Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Addiction

No description
by

Luigi Corvaglia

on 31 August 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Addiction

Adolescenti, giovani adulti e abuso di sostanze
Addiction
verso un'eziopatogenisi bio-psico-sociale?
Eugenia Vernole
, Psichiatra, Presidente
SITD
Puglia
Responsabile SerT di Monopoli
Luigi Corvaglia
, Psicologo-Psicoteraputa, SerT di Monopoli - Cattedra di Criminologia, Università del Salento
Biologia
Cultura
Temperamento e
Personalità
Uno studio sui temperamenti
Psicopatologia
Ogni sostanza d’abuso autosomministrata da umani può essere parimenti autosomministrata da ratti o scimmie ……
Di certo, un ratto dipendente da eroina non è un ribelle sociale, non soffre di difficoltà socio-economiche, non si può dire che appartenga ad una famiglia disfunzionale, né assolutamente che sia un criminale.
Questo comportamento del ratto è semplicemente il risultato dell’azione dell’eroina sul suo cervello.
A. Goldstein
Paradigma dell'uomo rattomorfizzato
Il paradigma
dei Beatles
As expected, subjects with depressive temperament traits were
characterized by social inhibition and lack of antisocial and hyperactive behavior. Cyclothymic subjects reported the highest
number of emotional and behavioral problems, compared with the other dominant ATs (depressive, hyperthymic and irritable).
In particular, a cyclothymic disposition was most frequently associated with anxiety-sleep disturbances, sensitivity to
separation, eating disturbances in females and antisocial-aggressive behavior in males. The relationship between cyclothymic
temperament and anxiety-sleep disturbances and antisocial-aggressive behavior increased with age. Limitations: Cross-sectional study based on retrospective evaluation.
The findings of this study provide general support forthe stability and continuity of temperament from adolescence to young adulthood.
The findings regarding the associations between adolescent temperament and lifetime psychiatric disorders assessed in young adulthood were consistent with prior findings suggesting associations between temperament and psychopathology (Masi et al., 2003; Merikangas et al., 1998).
Some of the temperament dimensions were general in their associations with psychiatric disorders. Sleep arrhythmicity (irregularity), lower positive mood, lower adaptability, and lower general rhythmicity were significantly associated with lifetime internalizing and externalizing disorders.
Nevertheless, other temperament dimensions were more specific with regard to their associations with psychiatric disorders. For example, lower adolescent task orientation was associated with
higher rates of alcohol and other substance abuse disorders and anxiety disorders, but not with major depressive disorders.
In a more general sense, the temperament–mental health findings are largely consistent with other studies that have attempted to map specific temperament dimensions to psychiatric and substance abuse disorders (Kagan & Snidman, 1999; Merikangas et al., 1998). That is, more inhibitory dimensions of temperament, such as withdrawal, behavioral inhibition, and inflexibility have had higher associations with internalizing disorders, whereas higher activity levels, impulsivity, and lower task orientation have had higher associations with externalizing disorders. Such findings are consonant with perspectives in temperament and personality such as Gray (1991), in which behavioral inhibition (BIS) and behavioral activation (BAS) systems are posed as major affective–motivational systems with different biological substrate that contribute to the expression both of temperament and psychiatric disorders. Similarly, Cloninger’s temperament system (Cloninger, 1987) includes both a Harm Avoidance dimension that is consistent with Gray’s BIS, and a Novelty Seeking dimension that is consistent with Gray’s BAS. Cloninger proposed that serotonin is the major neuromodulator of harm avoidance and dopamine is the major neuromodulator of novelty seeking.
With a substantial number of dependent adults suffering from ADHD and CD, the current study indicates a possible continuing vulnerability in adults to these two problems.
IIn line with recent efforts to extend the use of ADHD and CD
diagnoses to adults (Kessler et al., 2006; Levin et al., 1998;
Kalbag & Levin, 2005; Nock, Kazdin, Hiripi, & Kessler, 2006), the study findings demonstrate that although the prevalence of these problems is lower than that of internalizing problems, they were still experienced by over a third of the adult clients in treatment and were associated with the more severe form of substance use.
Cultura
Non solo non diventa tossicodipendente la maggior parte dei consumatori di eroina, la «droga che provoca dipendenza» per eccellenza, ma neppure lo diventa la maggioranza dei bevitori.

