Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Social networking e didattica a scuola

I social network possono essere uno strumento utile all'educatore? e perchè utilizzare i social network in ambito didattico? Quali social network e quali attività sono possibili? Quali competenze sono necessarie nella network society?
by

Elena Pacetti

on 28 February 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Social networking e didattica a scuola

Social networking e
didattica a scuola
Elena Pacetti
Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione
Dipartimento di Scienze dell'Educazione
Università di Bologna
elena.pacetti@unibo.it
rete sociale=social network
nodi
collegamenti
abitare la rete
“Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato per raccontare sé e ciò che gli appartiene, condividendo tutto ciò con chiunque sia interessato e al di là di ogni precedente limite. Un nodo, una persona: il suo punto di vista, i suoi pensieri, la sua visione del mondo, i suoi hobby, il suo lavoro, i suoi studi, il tutto stratificato nel tempo a formare un’autobiografia intellettuale a disposizione di chiunque sia interessato alla conoscenza e al confronto reciproci” (Sergio Maistrello, La parte abitata della rete,
http://www.intel.com/museumofme/r/index.htm
iperpersone
Hyperpeople
(def. di Mark Pesce)
“Se non vi occuperete delle reti, in ogni caso saranno le reti a occuparsi di voi. Se avete intenzione di vivere nella società, in questa epoca e in questo posto, dovrete fare i conti con la società in rete. Perché viviamo nella Galassia Internet”.

Manuel Castells
società in rete=network society
cittadinanza digitale
consumatore/utente
vs
produttore
-> produser
al centro del percorso di apprendimento vi è il ruolo attivo dello studente (possibilmente in un
contesto di collaborazione sociale) nella costruzione del proprio sapere:
-il processo è più importante del prodotto
-valore dell’attività di ricerca/riflessione e
dell’esperienza diretta del discente
?
costruttivismo
sociocostruttivismo
l'intersoggettività tra attori è il prerequisito e il "luogo" per imparare ad elaborare strumenti di comprensione della realtà
lo studente è attivamente coinvolto nella costruzione della conoscenza
social software
collaborazione
creazione
condivisione
http://remcloud.com/ (what did you dream?)
http://www.recipefy.com/ Share recipes with your friends and discover new ones.
http://www.biosbook.com/ il percorso della tua vita
http://www.netforkids.it/ social network per under 14
http://storify.com/ Create social stories (social storytelling)
http://www.myheritage.it/ condividi l'albero genealogico
http://www.edutopia.org/ what works in education
social teachers?
http://www.educationduepuntozero.it/
buone pratiche
http://www.theincipit.com/2013/10/un-tesoro-a-portata-di-scatola-luce-el-haoud/
https://twitter.com/#!/laderniereannee
https://twitter.com/#!/Classe_Masson
Twitter alla scuola primaria
Ideas
Big and....
... small
http://twitpic.com/
http://twtpoll.com/
http://www.grouptweet.com/
http://www.ilblogos.it/wp/
http://prezi.com/ Prezi
social network
perchè?

Nativi digitali/immigrati digitali?
Residenti/Ospiti?
Generazione C?

creatività, contenuto, condivisione, collaborazione, connessione
-non creare ulteriori divari digitali tra chi già vive la rete e si sente motivato a partecipare ai processi collaborativi del web 2.0 e chi, invece, non trova stimoli, motivazioni, è un visitor o semplicemente non si sente adeguato
-potenziare la conoscenza e supportare la formazione lungo tutto l’arco della vita tramite gli strumenti del social software -> comunità di pratica
educare ai social network
con i social network

http://www.twiducate.com/ Social network for schools
dimensione informativa
dimensione espressiva
-alfabetizzazione di base ai social network (nuovi linguaggi)
-utilizzo critico delle informazioni e dei nuovi media
-lettura, analisi e organizzazione dei contenuti
-filtrare le informazioni
-comparare i contenuti
-molteplicità dei punti di vista
dimensione metacognitiva
-saper esprimere le proprie idee
-saper organizzare/riorganizzare i contenuti (testuali, di immagini, di video)
-saper utilizzare i tag
-saper comunicare in modo comprensibile ed efficace (e, a volte, anche sintetico)
-utilizzare mappe concettuali
-saper utilizzare e citare correttamente le fonti
-saper essere flessibili (user, produser)
-saper ascoltare e favorire gli altri
-saper collaborare
-sapersi mettersi in gioco con gli altri pur mantenendo singolarità e unicità
-saper condividere con gli altri (cultura, competenze, conoscenze, abilità)
-sapere/inventare propri modelli di produzione collaborativa
https://piazza.com/ ask, answer, and explore
Il web 2.0 ha potenzialmente questa capacità di riportare gli individui verso una partecipazione attiva nella costruzione della cultura, della società, della politica: chi ha accesso alla rete e sa come utilizzarla è molto più avvantaggiato rispetto a chi non ha questa possibilità, così come negli anni ’50 era privilegiato chi aveva la TV e poteva leggere i giornali rispetto a chi non poteva.
(G.Granieri, 2005)

https://www.facebook.com/groups/sic.strad/
http://www.ic9bo.it/joomla/
http://www.facebook.com/pages/Joe-McDonald/274017182657487
http://www.youtube.com/schools
http://dinuovoincentro.tumblr.com/
http://twitter.com/#!/realtimewwii
La Rete ci consente di sviluppare la capacità di lavorare in gruppo e di considerare la diversità come un valore aggiunto e l’incontro/la connessione con l’altro come un’opportunità di crescita.
https://www.facebook.com/groups/insegnantiduepuntozero/
http://www.ted.com/translate/languages/it
"ideas worth spreading", idee degne di essere diffuse
http://www.youtube.com/user/KhanAcademyItaliano
Khan Academy: fornire un'educazione di alta qualità a chiunque, dovunque
http://www.bignomi.rai.tv/
http://www.ragazzidelfiume.it/
social network per i più piccoli
http://www.twigis.it

https://diy.org/featured (do it yourself)
social networks a scuola
http://www.historypin.com/
http://www.edmodo.com
https://www.facebook.com/gruops/tantiinsegnanti
http://www.anobii.com/

https://delicious.com/
http://www.librarything.com/
http://www.facebook.com/liceomanzoni
http://www.youtube.com/user/LiceoRespighi
Full transcript