Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La nostra uscita a Trieste

No description
by

Alice Mazzagallo

on 22 April 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La nostra uscita a Trieste

La nostra uscita a Trieste Cose da ricordare: Una piccola descrizione... * blocco per appunti
* kway
* ombrello da inserire nello zainetto
* merenda (2 merende)
* pranzo a sacco
* fotocamera o cellulare Partenza:
ore 7:00
dalla sede " Olivi " Trieste, capoluogo dell'omonima provincia e della regione Friuli-Venezia Giulia, e più in particolare della regione storica e geografica della Venezia Giulia. È il comune più popoloso e più densamente abitato della regione. Il castello di Miramare Il Castello di Miramare è un palazzo costruito nell'omonima frazione di Trieste per volere di Massimiliano d'Asburgo-Lorena, arciduca d'Austria e imperatore del Messico, per farne la propria dimora da condividere con la moglie Carlotta del Belgio.

Affacciato sul golfo di Trieste, è situato a pochi chilometri a nord del capoluogo a circa 6 km dalla Stazione Centrale.

Miramare è la forma italianizzata dell'originale Miramar, derivante dallo spagnolo "mirar el mar", in quanto Massimiliano d'Asburgo nel visitare il promontorio che lo ospita, fu ispirato dal ricordo di castelli spagnoli affacciati sulle coste dell'oceano Atlantico

Il castello è circondato dal un grande parco di circa 22 ettari caratterizzato da una grande varietà di piante, molte delle quali scelte dallo stesso arciduca durante i suoi viaggi attorno al mondo, che compì come ammiraglio della marina militare austriaca.

Nel parco si trova anche il castelletto, un edificio di dimensioni minori che funse da residenza per i due sposi durante la costruzione del castello stesso, ma che divenne di fatto una prigione per Carlotta, quando perse la ragione dopo l'uccisione del marito in Messico.

All'interno, il castello è suddiviso in numerose stanze. Il piano terra era destinato a residenza dell'Imperatore Massimiliano I e della consorte Carlotta, mentre quello superiore venne in periodo successivo adibito a residenza del Duca Amedeo d'Aosta, che vi abitò per circa sette anni e modificò alcune stanze secondo lo stile dell'epoca.

Furono rimosse le insegne Imperial-Regie e sostituite con croci sabaude.

Questo castello è risultato funesto per chi vi ha abitato: Massimiliano d'Asburgo partì per cingere la corona imperiale del Messico e vi morì, Amedeo partì per l'Impero d'Etiopia di cui fu viceré e morì in prigionia. e a tutti buona gita!!!!!!!!!! da Alice Mazzagallo
Full transcript