Quindi, è evidente che ciò che causa la tossicodipendenza non sono le droghe, ma il modo in cui alcuni individui le usano e il perché.

G. Samorini
Però, "il modo in cui alcuni usano le droghe e perchè", oltre che da contesti culturali, dipende da alcune variabili individuali, che sono psicologiche, temperamentali, ecc.
Il primo contatto dei quattro con le sostanze avvenne tramite le “prellys” (Preludin), amfetamine che il gruppo utilizzava negli anni della gavetta ad Amburgo per rimanere svegli e poter suonare l’intera notte. Un utilizzo che si potrebbe dire “funzionale”, mirato a un obiettivo prestazionale.
A Paul McCartney ne bastava una compressa, ma John Lennon ne prendeva almeno 4 o 5, mandandole giù con l’alcol.

(fonti: The Beatles - A Diary. Barry Miles, 1998. pp 66-67; The Beatles. R. Caselli e M.Iossa, 2003).
1961
preludin
Temperamenti: le persone non sono uguali
I quattro musiscisti furono esposti alle stesse stimolazioni drogastiche e nell'ambito dello stesso clima culturale.

Dei quattro, però, solo uno divenne un consumatore problematico: John Lennon
Il buongiorno si vede dal mattino
----------------------------------------------
Alcuni individui sono predisposti alle dipendenze patologiche a causa della loro base temperamentale. Altri ne sono protetti dalla stessa costituzione di base.
Cloninger (1994) fornisce un metodo sistematico di descrizione e classificazione della personalità nelle sue forme sia patologiche che non patologiche.
Novelty Seeking
Harm Avoidance
La "Ricerca di novità" è assai simile alla Sensation Seeking di Zuckerman (1979), tale dimensione implica una continua ricerca di stimolazione che conduce ad un intenso stato di “eccitamento” e ad una tendenza ad evitare monotonia e punizioni.
L' "Evitamento del pericolo" è una modalità di comportamento caratterizzata da una peculiare tendenza ad evitare ogni situazione che sia seguita da una punizione o da una frustrazione derivata da una mancata ricompensa e da un’incapacità di esporsi a stimoli nuovi considerati come potenzialmente pericolosi.
Reward Dependence
La "Dipendenza dalla ricompensa" è la tendenza a emettere dei comportamenti per rispondere prontamente e adeguatamente alle richieste sociali (approvazione sociale). Descrive soggetti simpatici, sentimentali, industriosi, particolarmente predisposti ad aiutare gli altri (comportamenti prosociali), sensibili alle pressioni sociali e particolarmente emotivi.
Il temperamento indica i correlati biologici del funzionamento psichico, in particolare gli aspetti più stabili, ereditati e presenti dalla nascita (Caprara, Gennaro, 1999)
Rapporto con gli stili di attaccamento (Bowlby)
Rapporto con i Disturbi di Personalità
come da DSM-IV R
Profilo ad alto rischio
In seguito Cloninger ha aggiunto alle tre dimensioni fondamentali altre quattro scale, queste dimensioni, nello specifico, sono

per il temperamento:

Persistenza (Persistence), ostinazione e determinazione a perseguire il raggiungimento degli obiettivi proposti (fino ad arrivare alla perfezione);


per il carattere:

Auto-direzionalità (Self-directedness), senso di responsabilità che può anche condurre il soggetto ad assumersi delle colpe di responsabilità altrui;

Cooperatività (Cooperativness), cooperazione, dimensione che può portare ad una eccessiva dipendenza dagli altri;

