Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il Sistema Museale d'Ateneo

No description
by

lidia falomo

on 4 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il Sistema Museale d'Ateneo

Ha origini molto antiche: nel 1361 Carlo IV fonda uno
Studium Generale

Nel XV secolo aumenta il proprio prestigio
Attraversa un periodo di crisi
Gerolamo
Cardano
(1501 - 1576) e Gaspare Aselli (1581 - 1625)
Nel XVIII secolo le riforme di
Maria Teresa
d’Austria e di Giuseppe II la rendono una delle più famose in Europa
Nascono molte
collezioni
universitarie
Nel 1771 nasce il Museo di Storia naturale, diretto da Lazzaro Spallanzani (1729 - 1799)
Museo di Storia Naturale
Sempre nel 1771 nasce il Gabinetto di Fisica che, dopo Carlo Barletti (1735 -1800), è affidato ad Alessandro Volta (1745 -1827)
Gabinetto di Fisica
Nel 1773 è istituito L’Orto botanico, che si sviluppa sotto la direzione di Giovanni Antonio Scopoli (1723 - 1788)
Orto Botanico
Primi anni Ottanta del Settecento: Antonio Scarpa (1752 - 1832) assume la direzione del Museo anatomico
collezioni di Anatomia umana normale e patologica e di Anatomia comparata
Gabinetti medici
Il Sistema Museale
d'Ateneo

Aula Volta
pubbliche esperienze e lezioni
collaborazione tra studenti e professori nell’attività di ricerca
fitta rete di rapporti estesa a tutta europa
gabinetti universitari come nodi di una rete che comprende scuole del lombardo-veneto
Gabinetti e musei dell’Università: luoghi di didattica e diffusione del sapere scientifico
Camillo Golgi (1843 - 1926)
con assistenti e studenti
Con l’arrivo di Napoleone (1796) si apre una serie di rapidi mutamenti politici
Nei primi dieci anni dell’Ottocento nascono comunque nuovi Gabinetti:
Geodesia e Idrometria, Architettura,
altri intorno alla metà dell’Ottocento:
Tecnologia, Scienza della costruzione delle macchine.
Trasferiti poi a Milano (Istituto tecnico superiore per ingegneri)
Palazzo Botta: Istituto di Patologia generale (Camillo Golgi, premio Nobel nel 1906).
I mutamenti
Anni Trenta del Novecento: nuova espansione dell’Università e nascita di collezioni nei nuovi istituti
Musei e collezioni nel Novecento
Ultimo trasferimento a partire dagli anni Ottanta del Novecento. Il Museo di Mineralogia




Primi anni Duemila: fondazione del Museo della Tecnica elettrica
Nuovi Musei e collezioni
Sistema Museale d’Ateneo
Stanno cercando di riacquistare:
la
funzione educativa
che ne ha contraddistinto l’origine, tramite
I musei universitari oggi
Contatti con le scuole, definizione e condivisione degli obiettivi
Creazione di una rete di scuole dalle materne all’università
Definizione delle attività, diverse a seconda dell’età dei partecipanti, ma all’interno di un unico progetto
Funzione educativa: progettare insieme alle scuole
Collezioni e luoghi della scienza


