Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

VICENZA 2014 T2 MAPPING

No description
by

Matteo Ghidara

on 10 April 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of VICENZA 2014 T2 MAPPING

Analisi della cartilagine mediante time mapping del rilassamento T2. Tecnica ed applicazioni pratiche
Flusso Di Lavoro
TSRM A. D'Andrea
TSRM M. Ghidara

IMAGING ANATOMICO

MRI IMAGING FUNZIONALE
ELABORAZIONE DEI DATI FUNZIONALI SU WORKSTATION DEDICATA
ANALISI DEI DATI PROCESSATI
ANALISI DEI DATI
Introduzione
La valutazione della cartilagine, è stato al centro di numerosi studi per diversi motivi: svolge un ruolo fondamentale nella funzione di tutte le articolazioni del corpo, inoltre lo sviluppo di nuove tecniche di riparazione di questo tessuto necessitavano di una diagnostica performante
La risonanza magnetica per immagini gioca un ruolo fondamentale non solo nella diagnosi delle lesioni condrali, ma anche nella determinazione dell’ appropriato approccio, chirurgico o farmacologico, quindi successivamente nel follow up del trattamento.
La cartilagine appare con segnale uniforme ad uno studio poco approfondito, ma in realtà ha un segnale variabile
MRI Cartilagine
La presenza di strati visibili sulle immagini di risonanza magnetica sono direttamente legati all’ organizzazione istologica della superficie articolare
La cartilagine ha un segnale T2 variabile che è dipendente non solo dalla distanza tra i nuclei ma anche dall’orientamento delle fibre rispetto al campo magnetico principale
Esiste una relazione tra la morfologia della cartilagine ed il segnale in MRI, Le fibre di collagene e tutti i costituenti della matrice extracellulare sono organizzate in strutture macroscopiche che partono dall’osso muovendosi verso la superficie articolare. Questa disposizione ad arco delle fibre è una buona spiegazione all’eterogeneità T2 di questo tessuto.
MR ARTICOLARE STANDARD
ESECUZIONE DI SEQUENZE PER IL MAPPING T2
T2 SPAIR CORONALE
sequenze ad alto contrasto (fat sat) sul piano coronale
si utilizza impulso di saturazione adiabatico
matrice di acquisizione 280x280 ricostruito con matrice di 400x400
TE di 70ms
TR di 2500 ms
impulso di inversione 120 ms
fattore turbo 16
2 misurazioni per voxel
DPW SAGITTALE E CORONALE
sequenze anatomiche turbo spin eco pesate in densità protonica nei piani sagittali e coronali
matrice di acquisizione 320x320 ricostruita a 512x512
TE di 70 ms e TR di 1800 ms e 30 di fattore turbo
due misurazioni per voxel;

mFFE T2 SAGITTALE
Sequenza multi gradient-eco acquisita con tre echi in fase
matrice di acquisizione 308x246 ricostruita 512x512
TE di 9.2 ms, delta TE di 9.8 ms
TR 1054 ms
flip angle di 35° tre echi in fase di 9.21 ms, due misurazioni per voxel
gli echi acquisiti vengono successivamente cumulati uno sull’altro per ottenere un immagine più definita
DUAL ECO DP / T2 ASSIALE
Dual turbo spin-eco sul piano assiale con matrice 300x300, e ricostruita con matrice di 512x512
TE1 di 8 ms
TE2 di 110 ms
TR di 2100ms
15 di fattore turbo
Due misurazioni per voxel
CARTILAGE SENSITIVE SEQUENCE
tecnica turbo spin eco
può essere acquisita nei vari piani (assiale, coronale, sagittale)
la matrice di acquisizione 268x268 con un voxel di 0.6x0.6 mm
ricostruita con matrice di 512x512 con un voxel di 0.3x0.3 mm
spessore di strato 4 mm
TE 13ms con un delta TE di 13 ms ripetuto 8 volte
TR di 2000 ms, fattore turbo di 8
10 strati acquisiti
la sequenza dura cica 9 minuti.

COME FUNZIONA
l'analisi quantitativa delle lesioni della cartilagine. Si basa sulla differenza fra tempi di rilassamento T2 della cartilagine sana e danneggiata
MAPPE FUNZIONALI
I valori di T2 nelle mappe parametriche sono direttamente associati a colori specifici. È possibile impostare la codifica dei colori su valori predefiniti o modificarla a seconda delle necessità
MISURAZIONI STANDARD
VALORE DI PIXEL
MANO LIBERA
RETTANGOLARE
ELLISSE
DISTANZA
Studio Puntiforme
Analisi per Area
Misurazione tramite ROI stratificata
Le ROI stratificate possono essere utilizzate per analizzare le lesioni focali.
Viene calcolato il tempo di rilassamento medio per ogni strato.
Mappa parametrica di valutazione della cartilagine
Risultati numerici e grafici
Ogni colore indica un valore/range specifico di tempi di rilassamento
T2.

Le ROI vengono divise automaticamente in tre strati: Profondo, Intermedio e Superficiale, suddivise ulteriormente in tre segmenti: A B C

Grafici
Nella tabella sono elencati i tempi di rilassamento T2 e la deviazione
standard di ogni strato e segmento.
I grafici indicano il tempo di rilassamento T2 (in millisecondi) rispetto alla relativa profondità della cartilagine.
Le linee bianche nella parte superiore di ogni barra indicano la deviazione standard.
I risultati numerici indicati nella tabella e quelli grafici utilizzano gli stessi colori della ROI, così da essere facilmente riconoscibili.

Conclusioni
Tramite questo software nella nostra struttura abbiamo cominciato uno studio che permetterà la valutazione dell'efficacia dei trattamenti farmacologici nel tempo, dovuti alla possibilità di misurare minime variazioni del T2 del tessuto cartilagineo. Cosa che al giorno d'oggi non era possibile con il solo imaging anatomico.
Grazie
Full transcript