Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La scuola delle catacombe

No description
by

Luca Accoto

on 30 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La scuola delle catacombe

Un viaggio nel passato
Introduzione
Oggi a scuola parliamo il tedesco ma impariamo anche l’italiano.

Lo impariamo volentieri perché ci serve per capire meglio gli altri e il mondo.

Tanti anni fa i nostri bisnonni e i loro amici hanno dovuto imparare l’italiano perché a scuola non potevano più parlare la loro lingua.

La scuola delle catacombe
Per non dimenticare la lingua tedesca ed imparare a scriverla sono nate le “Katakombenschulen”.
In queste scuole gli alunni di allora imparavano di nascosto.
Dopo aver frequentato la scuola italiana, gli alunni tornavano nelle cantine o nei masi e imparavano a leggere dagli “abbecedari” e a scrivere sulle lavagnette.
Ogni parola si doveva poi cancellare, non doveva rimanere traccia per non essere scoperti dai carabinieri.

I materiali per la lezione erano limitati e spesso erano solo pagine strappate; gli alunni imparavano a memoria.
“Le nostre lezioni avvenivano a Castel Windegg nel fienile oppure in una vecchia camera con un tavolino. Per arrivare a scuola, passavamo attraverso i campi e i prati dietro al castello, ed entravamo in cortile uno ad uno. Ogni dieci minuti entrava un altro alunno. Stessa cosa quando andavamo via. "
"Imparavo volentieri anche l’italiano ma a scuola dovevamo stare attenti a non confondere le lettere. Dovevamo indossare anche la divisa dei Balilla, altrimenti ci davano brutti voti.”
Gruppi da 3 a 6 bambini (anche di età diversa)
I bambini svogliati dovevano essere esclusi.
Lezioni non prima delle ore 7.00 e non dopo le 19.00
Racconto di un alunna
Regole delle “Katakombenschulen”:
Katakombenschulen
Le maestre seguivano un programma stabilito.
Full transcript