Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Cesare Lombroso

No description
by

Asia Melli

on 13 December 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Cesare Lombroso

Bibliography
Photos
Interests
3 tipi di serial killer
like comment share
1979 prima definizione di Serial killer da parte dell'FBI:
"L'uomo delinquente" (1876)
"Le più recenti scoperte ed applicazioni della psichiatria ed antropologia criminale" (1893)
"La donna criminale" (1895)
Shared a Link
like comment share
Studio dell'antropologia
Studio delle malattie mentali
Nella scienza di inizio secolo (su tutto ciò che riteneva strano e misterioso)
Education
Università di Pavia, Padova e Vienna
Lives In
Italy
Verona, 6 novembre 1835
Shared a Photo
like comment share
Cesare Lombroso

Serial killer
Spree killer
Mass murder
Più di due vittime uccise in serie a distanza di tempo. Uccisioni metodiche e organizzate
Uccisioni in maniera casuale e sequenziale
Attacco singolo casuale, messo in atto in un momento di pazzia. es: folle che spara sulla folla
VITTIME
Più spesso sono vittime di omicidio
donne
,
bambini
,
omosessuali
e
anziani
, ovvero quelli ritenuti più deboli e più facili da sopraffare.
INTERRUZIONI
Analizzando casi di omicidi seriali possiamo notare delle interruzioni temporali, più o meno lunghe, tra un omicidio e l'altro, le quali dipendono da alcuni fattori:
Fuga
Arresto
Morte
Interruzione volontaria dei delitti
"STEREOTIPO DEL SERIAL KILLER"
Quando si pensa ad un serial killer o un omicida solitamente tutti si immagginano un uomo, perchè è difficile attribuire gesti violenti e crudi ad una donna (Ted Bundy). Ciò nonostante sono esistite serial killer donna, esse agiscono in modo subdolo, calcolando tutto nei mnimi particolari e usano spesso il veleno come arma (Locusta).
S.I.R.
Fattori socio-ambientali
Individuali
Relazionali
Modello con cui si analizzano i serial killer.

16 CRITERI DI CLEKCLEY
fascino superficiale e buona intelligenza,
mancanza di rimorso e di vergogna,
inaffidabilità
disonestà e falsità,
assenza di manifestazioni d’ansia,
assenza di deliri e di altri segni di pensiero irrazionale,
egocentrismo patologico e incapacità di amare,
povertà di emozioni,
incapacità di stringere rapporti interpersonali di lunga durata,
ipocritica e incapacità di imparare dall’esperienza (es. dalle punizioni),
mancanza di consapevolezza (insight),
incapacità di pianificare il futuro,
rari gesti suicidari,
vita sessuale impersonale, superficiale e scarsamente integrata,
comportamento antisociale privo di adeguate motivazioni,
comportamento riprovevole sia sotto che senza l’effetto dell’alcol.
Full transcript