Loading presentation...
Prezi is an interactive zooming presentation

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Storia ed evoluzione delle reti informatica

Ricerca riguardo le reti informatica - Elisa Maola - V B LSSA - G. Marconi
by

Elisa Maola

on 2 October 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Storia ed evoluzione delle reti informatica

1960
1970
OGGI
1950
1980-1990
Storia ed evoluzione delle reti informatiche
Anni '50
Nella prima fase, collocabile negli anni ’50, i computer erano esclusivamente di tipo stand alone*, ovvero isolati.
Quindi la condivisione di risorse e informazioni tra più utenti era molto difficile e le capacità di calcolo molto limitate.



Anni '60
Negli anni ’60 grazie a notevoli passi avanti nel campo dell'informatica, comparvero i primi mainframe, computer molto potenti e costosi e con grandi capacità di calcolo.
Grazie a questa nuova caratteristica più utenti potevano accedere contemporaneamente alle risorse e condividerle. L'architettura delle reti prevedeva il collegamente di terminali semplici (definiti anche "stupidi") al computer prinicipale, il mainframe.

Anni '70
Negli anni ’70 nacque il minicomputer, più economico del mainframe, ma che possedeva comunque capacità di calcolo notevoli.

Anni '80 - '90
Dagli anni '90 ad oggi
Con reti informatiche si intende un sistema di collegamento di dispositivi informatici, con lo scopo di condividere informazioni e risorse tra gli utenti collegati a quella determinata rete.
Cosa sono:
L'elaborazione era di tipo BACHT: venivano utilizzati dei nastri perforati in modo da fornire ai computer i dati da elaborare e i programmi da eseguire. In questo modo, però, non esisteva nessuna forma di collaborazione tra utente e macchina.
Il problema con questo tipo di elaborazione erano i tempi in cui la macchina rimaneva inattiva, cioè nello scambio delle schede perforate contenenti le informazioni.
Il concetto di
MULTIELABORAZIONE

venne introdotto per cercare di risolvere questo problema. Infatti la potenza di calcolo venne distribuita su diverse attività, in modo da mantenere la macchina in constante attività.
gli utenti potevano accedere alle risodel minicomputer
tramite un terminale e il collegamento era realizzato tramite cavi. Nei successivi anni, vengono potenziate le loro capacità di calcolo e diminuite le loro dimensioni. il loro utilizzo è sempre rimasto ristretto, però, alle esigenze gestionali di aziende di medie o piccole dimensioni.
Parallelemente ai minicomputer, nel 1969, L'Agenzia governativa per le ricerche avanzate (ARPA) progettò un rete telematica, chiamata ARPANET, capace di garantire la comunicazione anche i caso di un attacco. Questa rete, in particolare, doveva consentire lo scambio di informazioni militari tra i computer dell'università e i laboratori di ricerca dislocati nel paese.
Negli anni '80 e '90 si ebbe un decisivo cambiamento nel campo dell'informatica.
Si diffuse infatti il Personal Computer, conosciuto anche con l'abbreviazione PC.
A differenza dei minicomputer, i PC hanno minore potenza ma costo decisamente più accessibile e per questo cominciarono ad entrare nelle case di diversi utenti.

L'architettura di un personal computer,inizialmente, era progettata per un utilizzo in modalità stand-alone. Negli anni successivi, per permettere la condivisione di risorse, si affermò l’architettura client-server caratterizzata da un computer centrale
(server) a cui accedevano altri computer (client). In questa nuova architettura tutti i componenti (server e client) avevano capacità di calcolo.

Le prime LAN (Local Area Network) si sviluppano negli anni ’70, ma si diffondono tra gli anni ’80 e ’90.
Le LAN sono costituite da gruppi di calcolatori distribuiti su un’ area limitata, collegati tra loro mediante cavi e schede di rete.
Grazie all’introduzione delle LAN, i calcolatori sono in grado non solo di comunicare, ma anche di condividere risorse come spazio di memoria o stampanti.
Dagli anni '90 ad oggi, Internet permette la comunicazione tra sistemi, reti o singoli computer, di informazioni di ogni tipo. Tutti i servizi offerti da internet si basano sul principio della condivisione.

*Standalone, la cui traduzione letterale dall'inglese è autonomo, indica generalmente qualcosa in grado di funzionare "da solo".
Il World Wide Web (letteralmente "ragnatela mondiale") è uno dei principali servizi di Internet che permette di navigare e usufruire di un insieme vastissimo di contenuti (multimediali e non) collegati tra loro attraverso link (legami).
Maola Elisa V B LSSA
Full transcript