Auto-trascendenza (Self-trascendence), bisogno di trascendenza che può evolvere sia nel misticismo sia in deliri e/o allucinazioni patologiche.
Profilo a basso rischio
Per una patografia
Eroinomani in carico al SerT di Monopoli
Utilizzatori di cannabinoidi valutati dal SerT di Monopoli
La nostra osservazione
Presupposti
Sulla scia del pensiero di Kraepelin (1913), Akiskal (1989, 1994) concettualizza i temperamenti affettivi
(ipertimico
,
ciclotimico
,
depressivo/distimico
,
irritabile
e
ansioso
) come la manifestazione fenotipica attenuata dei disturbi affettivi che può mantenersi, per gran parte della vita, a livello subclinico e dispiegarsi nella pienezza fenomenica spontaneamente o allorchè ricorrano fattori attivanti (di natura psicosociale o biologica).
Manifestazioni
sottosoglia

depressivo

ipertimico

temperamenti

spettro bipolare
H. Akiskal, D.Lara, The Journal of Affective Disorders , 2006

L’equazione paura-rabbia

L. Corvaglia, 2011

SD -

HA-

NS+

L’equazione paura-rabbia

I temperamenti individuati da Akiskal sono correlati
alle dimensioni di Cloninger.
Gli studi dimostrano una relazione fra temperamento ciclotimico-irritabile e dipendenze

Tavola d'inquadramento
Campione 1



Numero: 17
Donne: 5
uomini: 12

Età media: 21.65

Mediana: 21

Profilo dominante:

ipertimico-irritabile




Numero: 9

donne: 1
uomini: 8


Età media: 22.75

Mediana: 22

Profilo dominate:

ipertimico



Campione 2

Raffronto fra i campioni

per questo Autore esiste nel tossicodipendente, oltre all’oscillazione tra reazione maniacale e depressione, anche un’oscillazione tra frammentazione dell’Io e ciclicità maniaco-depressiva; nella struttura di personalità del tossicomane si ritrovano quindi meccanismi di negazione, idealizzazione, scissione, proiezione.

Rosenfeld H.A. (1965) Psychotic State, The Hogarth Press, London (trad. It.: Stati Psicotici, Armando, Roma, 1973)
Soggetti: 9
maschi: 8
femmine: 1
età media 22,75
mediana 22

Campione 3
10 uomini
età media: 40 anni
campione
di controllo
5 educatrici
Eroinomani inseriti in un progetto riabilitativo (borse lavoro)
CONCLUSIONI
L'unica discriminante fra i due gruppi,
entrambi a prevalenza "ipertimica",
appare essere la netta differenza nella
rappresentazione della ciclotimia e della irritabilità, entrambe estremamente più elevate nel campione degli eroinomani.
pertanto, se ne può trarre la conclusione che, laddove l'ipertimia (correlata positivamente alla NS) costituisca la base per uno stile di vita improntato all'apertura ed alla sperimentazione, condizioni necessarie affinchè avvenga l'incontro con le sostanze, solo la presenza di un temperamento ciclotimico-irritabile rende probabile lo sviluppo di una grave tossicomania da eroina.
il T. depressivo di Akiskal
è correlato con la dimensione
"Harm Avoidence" di Cloninger;
Il t. ipertimico con la dimensione
"Novelty Seeking"; il t. ciclotimico
con entrambe le dimensioni.
Le dimensioni "Reward dependence"
e "Persistence" di Cloninger e il
t. irritabile di Akiskal non hanno
mostrato alcuna correlazione.
Il Paradigma del ciucciotto

Il tossicodipendente è malato. Kantzian, ritiene che l'assunzione di sostanze abbia una funzione autoterapeutica
però:

i paradigmi sono contraddittori:

fissazione orale, specchio infranto, omosessaulità repressa, ecc. (psidodinamica)

Famiglia invischiata (lettura sistemico-relazionale)

la lettura psicopatologica appare insensibile all'interazione biologica fra costituzione dell'assuntore e qualità del farmaco.
Psicodinamica
Il tossicomane è carente, monco, mancante di qualcosa
"Una carenza arcaica insita nella struttura stessa della personalità caratterizza i veri tossicomani"
Claude Olievenstein
La sostanza è una compensazione
... quell'uso passionale, frenetico,
doveva pure compensare qualcosa...
Claude Olievenstein
Self medication hypotesis
sostituto d'oggetto
sostituto di terapia
Però

1. gli umani non sono attaccati ad
apparecchiature di auto-somministrazione
e

2. il ratto è privo di consapevolezza del danno.

Perché, allora, alcuni individui giungono in contatto
con la sostanza?

Perché alcuni di questi perdurano nell’uso?

Il paradigma della foresta senza alberi
Full transcript