Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

risorse naturali-materiali-riciclo

No description
by

Tecnologia Online

on 26 September 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of risorse naturali-materiali-riciclo

Le
MATERIE PRIME
che occorrono per realizzare i BENI, vengono ricavate dalle
RISORSE NATURALI
che il nostro pianeta ci offre.


Da dove ricaviamo queste
MATERIE
PRIME?



Nella scorsa lezione abbiamo imparato che la
TECNOLOGIA

è la disciplina che si occupa di tutto il processo necessario per la
TRASFORMAZIONE
delle
MATERIE PRIME
in
BENI
che soddisfino i
BISOGNI
dell'uomo.

Le risorse naturali sono classificate come:
RINNOVABILI (in blu nel disegno)
NON RINNOVABILI (in rosso nel disegno)
Sono quelle che si possono riprodurre, tenendo conto però del ciclo naturale di ricrescita.
Sono quelle che una volta terminate non si potranno più riprodurre.
Tutte queste RISORSE possono essere utilizzate come MATERIE PRIME, per fabbricare
OGGETTI
o per produrre
ENERGIA
.
LE RISORSE NATURALI
IL CICLO VITALE DEI MATERIALI
Le
MATERIE PRIME
che troviamo in natura subiscono delle
TRASFORMAZIONI
e diventano
SEMILAVORATI
e poi
OGGETTI FINITI
, che vengono utilizzati per soddisfare i nostri bisogni, per un tempo più o meno lungo, dopodichè diventano dei
RIFIUTI
.

E' il
CICLO VITALE DEI MATERIALI
: vediamo ad esempio quello del
FERRO
.

Nella nostra
SOCIETA' CONSUMISTICA
lo smaltimento dei rifiuti è un grave problema, sia perchè è causa di
INQUINAMENTO AMBIENTALE
, ma anche per lo spreco di
NUOVI MATERIALI
e dell'
ENERGIA
necessaria per produrli.
IL RICICLO DEI MATERIALI
RICICLO:

recupero di sostanze o materiali di scarto o di rifiuti riutilizzabili in un nuovo ciclo produttivo.


simbolo internaz.
del riciclo
I
RIFIUTI RICICLATI
tornano invece ad essere
MATERIE PRIME
, e rientrano nel ciclo vitale dei materiali, evitando così lo sfruttamento di altre risorse naturali del pianeta.
Perché ciò sia possibile però, occorre
RACCOGLIERE
i rifiuti in modo
DIFFERENZIATO
(carta, legno, metalli, etc.)
La
RACCOLTA DIFFERENZIATA
è gestita dai
COMUNI
, ma per essere efficace devono partecipare correttamente ad essa tutti i
CITTADINI
, anche
TU
!
I rifiuti possono avere varie destinazioni:
LE DISCARICHE
La destinazione nelle discariche è la
scelta peggiore
, anche se purtroppo è ancora la più diffusa:
- occupano
grandi spazi
, sempre più difficili da trovare
-
inquinano
il
suolo
e le
acque sotterranee
(oggi sono dotate di impermeabilizzazioni che li proteggono)
- producono
gas inquinanti
derivanti dalla fermentazione dei rifiuti


I TERMOVALORIZZATORI
I rifiuti possono essere
INCENERITI
in forni speciali, utilizzando il calore per il
RISCALDAMENTO
o per produrre
ENERGIA ELETTRICA
.
Questi impianti si chiamano
TERMOVALORIZZATORI
e per funzionare bene hanno bisogno di rifiuti che bruciando producano molto calore: quindi
CARTA, LEGNO, PLASTICA.
Non vanno bene invece i rifiuti organici (ad esempio quelli alimentari) perchè producono poco calore.

I termovalorizzatori hanno dei sistemi di
DEPURAZIONE dei FUMI
prodotti bruciando i rifiuti: così non vengono immesse nell'atmosfera sostanze inquinanti
Il termovalorizzatore di Brescia
LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
Consiste nel
DIVIDERE
le
COMPONENTI RECUPERABILI
dei rifiuti da quelle pericolose per l'ambiente o non recuperabili.
CARTA, LEGNO, PLASTICA, METALLI, VETRO, RIFIUTI ORGANICI, etc. sono
RACCOLTI
in modo
DIFFERENZIATO
dal
SERVIZIO di NETTEZZA URBANA del COMUNE
,
PORTA A PORTA
con i bidoncini, oppure in strada tramite l'utilizzo di grandi
CASSONETTI
.
I rifiuti differenziati vengono poi inviati a:
-
industrie
che li riutilizzano come
MATERIE PRIME
per realizzare nuovi semilavorati o oggetti finiti
-
impianti
che trasformano i rifiuti organici in
CONCIME
-
termovalorizzatori
che li inceneriscono recuperando
ENERGIA
Invece i
RIFIUTI PERICOLOSI
(pile, farmaci, etc.) se possibile subiscono speciali trattamenti di
recupero
, altrimenti trattamenti per renderli non
inquinanti
.
GLI EFFETTI DEL RECUPERO E DEL RICICLO DEI RIFIUTI
Numerosi sono i
VANTAGGI
derivanti dalla riduzione dei rifiuti inviati alle discariche e dal loro riciclo:
DANNO AMBIENTALE EVITATO
: i rifiuti sono molto inquinanti per il suolo e le falde acquifere presenti nei luoghi in cui ci sono discariche
RIDUZIONE
dell'
ESTRAZIONE
di
RISORSE NON RINNOVABILI
, come metalli, carbone, petrolio, metano
RIDUZIONE
dello
SFRUTTAMENTO
di
RISORSE RINNOVABILI
, come il legno
RIDUZIONE
dei consumi di
ENERGIA ELETTRICA
: ad esempio per riciclare un metallo occorre molta meno energia che per estrarlo dai minerali
RIDUZIONE
delle emissioni atmosferiche di
CO2
(anidride carbonica) responsabili dell'effetto serra
RIDUZIONE
dei
CONSUMI
di
ACQUA
collegati ai processi produttivi (ad es. della CARTA)
IL RIUSO
Un'altra destinazione che alcune tipologie di prodotti possono avere alla fine del loro ciclo vitale è quella del RIUSO, cioè un nuovo uso, uguale a quello originale o completamente diverso.
Un particolare tipo di riuso è quello CREATIVO che utilizza oggetti o parti di essi per crearne di nuovi.
telefoni e altri apparecchi elettronici possono essere riparati sostituendo le parti difettose con parti funzionanti di altri apparecchi
cartucce e toner di stampanti possono essere rigenerati, ricaricandoli
computer sorpassati possono essere riutilizzati per la didattica o per attività che richiedano prestazioni più modeste
Mentre studi ti consiglio di tenere sempre d'occhio le MAPPE che abbiamo già utilizzato: le trovi anche sul libro.
Full transcript