Laboratori storico-scientifici


Laboratori moderni: ultimo “passo” della storia


Multimedia
Funzione educativa: storia della scienza
Laboratori pensati con le scuole per le scuole
Attività proseguono nelle scuole integrandosi con i programmi seguiti dalle classi
Apprendimento in ambiti formali e informali: completa integrazione
Bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni:
Le attività compiute durante i laboratori museali o moderni forniscono spunti di approfondimento per attività che:
arricchiscono il curriculum scientifico
accostano immagini ed emozioni ricavate durante le visite e i laboratori museali ad altre immagini ed esperienze derivate dal contesto artistico
Nei laboratori artistici allestiti nelle scuole per il secondo tipo di attività si procede per analogie e si ricavano elaborati grafico/pittorici e filmati di tipo partecipato
Attività diversificate in base a età e interessi
Studenti dai 14 ai 19 anni:
a scuola i ragazzi approfondiscono gli argomenti trattati nei laboratori museali e con la guida degli insegnanti si preparano a diventare explainer
Costruiscono a loro volta hands on tratti dalla storia della scienza
Si cimentano nella preparazione di filmati partecipati tratti dalla storia della scienza
Attività diversificate in base a età e interessi
Oltre i 19 anni: studenti universitari (e di dottorato)
Studenti di ambito scientifico: coordinano le attività durante l’evento finale del progetto
Studenti di comunicazione: producono multimedia
Attività diversificate in base a età e interessi
Hanno aderito al progetto 15 Istituti scolastici (Scuole d’Infanzia, Scuole Primarie e Scuole Secondarie di I e II grado) del territorio pavese e della città di Pavia; sono state coinvolte 35 classi e 1.000 studenti …
Ogni scuola ha scelto una scienziata/o
Visitato i musei e i luoghi della scienza collegati
Seguito laboratori storico-scientifici e moderni
Arricchito la programmazione delle singole discipline scientifiche
Prodotto in laboratori artistici elaborati filmici e grafico/pittorici
Presentato gli elaborati in una mostra finale
Scuola dell’infanzia
dal frottage delle foglie
allo studio geometrico
delle nervature
analogie e contaminazioni
tra scienza naturale,
geometria e arte…
Alex, 11 anni
Libera interpretazione
delle sue nervature
humus quadro di J.Dubuffet
L’humus
Verso l’informale
Foglia su foglia…
Storia della scienza
Laboratori universitari, spesso nelle stesse strutture che ospitano i musei
Il ruolo di
nodo
di una rete di scuole, tramite
Rapporti con diverse scuole del territorio (protocolli d'intesa, rete di scuole)
Censimento e valorizzazione delle collezioni storiche conservate nelle scuole (BECUSCUOLA)
Coinvolgimento attivo dei pubblici
L'Università
Aula Scarpa
Scuola dell'infanzia
Una scuola primaria al
Museo di Mineralogia
Dai cristalli ai poliedri regolari
Ritorno a scuola…
arricchire le programmazioni
Scambi interdisciplinari
J.Pollock J.Dubuffet
Opera d’arte o sezione sottile?
Analogie tra
scienza e arte
Yves Klein
“Cretto” di Alberto Burri
Moon surface
Thin section
Greto di torrente
immagini reali …







disegno a tempera
…o opere d’arte?
Analogie tra scienza e arte
Video
participativo
Laboratorio grafico
espressivo
La figura e le opere di Giovanni Antonio Scopoli, medico e naturalista (1723-1788)

Visita all’Orto Botanico dell'Università


I Laboratori all’interno dell’Orto
Laboratori all'orto botanico
L’Orto Botanico: storia, personaggi …
Approfondimenti sulla classificazione
dei vegetali

Nozioni e aggiornamenti sulla
morfologia delle foglie e delle
cortecce

L‘humus
Ritorno a scuola:
aggiornare le
programmazioni
geometrizzazionipossibili della corteccia
le linee essenziali
della corteccia
frottage della corteccia
analogie e contaminazioni
tra scienze naturali,geometria
e arte…
Scambi interdisciplinari
decorazione
possibile geometrizzazione
linee essenziali
frottage
humus quadro di J.Dubuffet
Lettiera
Verso l'informale
Insetto su insetto
La figura e le opere di Torquato Taramelli, geologo (1845-1922)

Visita al Museo di Mineralogia

I Laboratori all’interno del Museo
Scuole Secondarie
Explainer
Video partecipativi:
Itis Cardano Liceo classico Foscolo Liceo artistico Volta
L’humus
Verso l’informale
Foglia su foglia…
Realtà Aumentata
18/11/2013
Le origini, alcuni esempi di
progetti oggi
Full transcript