.
A questo riguardo risulta utile una diffusa conoscenza delle nuove tecnologie per l'integrazione scolastica [...]. E' importante allora che i docenti curricolari [...] acquisiscano le conoscenze necessarie per supportare le attività dell'alunno con disabilità anche in assenza dell'insegnante di sostegno [...]".
AUSILI
INFORMATICI
INPUT
Sensori
Tastiere speciali
Joystick e Trackball
Touch Screen
Riconoscimento vocale
Scanner
Tavoletta grafica

OUTPUT
Screen reader e Sintesi vocale
Ingrandimento schermo
Gestione suoni

Sintesi vocale e riconoscimento vocale
Mappe concettuali interattive
https://www.mindomo.com/mindmap/4398306eb68c4cbba682c1adcac0b869
I cinque regni della natura
Piano Nazionale Scuola Digitale (2015)
"Il
Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)
è il documento di indirizzo del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell'era digitale".

"
È un pilastro fondamentale de la Buona Scuola
(legge 107/2015), una visione operativa che rispecchia la posizione del Governo rispetto alle più importanti sfide di innovazione del sistema pubblico: al centro di questa visione, vi sono
l'innovazione del sistema scolastico
e
le opportunità dell'educazione digitale
".

"Il piano contribuisce a catalizzare l'impiego di più fonti di risorse a favore dell'innovazione digitale, a partire dai
Fondi Strutturali Europei (PON Istruzione 2014-2020)
e dai fondi della
legge 107/2015
".
Fonte:
Piano Nazionale Scuola Digitale (MIUR)

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/
Fonte:
Piano Nazionale Scuola Digitale (MIUR)

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/
PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE
"Il personale della scuola deve essere equipaggiato per tutti i cambiamenti richiesti dalla modernità, e deve essere messo nelle condizioni di vivere e non subire l’innovazione.
La formazione dei docenti deve essere centrata sull’innovazione didattica
, tenendo conto delle tecnologie digitali come sostegno per la realizzazione dei nuovi paradigmi educativi e la progettazione operativa di attività [...]".
"Dobbiamo raggiungere
tutti i docenti di ogni ordine, grado e disciplina
, e non solo i singoli innovatori naturali che emergono spesso anche senza il bisogno del MIUR [...]".

"I contributi dei docenti più innovatori servono invece a creare gli
standard attraverso cui organizzare la formazione
e, attraverso risorse certe e importanti, renderla capillare su tutto il territorio [...]".
Fonte:
Piano Nazionale Scuola Digitale (MIUR)

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/
PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE
Azione #6 - Politiche attive per il BYOD (Bring Your Own Device)
Classe digitale "leggera"
Disposizioni direttiva del Ministro del 15.03.2007
Sviluppo linee guida MIUR, AgID e Garante privacy
Integrazione dispositivi personali con dotazioni scuola
La formazione del personale
PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE
"[...] le tecnologie abilitanti e metodologie attive sono agenti determinanti per rimuovere gli ostacoli, a favore di un’inclusione a 360 gradi, dalle problematiche relative alle disabilità, ai bisogni educativi speciali, agli studenti impossibilitati alla normale frequenza scolastica.

Un modo più ampio di leggere l’e-inclusion in cui gli ambienti innovativi ed informali integrano non solo tecnologie dedicate, ma soluzioni assistive, a favore di tutti, facilitando relazioni e processi senza distinzioni di condizione [...].
Fonte:
Piano Nazionale Scuola Digitale (MIUR)

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/
Contenuti digitali
"[...] saranno fornite specifiche linee guida relative all’utilizzo di tali piattaforme in ambito didattico. In particolare per quanto riguarda le piattaforme editoriali, saranno definiti gli standard minimi relativi ai principi di interoperabilità, apertura, sicurezza, efficienza e affidabilità, oltre che i requisiti tecnici necessari per i relativi dispositivi di fruizione.

I requisiti così individuati saranno anche tesi ad evitare discriminazioni di ogni genere
e in particolare quelle dovute a diversa disponibilità economica da parte delle famiglie, in un contesto di condivisione e di crescita collaborativa delle competenze di tutti;
dovranno inoltre tener conto di particolari bisogni educativi degli studenti (BES e individui diversamente abili).

Sarà inoltre intrapreso
uno specifico percorso di lavoro con il Garante della Privacy
allo scopo di valutare le più appropriate azioni relative alle conseguenze sulla sfera dei dati personali degli studenti, quasi sempre minori, nel caso delle sempre più intensive interazioni sulle piattaforme online per la didattica".
Fonte:
Piano Nazionale Scuola Digitale (MIUR)

http://www.istruzione.it/scuola_digitale/
Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido".
(Albert Einstein)
"
Azione #25 - Azione #26 - Azione #27
Azione #22 - Standard minimi e requisiti tecnici per gli ambienti on line per la didattica
Spazi e ambienti per l'apprendimento
INCLUSIONE
SCOLASTICA
Font ad alta leggibilità
Decreto legislativo n. 66 del 13 aprile 2017
Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107.
Art. 16 - Istruzione domiciliare

"1. Le istituzioni scolastiche, in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale, gli Enti locali e le aziende sanitarie locali, individuano
azioni per garantire il diritto all'istruzione
alle bambine e ai bambini, alle alunne e agli alunni, alle studentesse e agli studenti per i quali sia accertata l'impossibilità della frequenza scolastica per un periodo non inferiore a trenta giorni di lezione, anche non continuativi, a causa di gravi patologie certificate,
anche attraverso progetti che possono avvalersi dell'uso delle nuove tecnologie [...]".

http://my.questbase.com/take.aspx?pin=4400-6684-5560
Quiz, sondaggi e questionari online
Questionario "La cellula"
Aumentativa
Software e risorse web
Video
modeling
Comunicazione
e Alternativa
ACCESSIBILITÀ
Funzionalità per semplificare l'uso del computer
Utilizzare il computer senza schermo
Utilizzare il computer senza mouse o tastiera
Facilitare la visualizzazione degli elementi sul PC
Facilitare l’utilizzo del mouse e della tastiera
Utilizzare alternative testuali o visive per i suoni
Facilitare le attività di lettura e digitazione
Utilizzare la tastiera su schermo

Meeting di formazione tra pari:
un'alleanza formativa tra scuola e rete
Clipart by
openclipart.org
pixabay.com
Workshop:

"Inclusione scolastica e TIC - Strumenti compensativi digitali"
Intervento seminariale:
"Inclusione scolastica e nuove tecnologie"
Roma, 13-14-15 aprile 2018
Formatore:
Andrea Raciti
Pagina web:
animatoridigitali.com/meeting
Full transcript